November Porc: in provincia di Parma, si celebra il maiale

A Polesine Parmense, l'Antica Corte Pallavicina ospita la nuova edizione di "November Porc": appuntamento dal 9 all'11 novembre

A Polesine Parmense, in provincia di Parma, dal 9 all’11 novembre 2018 va in scena un festival davvero unico. È November Porc, e il protagonista è… il maiale! Il maiale della Bassa, più precisamente.

All’interno dell’Antica Corte Pallavicina, si prepara dunque la nuova edizione di un festival iniziato per scommessa, e diventato un appuntamento di successo. Una sorta di versione suina dell’Oktoberfest, nel cuore della Bassa Padana. Una celebrazione del maiale in tutte le sue forme, nel regno dei fratelli Luciano e Massimo Spigaroli, con due menù vietati ai vegetariani (e alle donne in dolce attesa!). Qui, in tavola arrivano il culatello, la spalla cotta, il salame, la coppa, lo strolghino. E, ovviamente, straordinari secondi piatti che il maiale lo celebrano e lo esaltano.

November Porc

Per altro, in una location da favola. L’Antica Corte Pallavicina – detta anche Castello Pallavicino, o Palazzo delle Due Torri – è un’azienda agricola sita in uno stabile antico, in quel Polesine Parmense parte del comune di Polesine Zibello, in provincia di Parma e poco lontano dal Po. Oggi casa di un relais e di un ristorante, l‘Hosteria del Maiale (neanche a dirlo), è davvero il paradiso dei golosi.

Quali sono i piatti in menù, in occasione di November Porc? Innanzitutto, il Gran Tavolo dei Salumi: il culatello di Zibello Dop Spigaroli, lo strolghino di Culatello, il lardo alto del Po di maiale nero, la pancetta di maiale nero, la spalla cruda di maiale nero, il salame verdiano, il salame gentile Pallavicino, la mariola, pani di campagna dal forno e focaccia morbida per dare inizio alle danze. Seguono anolini della tradizione in brodo di terza e lo stinco di Suino Nero glassato con le patate arrosto, torte e dolci di campagna, caffè, digestivi e infusi di bacche. Il costo, vini inclusi, è di 48 euro a persona.

November Porc

Per tutto il mese, invece, al ristorante potrà essere ordinato un menù speciale ancor più “suinesco”. Flute di tamburen con pepite di mariola e paninetto con mortadella Spigaroli, sinfonia di culatelli di suino bianco 18 e 27 mesi del presidio Slow Food, Nero di Parma 37 mesi e giardiniera di corte, raviolotti ripieni di prete, crema di Rossa di Urzano e pioppini, mezzemaniche ripiene di Parmigiano in brodo di gallina fidentina e tenero di nero di Parma, piccole verdure e crostoncino di polenta. Per finire con una tarte tatin di pere “Lauro”, crumble alle nocciole e gelato alla cotogna. Il tutto, per un totale di 86 euro a persona (78 senza bevande).

Infine, la parte culturale: in occasione di November Porc, si potranno visitare il Museo del Culatello e del Masalèn e le antiche cantine di stagionatura, al prezzo speciale di 3 euro a persona.

 

November Porc: in provincia di Parma, si celebra il maiale