Sold out per l’estate italiana: ecco dove e quando

Primi segnali positivi per la prossima stagione turistico-balneare: molte regioni costiere italiane registrano già il tutto esaurito

Si iniziano a intravedere segnali positivi per la prossima stagione turistico-balneare, e lo conferma il sold out registrato già in molte regioni costiere italiane. È quanto emerge da una prima indagine di Federbalneari Alberghi, associazione di categoria del turismo alberghiero del mare aderente a Federbalneari Italia.

Nelle scorse settimane, l’associazione aveva spinto per l’accelerazione dell’iter per il Green Pass, considerato uno strumento fondamentale per salvare l’estate degli stranieri in vacanza in Italia, un settore che, sottolineano, “vale 11,2 miliardi per il sistema turistico nazionale”.

Intanto, le prenotazioni domestiche per luglio e agosto assicurano ottime previsioni per le strutture ricettive nelle località balneari.
La più gettonata del momento è la Sardegna, che punta al tutto esaurito nei mesi estivi, mentre il periodo prediletto dagli stranieri (ossia quello solitamente compreso tra aprile e giugno) è considerato quasi irrimediabilmente perso dagli operatori del comparto turistico-alberghiero.

C’è ottimismo anche per la Puglia, tra le più amate dal turismo incoming, con notizie che lasciano prevedere una crescita esponenziale del turismo balneare per la prossima estate.

Segnali positivi giungono dalla Liguria, dove alle prenotazioni dei visitatori italiani che non rinunciano all’estate in una delle perle della regione, si aggiungono diverse prenotazioni da maggio in poi da parte di ospiti tedeschi e svizzeri.

Negli stessi mesi è previsto il tutto esaurito anche in Emilia Romagna, sia sulla Riviera che sull’Appennino, così come pure nel Lazio, con numerose case vacanze e villini già prenotati in alcune delle località turistiche più belle della regione, come Sabaudia, Sperlonga, Terracina e San Felice Circeo.

L’introduzione della carta verde ha, inoltre, riacceso le speranze di viaggiatori e operatori del settore in Campania, dove sono già partite le prenotazioni per le isole di Capri, Ischia e Procida, in procinto di diventare Covid-free, e per il Cilento. In particolare, l’ambita meta nella provincia di Salerno potrebbe beneficiare soprattutto del turismo straniero, considerando che il il 70% delle camere e case private sono già state prenotate per agosto, e il 30% per luglio. Tra le località prese d’assalto, spiccano Agropoli, Pollica e Santa Maria di Castellabate.

“Il Green pass ci consentirà di essere competitivi a livello europeo – ha commentato il presidente di Federbalneari Italia, Marco Maurelli – soprattutto nei confronti di quei Paesi che si stanno già muovendo in questa direzione: in primis la Grecia, vera e propria promotrice dell’iniziativa, ma anche Spagna, Croazia, Austria, Polonia, Danimarca, Estonia e Finlandia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sold out per l’estate italiana: ecco dove e quando