Cosa sono le pulci da letto, il parassita che chi viaggia deve conoscere

Le pulci da letto sono diventate un problema serio per i pellegrini ed i viaggiatori, perché esse infestano i letti degli alberghi provocando fastidiose punture

Le pulci da letto, da un po’ di tempo ormai, sono diventate un problema serio, sia per i pellegrini che per i viaggiatori. Queti animaletti di colore marrone-rossastro sono lunghe 7/8 mm ed hanno il corpo schiacciato. Esse amano vivere nascosti negli angoli bui e gli zaini e le valigie sono il loro posto preferito per nascondersi, ma anche il mezzo più comune con cui questi insetti vengono portati da un luogo all’altro. Infatti, basta poggiare lo zaino sul letto, per farle annidare nel materasso, o nelle intelaiature dei letti, soprattutto quelle in legno. Le pulci da letto si muovono solo di notte, quando c’è il buio.

Esse escono dalle loro tane, fatte all’interno del materasso o nei buchi dei muri e saltano addosso alla vittima prescelta, cercando una vena superficiale per succhiargli il sangue. Le pulci da letto diversamente da altri insetti non sono vettori di malattie pericolose per l’uomo, le loro punture si riconoscono perché sono delle bolle arrossate con un puntino più scuro al centro, ma soprattutto sono molto fastidiose perchè molto pruriginose che vanno via da sole dopo pochi giorni. Solo chi è allergico alla loro saliva può avere problemi più gravi, perché con il passare dei giorni si formano delle bolle rosse che generano un prurito insopportabile, che diventano delle lesioni.

Il problema sembra essere molto più diffuso, perché negli ultimi dieci anni, si sono registrate sempre più infestazioni di pulci da letto in tutto il mondo, soprattutto tra i pellegrini. Questo perché oggi non si può più usare il DDT che aveva quasi sterminato le pulci da letto perché è molto dannoso sia per l’ambiente che per gli uomini. Non solo i viaggiatori vengono a contatto con le pulci da letto, ma anche i pellegrini. Infatti, chi vuole intraprendere un pellegrinaggio, come quello del cammino di Santiago de Compostela, viene avvertito, prima di partire.

L’Ufficio per il Turismo avverte i pellegrini della presenza di queste pulci da letto presenti sul cammino , non solo negli ostelli, ma anche negli alberghi a più stelle.
Bastano alcune semplici regole che il viaggiatore o il pellegrino deve assolutamente rispettare, per evitare di imbattersi in questi insetti. Bisogna controllare bene il letto e il materasso prima di stendersi, tenere gli indumenti chiusi in sacchetti. Quando si torna a casa, è importante lavare i vestiti in acqua calda, perché sia le pulci da letto che le uova con il calore muoiono e controllare bene gli zaini e le valigie.

Cosa sono le pulci da letto, il parassita che chi viaggia deve co...