Nasce Donizetti, in treno per scoprire il Lago Maggiore

I viaggiatori lombardi da oggi hanno una possibilità in più per scoprire in treno le incantevoli cittadine del Lago Maggiore

Chi ama mettersi in viaggio in treno dal 5 luglio ha una nuova opportunità per scoprire il Lago Maggiore ed esplorare i suoi borghi e cittadine. Da poco è stato infatti inaugurato Donizetti, un nuovo convoglio a marchio Trenord, società costituita da Trenitalia e da FNM e nata per operare nel settore del trasporto ferroviario della Lombardia. Questo è il primo di ben 41 mezzi nuovi e veloci a media capacità destinati alla regione Lombardia. Il Donizetti circolerà sulla linea Milano-Gallarate-Luino con ben otto corse giornaliere sulla Milano-Gallarate-Luino e permetterà ai viaggiatori di arrivare in tutta comodità nella cittadine di lago (e non solo).

Il treno, con 4 carrozze ed oltre 250 posti a sedere, prevede diverse fermate con partenza da Rho Fiera di Milano passando poi per Legnano, Gallarate, Besnate, Mornago Cimbro, Ternate Varano Borghi, Travedona, Biandronno, Besozzo e Sangiano arrivando poi sulle sponde del Lago Maggiore verso Laveno Mombello, Caldè, Porto Valtravaglia e Luino. Cittadine che si possono ammirare anche lungo il tragitto, complici i grandi finestrini del Donizetti che facilitano l’ingresso di molta luce naturale, magari ascoltando un po’ di musica grazie al sistema di intrattenimento audio video presente in ogni carrozza.

Un’opportunità unica, dunque, per mettersi in viaggio verso le cittadine del Lago come Laveno Mombello, in passato famoso centro di produzione di ceramiche e porcellane, con un centro storico affacciato sull’acqua che ospita ville meravigliose ed un parco botanico tutto da scoprire. Oppure Caldè, affascinante cittadina che si trova all’interno di una baia, sorvegliata dalla piccola chiesetta. Nota per la vista suggestiva dal lungolago, Caldè va esplorata in passeggiata fino a raggiungere le spiagge.

Il treno, poi,  prevede una fermata anche a Porto Valtravaglia, piccolo gioiello con bellissimi edifici seicenteschi, fino ad arrivare alla fermata di Luino, con il suo borgo storico caratteristico. Un posto magico dove perdersi tra viuzze molto strette, giardini e cortili interni, edifici del Rinascimento e del Barocco, tornando poi sul lungolago per lasciarsi rapire dalla bellezza delle acque e la tranquillità del luogo.

Donizetti può essere dunque la scelta ideale per chi ha scelto un turismo di prossimità, non lontano da casa, per passare un week end o un’intera giornata al lago, anche in bicicletta. Il nuovo treno, infatti, dispone di otto posti dedicati alle due ruote con possibilità di ricarica a 220volt dedicata alle bici a pedalata assistita. Inoltre, grazie agli ampi corridoi e alle porte con pedane a raso, il convoglio è totalmente accessibile anche ai viaggiatori con mobilità ridotta.

donizetti treno lago garda luino

Luino. Fonte: iStock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nasce Donizetti, in treno per scoprire il Lago Maggiore