Vevey, sul lago di Ginevra tra le piste da sci e i treni del vino

Immersa in un panorama da favola, Vevey visse un periodo d'oro durante la Belle Époque e fu scelta da Charlie Chaplin come sua casa.

Considerata una tra le perle della Riviera Svizzera, Vevey si affaccia su quel lago Lemeno noto ai più come lago di Ginevra.

Ha una meravigliosa vista sul panorama alpino, Vevey, e offre la possibilità di organizzare splendide escursioni tra i vigneti. Perché qui, dove d’inverno si viene essenzialmente per sciare, durante la bella stagione le possibilità sono infinite. E annoiarsi è praticamente impossibile. Durante la Belle Époque, alla fine del XIX secolo, visse il suo periodo di massimo splendore, di cui oggi rimane testimonianza nei suoi hotel e nella passeggiata sul lungolago con le palme e le aiuole in fiore.

A Vevey trascorse 25 anni della sua vita Charlie Chaplin. A Vevey, durante l’inverno, oggi si viene per il comprensorio sciistico di Les Pléiades, perfetto per le famiglie grazie alle sue pendenze dolci; qui ci sono tre circuiti di sci di fondo, e 10 km di piste che attraversano foreste e colline. Si fanno escursioni con le racchette sui prati innevati delle Prealpi, mentre la teleferica di Avants-Sonloup conduce sino ad una pista per gli slittini lunga 2.3 chilometri.

Le Pleiades

Ma è d’estate, che Vevey dà il suo meglio. Tantissimi sono i circuiti che, nei dintorni, sono pensati per escursioni a piedi e in bicicletta. Del resto, la Riviera Vodese tutta è la patria dello sport outdoor: vi è una popolare discesa che conduce dalla cima di Les Pléiades (1360 metri) sino alla Valle di Vevey, e che durante la primavera permette di pedalare tra i narcisi in fiore.

Un discorso a parte lo meritano i treni. A cominciare dal “Train des étoiles” (treno delle stelle) che in un’ora, da maggio ad ottobre, da Vevey conduce sino all’osservatorio astronomico di Les Pléiades. Una volta giunti in cima, gli escursionisti vengono condotti lungo un percorso a quattro stazioni, alla scoperta dei segreti del sistema solare, delle stelle e della Via Lattea. Ci sono poi le locomotive a vapore storiche che viaggiano lungo la tratta ferroviaria – museo tra Blonay e Chamby, e c’è lo spettacolare “Train des vignes“.

Percorre un tratto molto suggestivo, il treno delle vigne, lungo i vigneti terrazzati di Lavaux dichiarati nel 2007 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, con viste spettacolari sul lago di Ginevra e sulla Savoia. Attivo in estate, parte dalla stazione di Vevey e raggiunge Puidoux-Chexbres, da cui hanno inizio i percorsi che attraversano le splendide terrazze viticole. In alternativa, il “Lavaux panoramic” è un treno turistico su ruote gommate che parte da Chexbres-Village e conduce i visitatori tra le vigne, attraversando stradine strette strette, mentre i “Lavaux express” partono da Lutry e Cully.

Esperienze incredibili in un Paese, la Svizzera, che merita d’essere scoperto a pieno.

Vigneti di Lavaux

Vevey, sul lago di Ginevra tra le piste da sci e i treni del vino