I piccoli musei di Roma da scoprire e riscoprire

In occasione della VI giornata mondiale dei piccoli musei, quelli di Roma spalancano le porte e mettono in mostra le loro collezioni. Scopriamoli insieme

Una passeggiata per Roma può trasformarsi in un vero e proprio itinerario di scoperta continua fatto di magia e meraviglia. Perché per quanto si pensi di conoscere la capitale in ogni sua forma, angoli, quartieri e stradine non smettono di stupire. Sono loro, infatti, a custodire la grande bellezza della città eterna.

Ma la grandiosità di Roma non è solo quella da ammirare per le strade, ma è anche quella conservata nei musei, preziosi custodi delle meraviglie passate e presenti. E se è vero che le più grandi Istituzioni Museali di Roma, come i Musei Capitolini, l’Arapacis o la Galleria Borghese, sono diventate con il tempo delle vere e proprie attrazioni per cittadini e turisti provenienti da ogni parte del mondo, è vero anche che i piccoli musei della città eterna possono raccontarci nuove e inedite storie.

E quale occasione migliore abbiamo, se non quella della VI giornata mondiale dei piccoli musei, per scoprire e riscoprire quelli di Roma? Grazie all’adesione alla manifestazione da parte della sovrintendenza capitolina, un programma ricco di iniziative si snoderà in lungo e in largo in città domenica 19 settembre.

In occasione della manifestazione promossa dall’Associazione Nazionale Piccoli Musei, la città eterna darà vita a una serie di appuntamenti aperti al pubblico, promossi da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Domenica 19 settembre, i piccoli musei del sistema museale di Roma Capitale organizzeranno visite guidate e aperture straordinarie per scoprire le preziosi collezioni del Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, del Museo Napoleonico, del Museo di Casal de’ Pazzi, del Museo Pietro Canonica e del Museo Carlo Bilotti in Villa Borghese. Scopriamoli insieme.

Museo di Casal de’ Pazzi

Situato tra via Tiburtina e via Nomentana, il Museo di Casal de’ Pazzi è un’importante area di interesse archeologico, geologico, paleontologico trasformata in un museo. Ospita, infatti, numerosi e preziosi reperti geologici, paleontologici e archeologici che mettono in scena un vero e proprio viaggio nel passato in un paesaggio preistorico ormai scomparso.

Museo della Scultura Antica Giovanni Barracco

La prestigiosa collezione di sculture antiche donata da Giovanni Barracco rivive nel museo omonimo situato nel rione Parione, vicino a Campo de’ Fiori. Questa raccoglie opere d’arte egizia, assira, fenicia, cipriota, etrusca, greca e romana.

Museo Napoleonico

In Piazza di Ponte Umberto I, storie e curiosità su quattro generazioni di Bonaparte, sono in mostra perennemente all’interno del Museo Napoleonico che raccoglie, appunto, preziosi arredi e oggetti d’epoca del patrimonio di Napoleone.

Museo Pietro Canonica

Il Museo Pietro Canonica è la casa-museo del grande scultore Pietro Canonica situata vicino a Piazza di Siena, a Villa Borghese. Al suo interno è possibile entrare in contatto con l’universo dell’artista attraverso le sue opere.

Museo Carlo Bilotti

Il Museo Carlo Bilotti, situato all’interno dell’Arancieria di Villa Borghese, ospita dipinti, sculture e acquerelli della collezione privata del mecenate e collezionista Carlo Bilotti, raccolte in anni di frequentazione e amicizia con gli artisti più celebri del secolo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I piccoli musei di Roma da scoprire e riscoprire