Tutti i luoghi imperdibili di un viaggio in Slovenia

Dalle valli glaciali alle spiagge mozzafiato: la Slovenia è un Paese tutto da scoprire, per pochi giorni o per una settimana. Scopri la guida di SiViaggia!

Vicinissima all’Italia e facilmente raggiungibile anche in macchina, la Slovenia è uno di quei paesi capaci di sorprendere per la varietà dei suoi paesaggi e per l’innegabile fascino della sua natura quasi incontaminata. Se avete in mente di programmare un viaggio ricco di esperienze, dove perdersi fra boschi verdi e montagne innevate, tra cieli cristallini e laghi magici, la Slovenia è certamente la vostra meta ideale.

Certo non è semplice lanciarsi alla scoperta di una nuova località senza avere bene in mente quali siano le sue attrazioni principali: con questa piccola guida di SiViaggia scoprirete cosa visitare in Slovenia, cosa vedere in 4 giorni o cosa vedere in 7 giorni, e in generale cosa vedere assolutamente in Slovenia. L’intero paese è considerato come destinazione turistica per gli amanti del verde, e alcune sue bellezze sono persino Patrimonio dell’UNESCO. Vediamo in maniera più approfondita come organizzare un viaggio in Slovenia fra boschi, laghi, mare, spiagge, grotte fiabesche e tanto altro ancora.

Slovenia: cosa vedere in 4 giorni

Al contrario di quanto si possa pensare, il problema di cosa vedere in Slovenia non sussiste. Troppo spesso non considerata o sottovalutata, la Slovenia è perfetta per chi ha a disposizione poco tempo e anche per chi desidera soffermarcisi un po’ di più. In effetti, questo paese – che può apparire geograficamente piccolo – offre ai suoi visitatori tanto da vedere. Se siete in Slovenia e volete sapere cosa vedere in 4 giorni, ecco a voi alcuni consigli mirati che comprendono le sue attrattive principali:

Le Grotte di San Canziano (Škocjan)

In Slovenia cosa vedere in estate non si limita certamente alle semplici passeggiate nel bosco o ad una visita in una delle sue splendide spiagge. Un’attrazione che richiama visitatori letteralmente da tutto il mondo sono le Grotte di San Canziano, patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Preparatevi ad immergervi in una vera e propria opera d’arte della natura: 11 stanze, tunnel, stalattiti e stalagmiti per un percorso intrigante e spettacolare, dove sono presenti persino delle meravigliose piccole cascate provenienti dal fiume Reka. Vi consigliamo di visitare le grotte muniti di abbigliamento pesante e di un impermeabile: al loro interno le temperature non superano mai gli 8 gradi, e il tasso di umidità è fra i più elevati di sempre.

Le bellezze del lago di Bled

Il lago di Bled in Slovenia si trova nella parte nord, vicino al Parco Nazionale del Triglav (che meriterebbe anch’esso una visita). Perché visitare un semplice lago, vi starete chiedendo? Semplice: il lago di Bled ricorda quello di una favola, uno specchio d’acqua cristallino sul quale si erge l’altrettanto fiabesco Castello di Bled.

Castello antichissimo – il più antico di tutta la Slovenia – quello di Bled può essere visitato senza problemi nell’arco di una sola giornata. La zona del lago di Bled è un punto di riferimento anche per chi desidera semplicemente rilassarsi e godere della natura circostante, qui assolutamente curata e oggetto di vanto in tutta la Slovenia. Una volta in zona, non perdete anche la Gola di Vintgar: 1,6km di gola con imponenti pareti fra cascate e rapide. Imperdibile.

Le grotte di Postumia (e il loro piccolo animale domestico)

Le grotte di Postumia, nell’omonima cittadina, sono le più grandi d’Europa. A differenza della già citate Grotte di San Canziano (alle quali se ne dovrebbero aggiungere molte altre, ma ci vorrebbero più di soli quattro giorni), la meraviglia delle grotte di Postumia inizia direttamente dal loro ingresso. Appena entrati infatti, dopo aver indossato un abbigliamento adeguato e un comodo k-way, salirete a bordo di un trenino elettrico (attenzione alla testa: il soffitto è basso e pieno di stalattiti) per poi proseguire a piedi per circa un chilometro e mezzo. Vi ritroverete quindi nel cuore pulsante delle grotte, che la guida saprà descrivervi in tutta la loro complessità naturalistica.

