Gite nei dintorni di Roma: 20 luoghi da visitare

Vicino a Roma sono moltissime le destinazioni per una gita fuori posta: scopri le 20 località da non perdere

Roma è una città storica piena di meraviglie da scoprire ad ogni angolo e di certo non bastano pochi giorni per esplorare tutte le sue bellezze. A volte però la necessità di uscire fuori dalla città e stare lontani dal chiasso e dal traffico della Capitale è davvero forte, ma per fortuna l’Italia è piena di posti magnifici che valgono la pena di essere visitati e alcuni di questi sono a poche ore di distanza dalla città eterna!

I dintorni di Roma infatti nascondono tantissimi luoghi spettacolari, perfetti per una gita da fare in giornata oppure per un weekend: siti storici, borghi suggestivi, giardini incantati, laghi mozzafiato e terme accessibili gratuitamente per chi è alla ricerca di un po’ di relax e benessere. Se hai voglia di fare una gita fuori porta senza però allontanarti troppo da casa non perderti questo articolo e scopri i 20 posti più belli da vedere vicino Roma.

1. Cascata dell’Inferno

Un luogo perfetto per gli amanti del trekking e della natura selvaggia. Per arrivare a questo luogo incantato bisogna partire dal piccolo comune di Formello (distante 40 minuti dalla Capitale) e seguire il Sentiero delle Porcineta, un percorso di crinale che attraversa ampi pascoli e boschi suggestivi, terminando proprio sul ciglio della forra della cascata. La camminata dura circa due ore, ma ne vale assolutamente la pena per le bellezze che riserva il sentiero e lo spettacolo meraviglioso offerto dalla cascata.

2. Isola del Liri

A un’ora e mezza da Roma, in provincia di Frosinone, si trova Isola del Liri, un comune perfetto per una gita fuori porta. La cittadina è divisa a metà da un fiume che nasce da una spettacolare cascata, chiamata La Cascata Grande, posta esattamente al centro della città. Proprio affianco alla cascata sorge il Castello Boncompagni, un palazzo storico, probabilmente di origine alto-medievale, classificato come monumento nazionale per la sua rilevanza storica.

Nelle ore serali l’atmosfera di questa cittadina è particolarmente romantica e suggestiva, con luci artificiali che illuminano la cascata e un centro cittadino molto animato, soprattutto nelle serate estive. Un posto perfetto per fare un piccolo viaggio con la propria dolce metà. Per chi volesse fermarsi a cena è assolutamente consigliato uno dei numerosi ristorantini che offrono una vista mozzafiato sulla Cascata Grande.

3. Giardino di Ninfa

A poco più di un’ora dalla Capitale si trova uno dei luoghi più belli da visitare vicino Roma, il Giardino di Ninfa, nel comune di Cisterna di Latina. Costruito sulle rovine dell’antica città medievale Ninfa, questo giardino botanico all’inglese dalla grandezza di otto ettari comprende al suo interno circa un migliaio di piante ed è attraversato da numerosi ruscelli d’irrigazione e dal fiume Ninfa.

Il giardino è stato considerato dal New York Times come uno dei più belli al mondo ed è visitabile solo in alcuni periodi dell’anno: in primavera e in estate. A partire dal 1976 intorno al giardino è nata un’oasi del WWF che mira a proteggere la fauna del luogo. Il Giardino di Ninfa è un paradiso di biodiversità circondato dalle rovine dell’antica città che trasudano storia, perfetto per una gita fuori porta vicino Roma.

Gite vicino a Roma: Giardino di Ninfa

Giardino di Ninfa – Fonte: 123rf

4. Tivoli

Un’altra località ideale per una gita fuori Roma è la storica Tivoli, che si vanta di essere addirittura più antica di Roma stessa! A poco più di 30 kilometri dalla città eterna, questo comune offre ai suoi visitatori un’infinità di monumenti e luoghi di interesse da scoprire e visitare: architetture religiose, civili e militari, siti archeologici e persino una riserva naturale, quella di Monte Catillo.

