Il villaggio della California reso famoso da “La signora in giallo”

Nella serie Tv è Cabot Cove, ma nella realtà è Mendocino, un villaggio a Nord di San Francisco diventato una star della Tv

Un villaggio che conta meno di 900 abitanti nel Nord della California che, come fama, deve competere con località come Los Angeles, San Francisco, Santa Monica e chi più ne ha più ne metta, è diventato famoso in tutto il mondo per essere stato il set, fin dagli Anni ’80, della serie televisiva “La signora in giallo”.

Nella serie Tv è Cabot Cove, ma nella realtà è Mendocino, in California, una cittadina a meno di 300 chilometri da San Francisco. La serie, che vede l’attrice Angela Lansbury – oggi ultranovantenne – nel ruolo della scrittrice e detective dilettante Jessica B. Fletcher, andò in onda sulla CBS tra il 1984 e il ’96, ma continuò con diversi film per la Tv fino al 2003 e furono tutti distribuiti in tutto il mondo. Milioni, dunque, gli spettatori dei 264 episodi e altrettanti i visitatori che ogni anno, ancora oggi, vanno alla ricerca delle location in cui si aggirava Jessica

Per quasi vent’anni, quindi, Mendocino è stato un set a cielo aperto e una nuova meta turistica imperdibile per tutti gli appassionati della Signora in giallo. Nella serie Cabot Cove è una cittadina di mare immaginaria dello Stato del Maine, sulla costa Est degli Stati Uniti, mentre nella realtà ci troviamo esattamente dalla parte opposta, sulla costa Ovest.

mendocino-california-signora-in-giallo

La cittadina di Mendocino @123rf

Cabot Cove è una classica cittadina della provincia americana, affacciata sull’Oceano Pacifico e che quindi vive soprattutto di pesca, di piccoli commerci e, grazie al porticciolo, anche un po’ di turismo (e sono proprio i turisti a essere spesso le vittime dei crimini che Jessica cerca di risolvere dando una mano ad Amos – che poi diventerà Mort – , lo sceriffo, e a Seth, il medico legale).

I fan della Fletcher non stenteranno immediatamente a riconoscere il luogo, le case, i negozi e le strade dell’immaginaria Cabot Cove.

Tra i luoghi più visitati di Mendocino c’è al primo posto la villetta di Jessica Fletcher, un cottage di legno bianco in stile vittoriano con un giardinetto antistante sempre pieno di fiori. Si tratta di un luogo storico per Mendocino. Il suo vero nome è Historic Albion Cottage, è una proprietà privata costruita più di cent’anni fa e che, udite udite, viene affittata su Airbnb.

Tutte le case dei film che si possono affittare su Airbnb: Signora in giallo

La villetta di Jessica Fletcher @Airbnb

Riporta l’annuncio sul sito di affitti a breve termine che è composto da tre camere da letto, soggiorno, cucina completamente attrezzata e bagno con vasca. All’interno gli ospiti trovano piatti antichi e argenteria, un’antica stufa Wedgewood 1920, il frigorifero originale del 1940 ma anche comodità moderne come il forno a microonde, la macchina del caffè, il ferro da stiro, la connessione Wi-Fi e la Tv via cavo.

Già che si visita la cittadina di Jessica Fletcher perché non dormire addirittura nel suo letto e prendere un tè nel suo salotto con una buona fetta di torta ricoperta di glassa come fa lei ogni pomeriggio?

mendocino-set-signora-giallo

Il villaggio di pescatori di Mendocino @123rf

Costruito su delle scenografiche scogliere, meta prediletta di pittori professionisti – ma anche dilettanti -, questo borgo sulla costa è un richiamo irresistibile per turisti, e soprattutto artisti, inguaribili romantici e amanti di tutto ciò che è selvaggio e incontaminato. Non solo la casa di Jessica, ma tanti altri sono i cottage di legno disposti in modo ordinato avvolti da un profumo di rose e delimitati da staccionate e campanelli che tintinnano mossi dalla brezza marina.

Molte di queste villette ospitano dei deliziosi b&b. Altri dei caratteristici ristoranti dove servono pesce appena pescato e vini biologici locali. Altri ancora gallerie d’arte e atelier che richiamano i visitatori con bellissime opere e prodotti artigianali di alta qualità (qui ci vive una un’importante comunità artistica). A Mendocino non mancano poi i festival, spesso dedicati agli ottimi e abbondanti prodotti della regione, come i granchi, le birre artigianali o i funghi selvatici d’inverno.

Diversi gli edifici storici del villaggio. Il Kelley House Museum, tappa imperdibile, racconta come, verso la fine del XIX secolo, i boscaioli si siano trasferiti qui e abbiano iniziato a costruire abitazioni sfruttando le magnifiche sequoie della regione costiera. Lo stesso edificio del museo, eretto nel 1861 da William Kelley per la propria famiglia, contiene un ricco esempio di mobilio risalente all’800. Decine di fotografie storiche documentano la vita di questa piccola città nel pieno del boom.

Per visitare il resto della città, in buona parte protetto e inserito nel National Historic Preservation District, ci si può unire a un tour guidato a piedi di due ore organizzato nei fine settimana dal Kelley House Museum con le guide volontarie che raccontano i particolari sulle case dei pionieri, sui luoghi di incontro e sulle occupazioni del tempo.

E non dimentichiamo la costa: qui si possono scovare baie segrete, dune selvagge e piscine naturali create dalla marea. Spostandosi un po’ a Sud, ci si imbatte nella Glass Beach, una delle più straordinarie scoperte della California, fatta di lucidissimi pezzetti di vetro. Una spiaggia davvero unica.

Il Mendocino Headlands State Park comprende la parte occidentale della città. Qui si trovano sentieri tortuosi con meravigliose vedute e idilliaci panorami sul villaggio. Quando la nebbia si ritira dalla costa, in genere tra l’autunno e la primavera, si possono ammirare tramonti indimenticabili e osservare la migrazione delle balene grigie.

Insomma, è la cittadina californiana che più ricorda il New England ed è proprio per questo motivo che è stata scelta come set della serie “La signora in giallo”. Non vi è venuta voglia di andarci?

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il villaggio della California reso famoso da “La signora in gial...