La temperatura non supera mai i 10 gradi, anche in piena estate, e alla fine del vostro tour a piedi potrete acquistare qualche souvenir nel negozio adibito. Una delle più bizzarre caratteristiche delle grotte di Postumia è la presenza di vita, nella fattispecie di un anfibio introvabile in qualsiasi altro luogo: stiamo parlando del Proteo, che nelle grotte slovene è una vera e propria attrazione. Questo piccolo anfibio cieco e albino, somigliante ad una lucertola, vive oltre cento anni e pare che abiti le grotte da oltre 200 milioni di anni.

Il Castello di Predjama

Slovenia cosa vedere assolutamente

Cosa vedere in Slovenia: il Castello di Predjama

Sulla vetta di una grotta carsica svetta il Castello di Predjama, a pochi chilometri dalle grotte di Postumia. Avendo solo quattro giorni a disposizione, la vicinanza gioca un ruolo fondamentale per cercare di vedere più cose possibili e bearsi delle bellezze di questo splendido paese. Il Castello di Predjama sembra quello delle fiabe Disney: esternamente curato e suggestivo all’esterno, colmo di storia e nozioni da imparare al suo interno grazie alla presenza di guide esperte e preparate. Nei tourist-point è possibile acquistare biglietti multi-ingresso che vi permetteranno di risparmiare tempo e denaro. Questi biglietti possono comprendere le grotte di Postumia, il Castello di Predjama, il Vivaio della Gallera dei Nuovi sotto le grotte di Postumia e l’expo delle grotte del carso.

Visitare la capitale Lubiana

Lubiana non è solo la capitale della Slovenia, ma una cittadina vivace e poliedrica che vi darà modo di apprezzare un’altra faccia del “paese verde”. Se vi state chiedendo, una volta in Slovenia, cosa vedere a Lubiana, qui vi daremo tutti i consigli necessari per girarla comodamente anche a piedi. Se avete pochi giorni di vacanza a disposizione, Lubiana si incastrerà perfettamente nel vostro itinerario – poiché basta una sola giornata per visitarla tutta.

Il Castello di Lubiana

Cominciate dal suo caratteristico e curato centro storico, elegantissimo nelle sue architetture in stile barocco con rimandi all’Art Noveau. La vera sorpresa l’avrete però alzando gli occhi al cielo: Lubiana è sormontata dal grad, ovvero il suo omonimo castello. Come avrete avuto modo di capire fino a questo momento, la Slovenia è un connubio di natura rigogliosa e castelli, e il Castello di Lubiana è uno dei più apprezzati fra i tanti. Dall’alto della sua collina, il Castello di Lubiana vi darà modo di osservare il fiume Ljubljanica, il Triplo ponte, la chiesa dell’Annunciazione e le tante piazze e stradine caratteristiche.

La biblioteca di Lubiana

Progettata dall’architetto Joze Plečnik, la biblioteca di Lubiana fu costruita nel 1936 e si presenta come un edificio massiccio e rettangolare. Articolata in quattro piani, la biblioteca si riconosce esternamente dai suoi caratteristici mattoncini rossi in pietra, e una delle sue particolarità è la scalinata centrale in marmo scuro, formata da ben 32 colonne di colore nero. Al suo interno vengono conservati manoscritti di ogni genere e di ogni era storica.

La Cattedrale di San Nicola a Lubiana

Se siete fan dell’arte barocca, allora la Cattedrale di San Nicola vi lascerà davvero senza fiato. Questa particolarissima chiesa è dedicata al santo patrono dei pescatori, e risale agli inizi del XVIII secolo. L’interno della Cattedrale di San Nicola è un tripudio di ricchezza e opulenza: marmo rosa e rifiniture dorate, affreschi di Giulio Quaglio e sculture di Angelo Putti a dominare tutto il resto. Ci si può facilmente arrivare a piedi, e il suo ingresso è gratuito.

Il mercato centrale di Lubiana

Ogni città che si rispetti ha un’anima pulsante e verace, che solitamente è ritrovabile nell’elemento del mercato. Lubiana non è da meno, e il suo mercato centrale è famoso per essere uno dei luoghi di maggior interesse turistico della città. Risalente al 1944, il mercato presenta una parte all’aperta e una al coperto, oltre ad alcune sezioni sotterranee e un grande negozio di fiori freschi.

