Pietrarsa Express, il treno con le carrozze Anni Trenta

Un viaggio verso la sede di uno dei luoghi più interessanti legati alle ferrovie, dove si può ammirare il Golfo di Napoli da un'altra prospettiva

Salire su un treno antico sedendosi su sedili di inizio Novecento ed immaginarsi in un’altra epoca, ammirando lentamente il panorama dai finestrini. Non è un sogno, ma realtà. Col mese di settembre ripartono, infatti, i viaggi dello storico treno degli Anni Trenta Pietrarsa Express. Saranno due gli appuntamenti mensili per approfittare di questi viaggi esclusivi per un vero tuffo nel passato che avrà inizio dal centro di Napoli. Il primo fischio suonerà il 13 settembre ed il convoglio percorrerà la tratta Napoli-Pietrarsa attraversando paesaggi suggestivi ed intrisi di bellezza.

Nostalgici e romantici potranno dunque viaggiare a bordo delle carrozze “Centoporte” e “Corbellini” che verranno trainate da una coppia di locomotive elettriche E626, con la possibilità di scegliere tra la corsa in fascia mattutina o quella pomeridiana.
La corsa del mattino, in particolare, partirà alle 10:15 dalla stazione di Napoli Centrale per poi fare rientro alle 12:48, mentre quella pomeridiana, invece, si muoverà dai binari alle 16:15 con rientro previsto per le 19:18.
Tra le fermate anche S. Giorgio a Cremano e Portici per poi arrivare a destinazione, a Pietrarsa, dove sarà possibile entrare gratuitamente al Museo Ferroviario e visitarlo liberamente. Un luogo in cui è nata la storia delle ferrovie italiane e dove, il 3 ottobre 1839 nell’allora Regno delle Due Sicilie, veniva inaugurata la prima strada ferrata d’Italia: quella che congiungeva Napoli a Portici. La sede espositiva è unica nel panorama nazionale ed è considerata come una delle più affascinanti tra tutti i musei ferroviari d’Europa. Tanti i materiali conservati in un’area di 36.000 metri quadrati dove una parte è occupata da un meraviglioso giardino botanico con piante provenienti da tutte le parti del mondo. Da qui, poi, si può godere di una vista unica sul Golfo di Napoli, del suo mare, delle incantevoli spiagge e del Vesuvio.

Insomma, un viaggio in treno in queste meravigliose zone è proprio un’occasione da non perdere. Inoltre, la visita al museo è già inclusa nel prezzo del biglietto che ha un costo di 12 euro, andata e ritorno per adulti, 6 euro per i ragazzi dai 4 ai 12 anni mentre i piccoli sotto i 4 anni non pagano nulla.

Un’esperienza unica che permetterà a tutti di fare un vero e proprio viaggio nel tempo e di immaginare storie antiche legate ai viaggiatori che ogni giorno salivano su queste carrozze.

Il tragitto da Napoli è stato pensato per essere vissuto in famiglia, in totale sicurezza visto il potenziamento di sanificazione e disinfezione dei treni, disinfettanti per le mai a bordo dei treni ed un nuovo criterio di prenotazione dei posti a bordo che, mantenendo invariato il comfort, garantisce il rispetto delle distanze di sicurezza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pietrarsa Express, il treno con le carrozze Anni Trenta