Campania: ultimi giorni per visitare gratis i musei della regione

La grande bellezza di Napoli e dell'intera regione Campania è ora accessibile a tutti: questi sono i musei e i parchi da non perdere

Con il nuovo Dpcm del 16 gennaio, un piccolo ma fondamentale passo per la ripresa del nostro Paese è stato fatto: musei, monumenti, parchi archeologici e attrazioni naturali hanno riaperto. Certo, lo hanno fatto con dei limiti e delle condizioni, come quelli delle aperture solo nelle regioni gialle e durante i giorni feriali, ma la possibilità di tornare a fruire della bellezza dell’arte ci sembra comunque un inizio grandioso.

Tra le regioni in prima linea che hanno promosso e accolto con entusiasmo questa novità, c’è la Campania che, proprio per festeggiare questo piccolo passo verso la normalità, ha deciso di riaprire musei e siti archeologici facendo un regalo a tutti i cittadini con l’accesso gratuito ai luoghi più belli di Napoli e della regione.

Così, fino al 29 gennaio sarà possibile andare alla scoperta dei siti archeologici e culturali che sono sotto la Direzione regionale Musei Campania. Iniziativa, questa, che ha come obiettivo quello di premiare la forza e la tenacia delle persone che per molti mesi sono state costrette a restare lontane dalla grande bellezza del nostro Paese.

Tutte le istituzioni che apriranno le porte ai cittadini lo faranno in totale sicurezza, con visite contingentate, obbligo di indossare la mascherina e di rispettare le distanze di sicurezza.

Ma quali sono i musei e i parchi con accesso gratuito in Campania? Nella splendida e vivace città di Napoli, sarà possibile andare alla scoperta di Castel Sant’Elmo e della Certosa e del Museo di San Martino. E ancora, apriranno le porta ai visitatori Villa Floridiana e il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes.

A Caserta, invece, sarà possibile esplorare il Museo archeologico dell’antica Capua e l’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere. A Salerno apriranno le porte il Museo archeologico nazionale di Pontecagnano e la Certosa di San Lorenzo a Padula.

Anche il Museo archeologico territoriale della Penisola Sorrentina attende con ansia i cittadini con una riapertura gratuita straordinaria così come Georges Vallet a Piano di Sorrento.

Nella lista dei musei con accesso gratuito fino al 29 gennaio troviamo anche la Certosa di San Giacomo a Capri, il Teatro romano di Benevento, il Museo storico archeologico di Nola, il Museo archeologico di Teanum Sidicinum a Teano e il Museo archeologico nazionale di Eboli e della media Valle del Sele.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Campania: ultimi giorni per visitare gratis i musei della regione