Viaggio a Grenoble, “Capitale verde europea 2022”

È la città francese di Grenoble a vincere il titolo di "Capitale verde europea 2022" e per molti ammirevoli motivi

E anche quest’anno la Commissione Europea ha decretato il vincitore del premio “Capitale verde europea 2022”, un importare riconoscimento indirizzato a chi è riuscito a a realizzare ambiziosi obiettivi nei temi della salvaguardia ambientali e dello sviluppo economico sostenibile. E a salire sul gradino più alto del podio è stata la città francese di Grenoble, “per il suo approccio pionieristico alla gestione del clima”.

In particolare, la giuria ha verificato le politiche adottate in materia di miglioramento della qualità dell’aria, delle risorse idriche, della gestione dei rifiuti, della mobilità, di governance, di adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici, di tutela della biodiversità e di capacità di assicurare una crescita economica sostenibile.

Grenoble, città natale di Stendhal che di questa scriveva :”alla fine di ogni strada, c’è una montagna” si impegnerà, di conseguenza, ad attuare un cambiamento sistemico e che porta con sé un approccio innovativo alla democrazia partecipativa per la governance del territorio urbano.

E a tal proposito la Commissione europea ha assegnato all’amministrazione cittadina e agli stessi abitanti, un premio di ben 350,000 euro da utilizzare per organizzare i diversi eventi che daranno vita alla manifestazione “Capitale verde europea”, e che durerà per un intero anno.

Una città davvero straordinaria e immersa in un paesaggio a dir poco mozzafiato. Questa, infatti, è abbracciata dalle maestose vette delle Alpi francesi e vanta anche un’architettura in vecchio stile e una certa raffinatezza.

Durante l’inverno, inoltre, si trasforma in un vero e proprio campo base per esclusive località sciistiche francesi, come les Deux-Alpes, l’Alpe d’HuezChamrousse. Interessante anche il suo centro storico, dove si trova il Palazzo del Parlamento del Delfinato che domina la bella Place St-André, con l’omonima chiesa, la statua del cavaliere Baiardo – uno dei più celebri spadaccini del Medioevo – e l’antico Café La Table Ronde, con più di due secoli di storia.

Particolarmente suggestiva è anche anche la Place Grenette, con le sue caffetterie, la piazza del mercato, la Place aux Herbes.

Ma non solo Grenoble, è stato assegnato in “ex equo” infatti il premio “Foglia verde europea 2021”. Riconoscimento ottenuto dalla città di Gabrovo (Bulgaria) e alla città di Lappeenranta (Finlandia), alle quali andranno ben 75,000 euro ciascuna.

Gabrovo, nota come la capitale internazionale dell’umorismo e della satira, è stata premiata per l’impegno a favore dell’efficienza energetica e per aver adottato tecnologie pulite negli ultimi dieci anni.

Mantre Lappeenranta, vivace città universitaria e centro commerciale del sud-est della Finlandia, ha guadagnato questo premio per l’impegno a diventare una città verde modello. Il tutto ottenendo ottimi risultati nei vari indicatori previsti dalla Commissione.

Grenoble capitale verde europea 2022

Grenoble @iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggio a Grenoble, “Capitale verde europea 2022”