Ora, in aereo, potranno salire anche i cavalli (purché nani)

Da qualche anno impiegati per assistere le persone con disabilità, i Miniature Horses potranno salire ora anche in aereo

Avrete magari sentito parlare, di recente, di animali da supporto emotivo, capaci di calmare l’ansia e di aiutare le persone a gestire le loro emozioni. Sono ammessi anche in aereo, tali animali. Ma se pensavate si parlasse solo di cani e gatti, siete molto lontani dalla realtà.

La Alaska Airlines, una delle maggiori compagnie aeree americane, ha annunciato qualche giorno fa che – a salire a bordo dei velivoli – saranno ora anche i… cavalli! Ovviamente, non stiamo parlando di stalloni, ma dei Miniature Horses, una razza speciale di cavalli che si caratterizza per l’altezza (molto) ridotta: massimo 38 pollici, pari a circa 96 centimetri.

Ma perché si dovrebbe avere la necessità di portare un cavallo sull’aereo? Il motivo è presto detto: i Miniature Horses, negli ultimi anni, sono sempre più impiegati come guide per le persone con disabilità, soprattutto per gli ipovedenti grazie alla loro vista straordinaria. Questi cavalli in miniatura possono vivere fino a trent’anni, e sono una valida alternativa per chi necessita di un animale come aiuto per la sua vita quotidiana, ma è magari allergico al pelo di cani e gatti.

Ci sono però delle condizioni, poste dalla Alaska Airlines: i cavalli in questione devono essere stati addestrati per assistere persone: cieche o ipovedenti, sorde o affette da ipoacusia, diabetiche, epilettiche, con mobilità limitata, o con problemi psichici. Non sono quindi ammessi i Miniature Horse come animali di supporto emotivo: quella categoria, rimarrà riservata a cani e gatti. Per i cavalli, la necessità deve essere certificata.

La domanda sorge spontanea: dove siederanno i cavalli? In realtà, non siederanno: staranno in piedi, di fronte alla paratie (le pareti che dividono le classi all’interno della cabina), laddove potranno essere più comodi. In realtà, non è la sola Alaska Airlines ad aver introdotto la possibilità di portare a bordo i Miniature Horse: anche volando con American Airlines, Southwest Airlines e JetBlue Airways lo si può fare.

Non c’è modo, peraltro, di sapere in anticipo se a bordo del proprio aereo ci sarà un cavallo. Lo si scoprirà una volta in cabina, ma una cosa è certa: si tratterà di un passeggero dolcissimo, educato e molto intelligente.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ora, in aereo, potranno salire anche i cavalli (purché nani)