Tour a Oneglia, borgo marinaro perla della riviera ligure

Oneglia è pittoresco borgo marinaro dalla movida vivace. Con chiese barocche e ville misteriose, è uno dei due abitati della città di Imperia

Un pittoresco borgo marinaro dalla movida vivace. Con chiese barocche e ville misteriose. È Oneglia oggi uno dei due abitati della città di Imperia, autonomo fine al 1923. La perla della riviera ligure che vi aspetta per una vacanza da sogno.
Il centro ottocentesco di Oneglia ha il fulcro in piazza Dante, luogo di riferimento della città da cui si diramano le vie principali dell’abitato, che per secoli è stato un vecchio borgo di pescatori, ma che oggi vive di commercio e turismo. La vocazione marinara è rimasta fortissima ed è palpabile nei vicoli caratteristici. Una di queste è via Bonfante che coi suoi portici ospita eleganti negozi e che il sabato pomeriggio si affolla di giovani imperiesi.
Piazza Dante è sovrastata dal palazzo del “Cremlino” l’ex palazzo comunale di Oneglia ed è incorniciata da una fila di portici in stile neoclassico, che si affaccia sul mar ligure. Il porto è delimitato da due moli ed è il centro della movida. Quello che si estende maggiormente del “molo lungo” è percorribile a piedi e vi sono attraccate le imbarcazioni dei pescatori. Passeggiando o sedendovi sulle panchine potete godere della bellezza della lunga fila di antichi edifici colorati e situati sulla banchina del porto. Il fascino dei colori e dei porticati è tipico della Liguria. Dal molo lungo si può ammirare il profilo del promontorio del Parasio a Porto Maurizio (il secondo abitato di Imperia).
Il secondo molo, detto “molo corto” per il confronto col primo, non è aperto al pubblico perché viene utilizzato per carico e scarico e ospita due grandi gru.
Sotto i portici della calata Cuneo, sormontati da abitazioni pittoresche tipicamente liguri, sulla banchina di Oneglia ci sono le pescherie e tutti i ristoranti tipici che durante il periodo estivo si riempiono di turisti. Tanti i ristoranti dove si possono assaggiare le specialità marinare. Tra queste non può mancare la piscialandrea, o la pizza all’Andrea, una sorta di pizza condita con pomodoro, capperi, olive, aglio, pasta d’acciughe e origano irrorati di olio taggiasco e così nominata perché pare che fosse particolarmente gradita all’ammiraglio Andrea Doria, che nacque ad Oneglia nel 1466.
Alle spalle del porto si può vedere il centro storico di Oneglia, col palazzo dove nacque Andrea Doria, il mercato coperto dei generi alimentari, le vecchie case dei pescatori e piazza San Giovanni, luogo di ritrovo amato e molto frequentato da tutti gli onegliesi. Qui sorge la Collegiata di san Giovanni Battista, forse il monumento più importante di Oneglia, una chiesa in stile tardo barocco genovese, risalente al 1739.
Al confine orientale della città ci sono resti della settecentesca cinta muraria. Lungo il tratto della via Aurelia che unisce Oneglia a Diano marina, tra la folta vegetazione a picco sul mare si trova la casa Rossa, dove dimorò il poeta Angelo Silvio Notaro.
E sula collina delle Cascine svetta villa Grock, fatta edificare dal clown svizzero Adrien Wettach, in arte Grock, considerato il più grande clown di tutti i tempi. Villa Grock è una meravigliosa villa liberty, con giardino e laghetto, isolotto e un padiglione per i festeggiamenti. Un luogo magico con architetture e decorazioni cariche di simbolismi esoterici e massonici affascinanti. Fu costruita tra il 1924 e il 1930 da Grock che si era innamorato di Imperia.
Lo stesso Grock ideò la dimora nei minimi dettagli trasmettendo alla struttura il proprio spirito e la propria anima, trasformandola in qualcosa di vivo. Lo stile è un misto stravagante di rococò, liberty, art deco e elementi orientali. Tanti i richiami, nelle sculture e negli affreschi, all’arte clownesca. La dimora viene spesso utilizzata per ricevimenti e set fitografici. Nel 2015 è stato il set del remake ufficiale della famosissima “Thriller” di Michael Jackson.
 Tra Oneglia e Castelvecchio si trova invece il Museo dell’olivo, in uno stabile liberty, che un tempo ospitava la ditta olearia dei fratelli Carli. Grazie al clima temperato di Imperia, mediterraneo con estati calde ma non afose e inverni miti, nella zona di Oneglia prosperano ulivi e annualmente alla fine di novembre di tiene la fiera espositiva di Olioliva.
Ma la manifestazione più importante di Oneglia è senza dubbio la festa di San Giovanni che cade il 24 giugno nel giorno di San Giovanni Battista. Nell’area della banchina vengono organizzati stand per gli espositori locali e nel grande piazzale alla base del molo viene allestita l’area con grandi capannoni dove la sera si cena con i piatti della tradizione locale. L’area spettacoli di giorno ospita le manifestazioni sportive e di sera diventa pista da ballo liscio e latino americano. Durante la settimana tanti eventi culturali che culminano il giorno di san Giovanni con le funzioni sacre e la tradizionale processione lungo le vie cittadine; la sera lo spettacolo pirotecnico sul mare.
Tour a Oneglia, borgo marinaro perla della riviera ligure