Dormire nei Pop-Up Hotel in Svizzera: 11 hotel per un’esperienza unica

Fino al 31 agosto, in Svizzera, è possibile soggiornare all'interno di 11 esclusive stanze in contesti da favola

Volete regalarvi una breve vacanza in Svizzera? Fino al 31 agosto 2018, potrete prenotare – al posto dei tradizionali hotel, o degli appartamenti in affitto – una stanza all’interno di 11 Pop-Up Hotel, per un’esperienza di soggiorno davvero esclusiva.

L’elenco completo delle strutture si trova sul sito My Switzerland, dove le strutture sono spiegate nel dettaglio e in tutta la loro particolarità; qui, potrete scegliere quella che fa al caso vostro e poi essere reindirizzati al sito Swiss Urban Sleeping, per effettuare la prenotazione diretta.

I Pop-Up Hotel sono 11, e sono sparsi un po’ per tutto il Paese. A cominciare dalle grandi città. A Zurigo, ad esempio, si può dormire in una coloratissima stanza disegnata dall’artista Max Zuber sopra il locale di tendenza Milchbar; a Basilea, si ha l’occasione unica di soggiornare all’interno di un bilancione da pesca lungo le rive del Reno, un capanno di 14 metri quadri da cui volendo – con l’aiuto di un pescatore esperto – si può anche pescare nel fiume.

Pop-Up Hotel Basel

A Lucerna, il Seehotel Kastanienbaum apre la sua rimessa privata per le barche e regala a tutti la possibilità di dormire in un luogo segreto sull’acqua, con la possibilità di gustare un romantico barbecue preparato da un maggiordomo; a Bellinzona, invece, si può vivere un’esperienza regale soggiornando in una delle torri del Castelgrande, in una stanza modernamente arredata dal celebre architetto ticinese Carlo Rampazzi.

Tra le esperienze più incredibili che i Pop-Up Hotel permettono di vivere in Svizzera, una menzione d’onore la merita la proposta di Losanna: qui, si può dormire sotto una bolla di vetro con vista sulle stelle, sul lago di Ginevra e sulle Alpi, nel cuore del parco del Beau-Rivage Palace; di tutt’altro stampo è invece il Pop-Up Hotel di Berna, ricavato da quella dogana di Nydeggbrücke in cui negozianti e commercianti dovevano in passato pagare un supplemento sulle loro merci.

Pop-Up Hotel Lausanne

Grazie all’iniziativa lanciata dall’ente del turismo svizzero, a Soletta si può persino dormire all’interno dell’edificio più antico della città, la Krummturm, torre muraria del XIV secolo da cui è stata ricavata una suite con vista sull’Aare, in quella che un tempo era la stanza del guardiano; a Vevey, si dorme all’interno della boutique Bravo!, tra cosmetici, oggetti d’arte e fotografie raccolti sotto un vetro artistico. Infine, si può vivere per qualche notte l’atmosfera di un battello sul Reno (a Sciaffusa), il lusso della torre dell’Hotel Einsten con vista mozzafiato sulla città (a San Gallo, in una camera riprodotta facendo riferimento alla Grüne Turm, utilizzata come porta della città e più tardi come prigione) oppure il brivido della cella di una prigione, a Baden.

Pop-up Hotel Schaffhausen

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dormire nei Pop-Up Hotel in Svizzera: 11 hotel per un’esperienza...