Anche se i luoghi d’interesse sono veramente numerosi, due strutture architettoniche sono assolutamente da non lasciarsi sfuggire. Si tratta delle due ville simbolo della città: Villa Adriana e Villa d’Este. La prima, costruita nel II secolo d.C, era la dimora del famoso imperatore Adriano. Questa meravigliosa villa ha un aspetto molto classico come si può notare dalla vasca centrale circondata dalle tipiche statue romane. Villa d’Este invece è stata costruita in perfetto stile rinascimentale nel XVI secolo, ed è famosa per il suo spettacolare giardino. Un capolavoro di architettura tutto da ammirare e fotografare!

5. Ostia Antica

Un’altra idea per una gita fuori porta partendo da Roma è la visita al Parco Archeologico di Ostia Antica, che non ha nulla da invidiare alla più famosa e rinomata Pompei. L’area archeologica conserva una parte dell’antica città, scavata tra il XIX e XX secolo. Oltre ai monumenti pubblici, sono rimasti intatti numerosi edifici privati, che permettono al visitatore di avere un assaggio della vita quotidiana nell’antichità. Il monumento principale di Ostia Antica è sicuramente il Teatro Romano, capace di contenere fino a 4000 spettatori!

Questo sito archeologico fascinoso e pieno di storia è uno dei posti da visitare vicino Roma adatto anche ai bambini ed è perfetto per trascorrere una giornata in famiglia all’aria aperta, cogliendo l’occasione per insegnare un po’ di storia alle nuove generazioni.

6. Sacro Bosco di Bomarzo

Conosciuto anche come Parco dei Mostri o Villa delle Meraviglie, questo complesso monumentale si trova nei pressi di Viterbo ed è ornato da numerose strutture in basalto del XVI secolo che rappresentano animali mitologici, mostri e divinità. Vi sono poi anche strutture veramente particolari come la Casa Inclinata, che ha sorpreso e incantato il famoso pittore Salvador Dalì. Entrarci dentro è davvero un’esperienza particolare, camminarci poi è davvero un’impresa!

In questo parco puoi inoltre “farti mangiare” da Proteo, entrando nella sua mostruosa bocca, ammirare una piramide e la statua di Nettuno, quelle degli enormi elefanti e tartarughe e scovare alcune enigmatiche statue che rappresentano forse le tappe di un itinerario di matrice alchemica.

7. Polledrara di Cecanibbio

Per gli appassionati di paleontologia, oppure semplicemente per chi vuole scoprire un’altra faccia della Roma del passato è da non perdere Polledrara di Ceccanibbio: uno dei siti paleontologici musealizzati più spettacolari ed importanti d’Italia. Qui, grazie ad una passerella sospesa, è possibile esplorare uno scavo archeologico che custodisce uno dei più ricchi giacimenti fossili del Pleistocene romano, ammirando i resti dei grandi mammiferi della preistoria come l’elefante antico (Palaeoloxodon antiquus), il bue primigenio (Bos primigenius) ed il cervo elafo (Cervus elaphus). Il tratto comprende sia l’alveo fluviale sia l’ambiente palustre dove sono stati rinvenuti i numerosi reperti faunistici. Un salto nel tempo di oltre 320 mila anni!

8. Viterbo

Famosa al mondo come La Città dei Papi, Viterbo ha origini antiche ed il più vasto centro storico medievale d’Europa. La città offre ai suoi visitatori una notevole ricchezza culturale, con 5 musei e svariati luoghi di interesse aperti al pubblico come Palazzo dei Priori, Viterbo Sotterranea, il Polo Monumentale del Colle del Duomo e numerose chiese appartenenti ad epoche diverse. L’opera di architettura più nota e degna di interesse è il Palazzo Papale, costruito fra il 1255 e il 1266 sul colle di San Lorenzo.