Il nome del mercato è Centralna Tržnica, e vale una visita principalmente per assaporare una delle tante leccornie gastronomiche che la Slovenia sa offrire. Non fatevi sfuggire i formaggi tipici, la potica (torta tradizonale), il patè di cavallo, il prosciutto del Carso e tanto altro ancora. Questo è il posto perfetto per acquistare qualche ricordo (goloso e non) per sé stessi e per i propri amici.

Il Parco Tivoli

Uno dei parchi più grandi della città è il Parco di Tivoli, delizioso e geometrico parco verde cittadino. Il Parco di Tivoli si trova al di sotto della collina Roznik, si estende per oltre 510 ettari e presenta al suo interno viali floridi e siepi artisticamente potate, oltre ad una piscina olimpionica all’aperto e tantissime statue e fontane. Il Parco di Tivoli è perfetto per le famiglie con bambini, che qui potranno giocare scorrazzando liberi o nel parco giochi a loro dedicato. Al suo interno è interessante visitare la Galleria Tivoli, un centro d’arte grafica ristrutturato in stile neoclassico. L’ingresso è libero e il parco è aperto 24h su 24.

Il Ponte dei Draghi

Cercate un posto per il selfie perfetto a Lubiana? L’avete trovato: il Ponte di Draghi è un posto davvero unico nella capitale slovena. Il suo nome deriva dai quattro draghi alati che sorvegliano l’ingresso del ponte, e che rappresentano la leggenda secondo la quale sembrerebbe che Giasone uccide il drago che stanziava nel fiume Ljubljanica. La struttura fu ideata da Josef Melan ed edificata da Jurij Zaninović. Per attraversarlo, vi basterà recarvi a nord di Vodnikov trg.

Il Ponte Triplo

Il Ponte Triplo (conosciuto anche come triplice ponte) è la struttura architettonica da attraversare se avete intenzione di visitare la città vecchia. Deve il suo nome alla biforcazione di ponti che si aggiunse al corpo principale nel 1932, e tutti e tre sono oggi pedonali. Concedetevi una passeggiata sul Ponte Triplo per ammirare i lavori dei tanti artisti di strada che vi stanziano, o per ascoltare le armonie dei musicisti sempre presenti.

La piazza Civica

Il vero nome della Piazza Civica di Lubiana è Mestni Trg, e si trova precisamente nel centro della città di Lubiana. Questa suggestiva piazza fu costruita nel 1511, e il suo aspetto è deliziosamente barocco. Particolarmente bella è Casa Haman, dove ha sede la Galleria Civica, così come palazzo Lichtenberg o la casa Souvan. La Piazza Civica è anche sede del Municipio, che presenta una caratteristica torre dell’orologio. Potrete fotografare anche la fontana dei Fiumi carniolani, risalente al 1751.

Cosa vedere in Slovenia in 7 giorni

Se invece vi state chiedendo cosa vedere in Slovenia in 7 giorni, allora è possibile aggiungere ancora più posti caratteristici alla lista sopra elencata. Di seguito alcuni esempi.

Nova Gorica

A pochissimi chilometri dal confine italiano, Nova Gorica è una cittadina slovena che ben rappresenta l’intero spirito del “paese verde”. Popolato da 30.000 abitanti circa, Nova Gorica è ricca di aiuole curate e piccoli parchi. Qualora passaste per questa città, non perdete l’occasione di visitare il parco di Mestni e il monastero di Kostanjevica, oltre al castello di Kromberk e al ponte di Solkan.

Logarska Dolina

Se vi state chiedendo come mai Logarska Dolina sia nella lista delle mete da non perdere, forse non siete dei veri e propri sportivi. Niente paura: Logarska Dolina vi farà venire voglia di diventare dei veri e propri escursionisti! Effettivamente, questa è una delle mete più battute dagli amanti delle passeggiate naturali e degli sport all’aperto. Questa splendida valle di origine glaciale si trova nel nord della Slovenia, e al contrario di Nova Gorica si trova lungo il confine austriaco. Zaino in spalla, macchina fotografica al collo e via a scoprire le bellezze di Logarska Dolina: che siate o meno allenati, sicuramente non ve ne pentirete.

