Vacanze senza inibizioni, scopri le migliori mete naturiste

Sempre più italiani pronti a "liberarsi" delle vesti per una vacanza a contatto con la natura: ecco le mete ideali per chi vuole provarci

Altro che pudore! I dati raccolti da un sondaggio del sito lastminute.com raccontano di un’Italia pronta a mostrarsi senza veli: il 58% degli uomini e il 33% delle donne si dichiarano infatti pronti a prendere il sole senza costume e il 45% a partire per una vacanza da nudisti. Le motivazioni? Riconciliarsi con la natura, sentirsi liberi e, perché no, provare qualcosa di trasgressivo…

Fino a qualche anno fa meta di turismo di nicchia, oggi le strutture naturiste sembrano incuriosire sempre più persone. Perché allora non “spogliarsi” definitivamente delle inibizioni e provare già da questa estate l’esperienza nudista?

Se volete avvicinarvi alla pratica naturista in Italia esistono centri riconosciuti dalla FE.NA.IT (Federazione Naturalista Italiana) sparsi da Nord a Sud del paese. A mezz’ora d’auto da Torino, a La Cassa, c’è il villaggio Le Betulle, tra i più antichi centri in Italia. Qui potrete dedicarvi a moltissime attività, dagli sport alle passeggiate fino alle escursioni a cavallo o accompagnati dalle guide, immersi nella natura nelle magnifiche valli di Lanzo.

Il camping naturista Ca’ Le Scope a San Martino, frazione di Marzabotto (BO), nasce dall’iniziativa di due coniugi olandesi. Incastonato nell’incantevole parco naturale del Monte Sole è frequentato da numerosi turisti stranieri ed è l’ideale per chi cerca un luogo isolato in cui fuggire dallo stress della vita quotidiana.

C’è poi l’oasi naturista di Capocotta a Ostia (RM), considerata la prima di questo genere in Italia. Qui le frequentazioni naturiste sono iniziate addirittura nei primi anni ’70 e vista la nomea è quasi impossibile trovare posto in alta stagione. Spostandoci sull’Adriatico, la spiaggia naturista delle Morge a Torino di Sangro (Chieti) ha ricevuto l’autorizzazione dalla FE.NA.IT nel 2014, ma in questi quattro anni ha raccolto un notevole successo in termini di frequentatori.

A Sud, in provincia di Brindisi, il resort naturista Grottamiranda si trova ad appena sette chilometri dalla spiaggia di Torre Guaceto, immersa in un’area protetta dal WWF e frequentata da naturisti.

Se come prima esperienza naturista preferite invece lasciare il Belpaese per non correre il rischio di incontrare il vostro vicino di casa, ecco allora aprirsi un vero e proprio universo mondo di mete che potrebbero fare al caso vostro. Si parte dalla Croazia, tra i luoghi più ambiti dagli amanti del genere, con il parco naturista di Koversada, la Jerolim Beach e Pakleni Otoci nell’isola di Hvar. In Francia, sulla costa atlantica, sorge Montalivet, una delle prime spiagge per nudisti frequentata dagli anni Cinquanta. Ampia scelta in Spagna con oltre 500 spiagge naturiste. Tra le più famose Playa d’Es Cavallet a Ibiza, Es Trenc a Maiorca, Maspalomas a Gran Canaria. In Grecia l’isola di Lesbos ospita la spiaggia nudista ufficiale di Eresos, a Santorini c’è la meravigliosa Red Beach, a Zacinto ecco Banana Beach, a Mykonos Paradise Beach.

Dall’altra parte del pianeta si vola in America, in questo caso a Miami, con Haulover Beach o la Black Beach a San Diego. A San Francisco c’è Baker Beach mentre in Brasile troviamo Praia Do Pinho a Santa Catarina e Massarandupió Beach a Bahia. Siete diretti ai Caraibi? Niente paura, a Saint Barth c’è Saline Beach, giusta giusta per voi…

Vacanze senza inibizioni, scopri le migliori mete naturiste