Palmanova tra i nuovi Borghi più belli d’Italia 2018

La città fortezza del Friuli Venezia Giulia a forma di stella a nove punte è già un sito Unesco

Palmanova, la città fortezza del Friuli Venezia Giulia in provincia di Udine, a forma di stella a nove punte è già un sito Unesco.

Ora entra a far parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia.

Per festeggiare questa prestigiosa nomina, apre ai visitatori un’altra parte delle fortificazioni, la Loggia di baluardo Donato, che permette il passaggio dall’interno della città stellata fino al fossato esterno.

Palmanova, la città a stella a 9 punte

Veniva utilizzata per i movimenti delle truppe e per le milizie a cavallo. All’uscita del camminamento sotterraneo, si trova il terrapieno parallelo alla cortina chiamato falsabraga, realizzata per occultare gli spostamenti delle truppe all’interno delle fortificazioni.

Con Palmanova diventano così 12 i borghi del Friuli Venezia Giulia che sono entrati a far parte del prestigioso circuito e che sono Clauiano, Cordovado, Fagagna, Gradisca d’Isonzo, Poffabro -detto anche il borgo dei presepi -, Polcenigo, Sappada, Sesto al Reghena, Toppo, Valvasone Arzene e Venzone.

Con la sua particolare forma di stella a nove punte, Palmanova rappresenta uno dei più importanti esempi di architettura militare dell’età moderna. Per una serie di studi e di coincidenze, la città da sempre è avvolta dal mistero. Sono infatti i suoi numeri a lasciare meravigliati, tutti basati sul “3” e i suoi multipli: la stella è a 9 punte, come sono 9 anche i bastioni e le cerchie della cinta muraria. Ci sono 3 porte di accesso, 18 strade radiali, 6 strade principali.

palmanova-borghi-piu-belli-porta-fortificazioni

Una delle tre porte di Palmanova

Passeggiare nel sui bastioni che corrono intorno al centro storico permette di osservare la geometria perfetta delle strutture difensive, scoprire le gallerie che permettevano alle milizie di spostarsi o di difendere la fortezza e conoscere i segreti di un luogo unico.

Tutta la cinta bastionata di Palmanova è percorsa, nel suo sottosuolo, da un sistema di gallerie, alcune delle quali visitabili. L’accesso alla città è consentito da tre porte: Porta Aquileia (un tempo chiamata Marittima), Porta Udine e Porta Cividale.

Fu fondata dalla Serenissima Repubblica di Venezia con l’intento di contrastare le mire espansionistiche degli Asburgo d’Austria e le scorrerie dei Turchi. Il 7 ottobre 1593 si pose la prima pietra della Fortezza. Furono costruite due linee difensive con bastioni e rivellini e al loro interno si realizzò l’impianto urbanistico della città. Una terza cinta fortificata fu aggiunta in epoca napoleonica. Nel 1960 è stata proclamata anche Monumento Nazionale.

palmanova-centro-storico

La piazza centrale di Palmanova

Sono tante le occasioni che spingono a visitare questa splendida cittadina friulana, che attira tantissimi visitatori anche in occasione di grandi eventi e rievocazioni storiche. Imperdibili sono i mercatini di Natale (Stella di Natale) dall’1 dicembre al 6 gennaio, così come la Rievocazione storica A.D. 1615 Palma alle Armi che si tiene il primo weekend di settembre e The Game Fortress Comic & Movie Festival che si svolge il primo weekend di luglio.

Con Palmanova sono dieci i nuovi borghi che sono entrati a far parte del club dei Borghi più belli d’Italia nel 2018. Ci sono anche Montaione, Palazzuolo sul Senio e Capalbio, in Toscana, Bondone, in Trentino, Campli, in Abruzzo, Cella Monte e Monforte d’Alba, in Piemonte, Maruggio, in Puglia, e Taggia, in Liguria.

Palmanova tra i nuovi Borghi più belli d’Italia 2018