Radovljica

Piccolina, raccolta, quasi una bomboniera: Radovljica è la meta perfetta per rilassarsi e per godere del suo spirito decisamente “slow”. Qui potrete assaggiare il famoso pan di miele, un dolce di origine ebraica composto prevalentemente di miele, buccia di limone e burro. Semplice e buonissimo da accompagnare con una tazza di tè fumante o un ottimo caffè. Ma Radovljica non è solo questo: la cittadina offre un museo vivente, il Gostina Lectar, potrete “creare” il vostro souvenir commestibile, e partire da qui per visitare anche il Museo dell’Apicoltura.

Le località di mare più belle in Slovenia

Ebbene sì: anche il mare in Slovenia è una realtà più che tangibile. Le spiagge in Slovenia sono molte, così come le località turistiche dove poter trascorrere un bel po’ di tempo da dedicare alla propria abbronzatura. Nei suoi 46 chilometri di costa si nascondono spiagge curate e mare cristallino, che confina con quello italiano e quello croato – più famoso per le tipiche vacanze al mare. In questa guida di SiViaggia andremo ad analizzare quelle più gettonate di tutta la Slovenia, ovvero Portorose, Pirano, Isola, Capodistria e Strugnano.

La cittadina di Portorose

La cittadina di Portorose si considera “quasi” italiana. Situata a pochi chilometri da Trieste, Portorose è ricca di spiagge ad ingresso libero e spiagge private, riservate agli ospiti degli alberghi che si affacciano proprio sul mare. Qui potrete effettuare anche trattamenti termali e scatenarvi di notte nei tanti locali presenti, così come nei casinò – una vera e propria attrattiva per chi viene da fuori.

Il borgo di Pirano

spiagge più belle slovenia

Vacanza in Slovenia: la cittadina di Pirano

Borgo pittoresco e cittadina che si affaccia sull’acqua, Pirano è una meta low cost che vi permetterà di scoprire a pieno il bellissimo mare che lambisce la Slovenia. Le sue spiagge sono curate e selvagge al contempo, e a differenza di Portorose (famosa soprattutto per essere località balneare), qui a Pirano potrete scoprire anche la sua storia e le leggende legate al borghetto. Una vacanza all inclusive comprendente mare, sole, storia, architettura e gastronomia eccellente.

Isola, un borgo di pescatori

Piccolo borgo di pescatori, Isola è una piccola e colorata località balneare senza troppi fronzoli. Autentica e antica, Isola offre un impianto prettamente medievale, viottoli nascosti e angoli caratteristici.

La città di Capodistria

Una vera e propria città, la più importante e conosciuta dell’Istria, Capodistria è una piccola “Ibiza” della Slovenia, non tanto per la sua movida serale, quanto per le spiagge, le palme, le panchine e i tanti ristoranti e caffè che si affacciano sul molto. Forse la spiaggia non è propriamente il suo punto forte, ma qui potrete facilmente unire i comfort di una grande città allo sfizio della tintarella e dei bagni in mare.

Strugnano, immersa nella natura

Natura selvaggia, spiagge incontaminate, vero contatto fra uomo e verde: Strugnano è libera da ogni sovrastruttura, e presenta spiagge stupende come la famigerata Mesecev zaliv, che si può raggiungere unicamente a piedi. Sconsigliata a chi è abituato a vacanze comode e accessibili.

Le spiagge più belle della Slovenia

Dopo aver visto le località balneari più battute, scopriamo ora le spiagge più belle situate nei 5km di costa più caratteristica della Slovenia:

  • Bele Skale – Rocce Bianche;
  • Belvedere;
  • San Simon;
  • Delfinček;
  • Punta Gallo.

Per chi ne avesse la necessità, la Slovenia offre anche un’area di balneazione dedicata ai turisti non vedenti e disabili, con accesso al mare facilitato e piscine dedicate. Sono presenti anche spiagge per cani, dedicati ai padroni che non riescono a staccarsi dal proprio cucciolo anche durante i mesi estivi. Qui gli amici a quattro zampe possono scorrazzare liberamente indisturbati, trovando anche rubinetti di acqua fresca e ripari ombreggiati dove schiacciare un pisolino.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutti i luoghi imperdibili di un viaggio in Slovenia