Negli ultimi anni inoltre sono aumentati e cresciuti sempre di più i festival e le manifestazioni culturali che hanno ottenuto sia una risonanza nazionale che internazionale, attirando numerosissimi visitatori da ogni dove. Nel periodo natalizio poi il centro della città si trasforma nel magico Villaggio di Babbo Natale, che incanta non solo i più piccoli, ma anche gli adulti sognatori. Oltre alle varie attività natalizie è possibile assaggiare i prodotti tipici locali dalle numerose bancarelle e scaldarsi con un po’ di vin brulè.

Gita fuori porta nei pressi di Roma: Viterbo

Una gita a Viterbo – Fonte: 123rf

9. Vignanello

Per una tranquilla giornata in famiglia o in compagnia di amici, il paese di Vignanello è di certo da prendere in considerazione. Centro agricolo e turistico di antichissima origine, questa cittadina presenta ancora scorci in grado di riportarti alle epoche lontane. Qui, oltre a visitare i luoghi di maggiore interesse come il Castello Ruspoli, risalente al XVI secolo, potrai degustare le specialità locali rinomate da tempo.

Oltre il vino DOC di Vignanello, conosciuto in tutta Italia, il paese è anche famoso per le proprie nocciole e l’olio extravergine di oliva di bassissima acidità. Per gli amanti delle feste di paese il consiglio è di fare un salto a Vignanello dal 10 al 15 agosto, nel periodo in cui si celebra la Festa del Vino, per immergersi nel tripudio di colori e profumi, tra degustazioni di vini e assaggi dei prodotti tipici.

10. Orvieto

Per chi volesse trascorrere un weekend fuori Roma oppure semplicemente passare un giorno fuori porta può prendere in considerazione di fare una gita ad Orvieto, nell’Umbria. Un piccolo gioiello che sorge su una rupe di tufo da visitare assolutamente, soprattutto per gli appassionati di storia e della buona cucina! Bastano meno di due ore di macchina per ritrovarsi in una delle città più belle dell’Umbria, piena di storia, artigianato, cultura e folklore.

La cittadina ha vissuto diverse epoche storiche, essendo protagonista di alcune di queste: rappresentò infatti un centro di notevole importanza storico-culturale italiano in epoca etrusca e in quella medievale. Un passato tangibile, che è possibile ammirare passeggiando per le vie della città, ammirando i numerosi monumenti e visitando i vari musei. Per chi è in visita ad Orvieto alcune meraviglie della città sono tappe d’obbligo: il Duomo, che è una delle cattedrali gotiche più belle d’Italia e il Pozzo di San Patrizio, in cui è possibile scendere nel punto più profondo percorrendo i 248 gradini di una scala elicoidale. Dopo aver esplorato i dintorni è impossibile privarsi dell’assaggio delle migliori specialità umbre come il cinghiale e il tartufo, accompagnate dal buonissimo vino DOC.

11. Castelli Romani

Per Castelli Romani si intende un insieme di borghi dei Colli Albani, che si trovano ad una brevissima distanza da Roma. Scelta ideale per chi non vuole passare troppo tempo in macchina, ma allo stesso tempo sente il bisogno di uscire fuori Roma e godersi una bella giornata con nuovi posti da visitare e buon cibo da degustare.

Per godersi un panorama spettacolare sul Lago di Albano il luogo da scegliere è Castel Gandolfo, la residenza estiva del Papa, che si trova esattamente sui Colli Albani. Per le buone forchette invece è da non perdere la visita ad Ariccia e Frascati. La prima cittadina è considerata la patria della porchetta e qui puoi anche ammirare le opere del Bernini visitando la Collegiata di Santa Maria Assunta e il Palazzo Chigi. A Frascati invece, dopo aver visitato la meravigliosa villa Aldobrandini, non si può non fare un salto in una delle tipiche fraschette per assaggiare un po’ del vino della casa e mangiare i prodotti tipici del Lazio come salumi, formaggi e antipasti vari, serviti in quantità molto abbondanti.

