Il Cammino di Santa Giulia, tra mare e montagna

Un lungo percorso che parte dalla costa toscana fino a raggiungere Brescia, sulle tracce del culto dedicato a Santa Giulia

Il Cammino di Santa Giulia è un lungo itinerario che, dalla Toscana sino alla Lombardia, attraversando per un breve tratto l’Emilia Romagna, vi porterà sulle tracce di un viaggio alquanto singolare, compiuto tanti secoli fa per motivi religiosi. Ed è lungo questo percorso che potrete ammirare piccoli borghi incantevoli, architetture sorprendenti e paesaggi dalla natura incontaminata.

Santa Giulia, martire cristiana e patrona della città di Livorno, venne sepolta alla sua morte presso l’isola di Gorgona, a pochi chilometri dalla costa toscana. Nel 762, l’ultimo re dei Longobardi ordinò che le sue spoglie venissero trasportate dapprima a Livorno e poi a Brescia, dove in seguito venne costruito un convento a lei dedicato. È proprio sulla scia dei pellegrini che portarono le sue reliquie sino in Lombardia che nacque il Cammino di Santa Giulia. l’itinerario originale prevede ben 25 tappe, delle quali 10 sono considerate quelle cardine, dove potrete visitare i luoghi dedicati alla Santa.

Si parte da Livorno, presso la splendida Chiesa di S. Giulia: capolavoro barocco, l’edificio si erge accanto al duomo della città, nel cuore del suo centro storico. Tra le bellezze assolutamente imperdibili del percorso in territorio toscano, impossibile non citare il piccolo borgo di Vicopisano con la sua Pieve di S. Giulia e, naturalmente, la cittadina di Lucca – scrigno di meraviglie architettoniche tutte da scoprire. Poi si arriva in Emilia Romagna, per un breve tragitto che tocca Sassuolo e Migliarina di Carpi, dove sorge un’altra bellissima Chiesa di S. Giulia.

Infine, si attraversa il confine con la Lombardia, per l’ultimo tratto di questo avventuroso viaggio. La tappa conclusiva del Cammino è la città di Brescia, con due bellissimi edifici dedicati alla Santa: il Monastero di S. Salvatore e S. Giulia e la Chiesa di S. Giulia nel villaggio Prealpino. I 467 km dell’itinerario vi porteranno attraverso panorami mozzafiato, alla scoperta di un percorso naturalistico che offre l’atmosfera ideale per compiere un viaggio introspettivo e spirituale.

Potrete scegliere il tragitto che preferite, affrontando tappe più difficili oppure optando per piccole escursioni adatte anche alle famiglie. E se vorrete concedervi un itinerario davvero particolare, non dovrete far altro che approdare in Corsica: qui infatti si racconta che la Santa venne martirizzata, e più precisamente nel villaggio di Nonza, lungo la costa occidentale di Capocorso. Il Cammino si sta dunque sviluppando in territorio francese, integrando nuove tappe affascinanti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Cammino di Santa Giulia, tra mare e montagna