Cinque borghi slow da non perdere in Italia

Non c’è nulla di meglio di godersi una vacanza all’insegna della lentezza e del buon vivere: ecco quindi 5 borghi slow da non perdere per il prossimo viaggio

L’Italia è ricca di luoghi ancora inesplorati, in cui immergersi nella cultura locale e godere di tutte le bellezze paesaggistiche. I borghi suscitano sempre più interesse nei viaggiatori di tutto il mondo, perché rappresentano l’autenticità del Bel Paese e perché sono luoghi in cui vivere esperienze indimenticabili. Per i prossimi week end fuori porta, ma anche per una vacanza più lunga, ecco 5 borghi slow da non perdere.

Partiamo dalla Romagna, con lo splendido borgo di Brisighella in provincia di Ravenna. Si tratta di un borgo medievale adagiate sulle colline, con un vasto patrimonio storico, culturale ed enogastronomico. A Brisighella si produce l’olio extravergine d’oliva, ma anche dell’ottimo vino e i piatti della tradizione sono proposti in tutte i ristoranti del borgo. Da non perdere sono la Rocca Manfrediana, la Torre dell’Orologio e via del Borgo, chiamata anche via degli Asini. Spostandosi in Piemonte, ad accogliere i turisti slow, c’è il borgo di Gavi, in provincia di Alessandria. È situato sulle colline dell’Alto Monferrato e il suo paesaggio è ricoperto da vigneti e boschi. Qui si produce un’eccellenza vitivinicola italiana, il Gavi DOCG da gustare insieme agli insaccati di suino e bovino che sono anche Presidi Slow Food.

Più a sud invece si trova Pietralunga, in provincia di Perugia: un borgo medievale meta dei pellegrini che percorrono il cammino di San Francesco. Pietralunga è situato nella valle del Carpina, una zona di alto interesse paesaggistico. Oltre a questo, nel borgo non sono da perdere la Rocca, il Palazzo Comunale e il Palazzo Fiorucci. In Abruzzo invece c’è Navelli, il borgo dello zafferano, un meraviglioso centro antico situato su un colle, dove un tempo passava un tratturo. Il bellissimo Palazzo Santucci del ‘600, Palazzo Onofri, la Chiesa San Sebastiano e Porta Castello sono le principali cose da vedere in questo affascinante borgo abruzzese.

Infine, in Sardegna c’è Galtellì, il borgo protagonista del romanzo Canne al Vento di Grazia Deledda. Situato nell’entroterra, Galtellì affascina tutti i viaggiatori per le sue atmosfere antiche e la sua autenticità. Qui si possono degustare ottimi vini, salumi e i piatti della tradizione sarda, ma oltre a questo si può dormire anche all’interno del castello Malicas.

5-borghi-slow-da-non-perdere

Cinque borghi slow da non perdere in Italia