12. Cervara di Roma

Considerato uno dei borghi autentici d’Italia, meta preferita dagli artisti di ogni genere fin dal 1800, protagonista di alcune musiche inedite composte da Ennio Morricone e dei quadri di rinomati pittori esposti ora nei più famosi musei europei. Il borgo di Cervara di Roma, con i suoi 436 abitanti, è posto in una spettacolare posizione panoramica ed è completamente circondato dalla natura. Il centro abitato comunale di Cervara si trova a 1053 metri sopra il livello del mare ed è considerato il comune più alto della provincia di Roma e si contende con Filettino il primo posto per essere il borgo più alto del Lazio.

Dopo aver visitato questo bellissimo e suggestivo borgo medievale dalle tipiche atmosfere della montagna appenninica è possibile accedere al parco naturale regionale dei Monti Simbruini, di cui Cervara è la porta d’ingresso. Con i suoi 29990 ettari questo parco rappresenta la più grande area protetta della regione Lazio. Qui la flora e la fauna sono veramente varie: funghi commestibili come i porcini e i prataioli, frutti del sottobosco come il ribes alpino, i mirtilli rossi, i lamponi e le fragole, molto importanti per la vita degli animali che popolano il parco; non è raro infatti incontrare cervi, caprioli, volpi, tassi, donnole e altre specie animali.

13. Civita di Bagnoregio

Inserito con merito tra i Borghi più belli d’Italia, Civita di Bagnoregio è uno dei posti vicino Roma che vale assolutamente la pena di essere esplorato. Situata al confine con l’Umbria, a due ore dal centro della Capitale, Civita di Bagnoregio è una tipica cittadina medievale rimasta immutata nel tempo. Un luogo caratteristico e suggestivo dove perdersi, tra vicoletti e abitazioni in tufo.

Questo antico borgo è stato soprannominato “La città che muore” in quanto poggia su uno sperone di tufo che, a causa di una costante erosione, rischiava in passato di far scomparire lentamente la città. Per fortuna però, grazie alle importanti opere di sostegno alla rupe dove sorge il borgo, Civita di Bagnoregio sta lentamente lasciando alle spalle i suoi trascorsi da “borgo fantasma”, tornando pian piano a vivere.

14. Calcata

Se stai pianificando una gita fuori porta nel Lazio, Calcata è un borgo che non puoi assolutamente lasciarti sfuggire! Considerato uno dei più meravigliosi paesaggi laziali, circondato da una folta e impenetrabile vegetazione, questo piccolo borgo medievale si erge su uno sperone tufaceo proteso nel vuoto.

A partire dagli anni ’30 il paesino iniziò lentamente a spopolarsi a causa della crisi economica e, soprattutto, dei frequenti crolli della fragile rupe di tufo. I calcatesi infatti si trasferirono a qualche kilometro di distanza, costruendo un piccolo centro moderno che porta il nome di Calcata Nuova. Questo massiccio abbandono portò Calcata a essere considerato il “paese che muore”, un destino in effetti simile alla più famosa Civita di Bagnoregio nominata in precedenza.

Visitare Calcata è un’esperienza che può essere a tutti gli effetti considerata “fuori dal mondo”; un borgo medievale tra i più suggestivi del Lazio, a cui si accede da un’unica porta che si apre tra le fortificazioni. Oltrepassata la pittoresca piazzetta appena dopo l’ingresso è possibile perdersi in un dedalo di strette viuzze che spesso portano sul ciglio del profondo precipizio che cinge quasi per intero la piccola cittadina.

15. Antuni

Tra le città abbandonate del Lazio, Antuni è quella che probabilmente ha la storia più sventurata. Bombardata per sbaglio durante la Seconda Guerra Mondiale, la città ha riportato molti danni alle abitazioni e al Castello del Drago, mentre la chiesa fu completamente distrutta. Del tutto abbandonata e inaccessibile fino agli anni ’90, l’antico borgo sta attirando sempre più interesse grazie ai lavori di restauro degli edifici più importanti e di una buona parte delle abitazioni.

Nonostante i lavori di ristrutturazione però è vietato avventurarsi nella città da soli, in quanto può essere molto pericoloso. È possibile però prenotare una guida tramite l’associazione “Camminando con…”, che gestisce le visite guidate per conto del comune di Castel di Tora.

