Sulle piste ciclabili della Liguria che corrono lungo il mare

Dal mare alle vallate, dalle montagne ai piccoli borghi, le piste ciclabili della Liguria sono tra le più belle d'Europa

Coi suoi scenari naturali, i panorami mozzafiato e la sua ricchezza paesaggistica, la Liguria è la destinazione perfetta per i cicloturisti. Si possono scegliere percorsi romantici da fare con la propria dolce metà oppure itinerari dinamici per una giornata all’insegna dell’adrenalina: quelle liguri sono tra le piste ciclabili sul mare più belle d’Europa.

Qui, nella terra che ha ispirato canzoni e poesie, i più sportivi possono mettersi alla prova con percorsi di varia difficoltà, mentre chi è in cerca di relax può trovarlo pedalando lentamente su strade che sfiorano le rocce e sentieri a picco sul mare, allietati da un clima mite anche fuori stagione.

Una delle piste ciclabili più belle delle Liguria è quella che attraversa i Monti Liguri: si pedala dominati dalle cime innevate, con la vista del mare all’orizzonte. Sono 15 gli itinerari che la traversata offre, da scegliere in base alla propria preparazione e alla propria velocità.

Lunga 440 km, l’Alta Via dei Monti Liguri corre parallela alla costa, da La Spezia a Ventimiglia, giungendo sino al confine francese. Percorrendola, si attraversano splendidi parchi naturali: il Beigua, il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, quello delle Capanne di Marcarolo e l’Aveto. La quota massima che si raggiunge supera i 2.000 metri ed è rappresentata dal monte Saccarello.

Ad alto tasso di andrenalina sono anche i percorsi offerti dall’Altopiano delle Manie. Qui, con vista sul Golfo di Noli e di Varigotti, è possibile percorrere l’itinerario della 24h di Finale, che ogni anno richiama 1.500 partecipanti da tutto il mondo. Larghi sterrati, single track, tracciati per il down hill: gli appassionati di mountain bike hanno di che divertirsi.

Da Lavagna e sin dentro le verdissime vallate, la Ciclovia dell’Ardesia conduce – per 35 km – alla scoperta di antiche tradizioni, col fiume Entella a fare da sfondo tra canneti, salici e bambù. Ben segnalato dai cartelli, l’itinerario si conclude a Tribogna, nell’entroterra ligure, ed è perfetto da percorrere anche con i bambini: tanti sono infatti i pannelli informativi sulla flora e sulla fauna locali e divertenti sono i boschi di castagno e i piccoli guadi da attraversare.

Ci sono poi le piste ciclabili nate dal recupero di vecchie ferrovie. Sopra il porticciolo di Framura ha inizio un itinerario ciclopedonale lungo 5 km che conduce sino a Levante. È un percorso romantico, questo, che accarezza il mare e i palazzi storici. Lungo la strada, tante sono le calette che si susseguono (la spiaggia di Porto Pidocchio, per esempio, è perfetta per gli amanti del climbing).

Perché la Liguria, le emozioni più forti, le regala col suo mare. Per assaporarle, si possono percorrere i 24 km del parco costiero della Riviera dei Fiori, che comincia a San Lorenzo al Mare e arriva a Ospedaletti. Qulasiasi sia l’itinerario scelto, le sensazioni saranno comunque straordinarie. Perché la natura è unica, in questa Regione. E gli scenari pure.

Guarda le altre piste ciclabili della Liguria o delle altre regioni d’Italia.

Sulle piste ciclabili della Liguria che corrono lungo il mare