L’Egitto è pronto a ripartire: la data di apertura

Nel Paese delle Piramidi si sta lavorando per consentire ai turisti stranieri di vistare tutte le sue bellezze, ecco quando potremo tornare ad esplorarlo

Giorni di notizie positive per il turismo. Gradualmente il settore sembra voler spiccare di nuovo il volo. Novità arrivano dall’Italia, ma anche dai paesi esteri tra cui l’Egitto. Nazione che in queste settimane sta mettendo a punto un progetto per accogliere visitatori interni e stranieri. Si pensa, di fatti, alla riapertura dei confini nazionali. Buono nuove che ci fanno ben sperare che presto (e in sicurezza) #torneremoaviaggiare.

L’obiettivo iniziale è quello di ricominciare con le attività alberghiere rivolte al turismo interno già dalla metà del mese corrente. I diversi provvedimenti presi in esame riguardano l’implementazione di strumenti utili a mantenere una distanza di 2 metri dai banchi del check-in e dagli altri sportelli aeroportuali.

In più, alle strutture alberghiere sarà permessa un’occupazione del 25% in occasione della festa di chiusura del mese sacro di Ramadan prevista per il 23 maggio. Mentre nelle due settimane successive, la capacità potrebbe aumentare fino al 50%. Inoltre, verrà istituito anche un pronto soccorso (e almeno un medico per ogni struttura) ed è prevista un’area di isolamento dedicata ad eventuali casi sospetti o positivi.

Ma la novità più importante, e che ci fa ben sperare che presto torneremo a viaggiare, è la riapertura dei confini nazionali. I turisti stranieri saranno i benvenuti nel Paese delle Piramidi quasi sicuramente dall‘inizio di giugno.

Non abbiamo ancora una data definitiva poiché è necessario rivedere, soprattutto per un paese come l’Egitto, anche l’accoglienza tipica dei villaggi. Mancherà, probabilmente, l’animazione che prevede assembramenti, feste o spettacoli garantendo, comunque, un’assistenza più soft e discreta per tutti gli ospiti.

Molta attenzione verrà data anche alla sanificazione degli ambienti comuni delle strutture e delle camere. Come sarà assicurata la possibilità di effettuare la registrazione online e la necessità di produrre tutta la documentazione sanitaria richiesta dalla nuova normativa.

Sarà, quindi, un’apertura graduale, ma con molti accorgimenti in ambito sanitario. Una modalità di viaggio sicuramente atipica, ma che ci permetterà di godere di meraviglie e bellezze uniche come le limpide acque del Mar Rosso e la particolare piramide a doppia pendenza di Dahshur.

egitto apertura confini

Orange Bay Beach, Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’Egitto è pronto a ripartire: la data di apertura