16. Terme di Saturnia

Sei stanco della chiassosa Roma, del traffico e dell’inquinamento tipico delle grandi città? Se vuoi andare fuori Roma alla ricerca di un po’ di benessere e relax puoi optare per una fantastica giornata alle terme di Saturnia. Anche se ci vorrà un po’ di tempo per arrivarci, le Terme di Saturnia valgono certamente la pena di essere visitate, non solo per gli effetti benefici delle acque sulfuree, ma anche per la bellezza che offrono le Cascate del Mulino, un vero spettacolo della natura!

Le terme sono costituite da un’unica sorgente termale che sgorga ad una temperatura costante di 37.5°C. Le acque di queste terme sono rinomate per le loro svariate proprietà terapeutiche e l’immediata sensazione di benessere e relax che avvolge chi vi si immerge rende questa meta molto popolare. Nonostante l’affluenza che c’è, soprattutto nelle ore diurne, le terme sono abbastanza grandi per ospitare tutti e può essere una buona occasione per fare due chiacchiere e stringere nuove amicizie!

Terme di Saturnia: nei dintorni di Roma

Terme di Saturnia – Fonte: 123rf

17. Terme libere Piscine Carletti

Leggermente più vicine delle Terme di Saturnia, quelle delle Piscine Carletti si trovano a soli due chilometri da Viterbo e sono accessibili gratuitamente sia di giorno che di notte. L’acqua ipertermale ha una temperatura in uscita di 58°C e alimenta diverse vasche. L’aria circostante è circondata da zone a prato dove potersi sdraiare per un po’ di relax o un bagno di sole.

18. Lago di Bolsena

Quando fuori splende il sole non c’è niente di meglio di un giorno fuori porta passato al Lago di Bolsena. Anche se ci vorranno un paio d’ore di macchina per arrivarci ti consigliamo di impostare la rotta sul lago di Bolsena, appartenente all’omonimo borghetto, nell’alto Lazio.

Quinto per dimensioni in Italia, quello di Bolsena è uno dei laghi balneabili italiani più puliti; le sue acque limpidissime gli hanno fruttato il soprannome di “il lago che si beve”. Oltre a poter fare delle piacevoli passeggiate e praticare trekking intorno alla zona del lago, ci sono svariate attività per gli amanti degli sport acquatici come la canoa e il windsurf.

19. Lago di Canterno

Per chi ama le scampagnate ma vuole rimanere vicino Roma il consiglio è impostare il navigatore su Lago di Canterno, in provincia di Frosinone. Circondato dal verde, questo bellissimo ed affascinante lago sorge in un luogo appartato e silenzioso, a pochi chilometri da Fiuggi Fonte e dal suo chiasso turistico.

La particolarità di questo lago, chiamato anche “Lago Fantasma”, è che sparisce durante alcuni periodi dell’anno; un fenomeno dovuto al disgregarsi o accumularsi del materiale detritico al suo imbocco. La fase di prosciugamento non si presenta quasi mai con lo stesso effetto e può durare svariati mesi, qualche giorno o, addirittura, molti anni.

20. Lago di Bracciano

Per una gita fuori porta molti abitanti di Roma scelgono il lago di Bracciano, il sesto lago per profondità in Italia. Situato nel nord della Capitale, a meno di un’ora dalla città, e circondato dai Monti Sabatini, questo bellissimo lago offre tantissime attività sia per gli amanti degli sport acquatici che non. Un posto perfetto per chi ama stare all’aria aperta.

Oltre a poter praticare immersioni subacquee, andare in canoa o cimentarsi nella vela è infatti possibile fare un bellissimo giro in bici sulla Ciclovia dei laghi, che collega il lago di Bracciano al lago Martignano; in alternativa si può optare per la Ciclovia dei boschi, partendo dalla stazione di Oriolo Romano fino a raggiungere Trevignano Romano. Ovviamente non mancano le occasioni per fare delle piacevoli passeggiate ed escursioni, ma anche godersi un pic-nic in riva al lago è un’esperienza rigenerante.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gite nei dintorni di Roma: 20 luoghi da visitare