Il Cammino di Santu Jacu, per esplorare la Sardegna più selvaggia

Un cammino unico e straordinario, alla scoperta del cuore più autentico e selvaggio dell'isola

Chi ama il turismo lento a contatto con la natura e, in particolare, scoprire i territori camminando, in Sardegna non potrà perdere il Cammino di Santu Jacu, itinerario mozzafiato nel cuore più autentico e selvaggio dell’isola.

Il Cammino, entrato a far parte dei “Cammini di Santiago” in Europa, ha una lunghezza di circa 1600 chilometri e può essere percorso anche a tappe, in totale autonomia, con soste per andare alla scoperta dei luoghi nascosti della Sardegna, quelli che siamo poco abituati a conoscere ma non per questo meno interessanti, anzi.

Il Cammino di Santu Jacu è un’esperienza davvero entusiasmante e semplice da vivere, grazie anche al sito web, alla guida multilingue e ai numerosi ostelli presenti sul territorio, e si presenta come un’occasione perfetta per staccare dalla “vita di tutti i giorni” e immergersi in una mobilità dolce a diretto contatto con la natura.

Perfetto per chi ama il turismo sostenibile e slow, si compone di quattro interessanti percorsi. Il primo inizia dalla Chiesa di San Giacomo nel quartiere Villanova a Cagliari e attraversa tutta la Sardegna, da sud a nord, per arrivare a Porto Torres.

Il secondo itinerario conduce dal piccolo borgo di Noragugume, adagiato sulle colline in provincia di Nuoro, a Oristano, attraversando la vasta regione montuosa della Barbagia per arrivare a Santa Igia, la capitale del giudicato di Cagliari dal IX secolo al 1258.

Il terzo percorso, invece, è la direttrice est che dall’elegante cittadina di Ozieri, perla della Sardegna centro-settentrionale, arriva a Olbia. Infine, il Cammino di Santu Jacu si può percorrere anche dalla zona sud ovest, dal territorio ricco di storia del Sulcis Iglesiente partendo da Cagliari per arrivare a Sant’Antioco, la grande isola collegata alla terraferma da un sottile lembo di terra e da un ponte: qui da non perdere sono gli importanti musei e siti archeologici tra cui la necropoli punica, il tophet fenicio e la bellissima basilica del V secolo.

Sosta obbligata è poi il borgo di Mandas a nord di Cagliari dove ammirare la Chiesa di San Giacomo Apostolo, in stile gotico-catalano.

Lungo il Cammino, ogni punto di arrivo può diventare punto di partenza in un percorso eclettico, variegato e sorprendente per un’esperienza unica da provare almeno una volta nella vita.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Cammino di Santu Jacu, per esplorare la Sardegna più selvaggia