Delta del Po: un paradiso secondo il National Geographic

Le bellezze del parco tra dune, fiumi e villaggi di pescatori

Il Parco Regionale del Delta del Po è un ambiente straordinario, dove natura, flora, fauna, arte e storia si incontrano. La sua unicità è stata riconosciuta anche dal National Geographic, che ha definito questo posto un paradiso italiano poco conosciuto.

A cavallo tra il Veneto e l’Emilia Romagna, il delta del Po si estende su una superficie di oltre 52.000 ettari, rappresentando una delle aree più produttive e ricche per biodiversità d’Italia. Si tratta quindi di un ambiente unico e per questo è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1999.

Istituito nel 1988 per salvaguardare la flora autoctona e la fauna di questa zona, il parco ospita infatti più di 370 specie di animali (tra queste più di 300 sono aviarie) e oltre 1.000 specie di piante. Il suo variegato paesaggio ospita una miriade di habitat, dalle lagune ai sistemi dunali costieri e ai banchi di sabbia, rendendolo un importante centro di conservazione in Europa.

Nel suo reportage, il focus di National Geographic si concentra anche su una comunità di pescatrici, donne che hanno saputo rompere le barriere affermandosi con una professione tradizionalmente dominata dagli uomini.

Il Parco Regionale del Delta del Po però non è solo natura, ma racchiude anche alcune bellezze storiche, culturali e artistiche nei tanti borghi e villaggi di pescatori sparsi sul suo territorio, come Comacchio, Porto Tolle o Gorino Veneto. Le mete più frequentate sono Comacchio e Ferrara, la cui vicinanza al delta rende facile pianificare gite giornaliere di osservazione della fauna selvatica.

Soprannominata “Piccola Venezia” per il suo sistema di canali, la Comacchio medievale vanta il centro storico più originale ed affascinante del Parco del Delta del Po. Il centro della città laguna conserva intatte le vestigia dei secoli passati, mantenendone monumenti e palazzi. Ferrara è invece una città d’arte a tutto tondo, che ha prosperato soprattutto in epoca rinascimentale, ospitando musei, collezioni e rovine architettoniche, diventando Patrimonio Mondiale dell’Unesco nel 1995.

Una visita nel Parco del Delta del Po è l’ideale per i visitatori che vogliono godersi la natura, con il suo equilibrio tra terra e acqua completamente incontaminato, che può essere esplorato a piedi, in bicicletta o a cavallo.

Barche nel porto di Ravenna

Barche nel porto di Ravenna

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Delta del Po: un paradiso secondo il National Geographic