Slovenia, dal mare alla montagna in un’ora soltanto

"La Slovenia offre molte attrazioni in uno spazio molto ristretto" e ha molte affinità con l'Italia. Ecco perché piace agli italiani

“La Slovenia offre molte attrazioni in uno spazio molto ristretto” e ha molte affinità con l’Italia. Ecco perché piace agli italiani.

Lo spiega Aljosa Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo, in un’intervista rilasciata a SiViaggia, durante la quale ha raccontato perché la Slovenia è un Paese dove si può andare tutto l’anno.

Perché gli italiani dovrebbero andare in vacanza in Slovenia in autunno?
“Quella di spiegare perché gli italiani dovrebbero venire in Slovenia è proprio la nostra mission: innanzitutto perché in un’ora di auto si va dal mare alla montagna; per la vicinanza geografica e sociale con l’Italia e per via della lingua, c’è una vicinanza culturale. E naturalmente per l’ottimo rapporto-qualità prezzo. Anche se negli ultimi anni c’è stata una forte crescita degli altri mercati, l’Italia resta il nostro primo mercato. Tutti gli attori del turismo pongono attenzione al turista italiano, tanto che si parla italiano in tutte le strutture turistiche.

lubiana-slovenia-autunno

Lubiana

Settembre è il periodo ideale per venire in Slovenia: il clima è ideale, è il momento più bello, non c’è più il sole caldissimo ed è perfetto per fare escursioni. Le strutture sono ancora aperte, fino all’autunno, da noi non esiste un hotel che chiuda. Non è quindi necessario andare al mare, anche se gli italiani amano molto la nostra piccola costa. Ci sono diversi festival, programmi culturali. In autunno si lavora molto con le strutture termali. Se ad agosto ci sono picchi di affluenze con all’incirca 100mila italiani (che quest’anno sono anche aumentati nel numero di pernottamenti), negli altri mesi se ne contano circa 40-50mila. In certi luoghi abbiamo addirittura avuto problemi di flussi, come a Bled, che ad agosto abbiamo dovuto limitare gli arrivi”.

Cosa cercano gli italiani che vengono in vacanza in Slovenia?
“Gli italiani cercano esperienze diverse, culinarie e culturali. Nuove. Sono nati nuovi programmi che raggruppano diversi tipi di offerte, comprese le vacanze attive. Quest’anno puntiamo sulla vacanza culturale, per scoprire un posto tutto l’anno e non solo nei periodi di punta. Nei nostri centri di informazione turistica hanno preparato diversi programmi per incentivare a visitare altri luoghi che non siano sempre gli stessi, fare escursioni e altre esperienze, come a Lubiana, Portorose, Capodistria, Maribor, Kranjska Gora, Ptuj, Bled, alle Grotte di Postumia. Da Bled, per esempio, si possono fare anche delle escursioni fuori. Sul nostro sito Internet si trovano tante offerte raggruppate per argomento. Il sito è il frutto di un investimento molto importante: c’è stata la volontà di raggruppare tutta l’offerta turistica in collaborazione con gli enti locali e i comuni e quindi riusciamo a dare delle informazioni bene organizzate e pacchetti turistici direttamente dal portale nazionale”.

bled-slovenia-autunno

Il lago di Bled

Quali sono le novità che gli italiani trovano quest’anno in Slovenia?
“L’Ente ha voluto sviluppare molto il turismo culturale e incentiviamo ad andare a visitare luoghi che culturalmente sono molto interessanti in qualunque momento dell’anno. Per esempio la città di Ptuj, a Nord della Slovenia, con il suo castello nel centro storico, un monastero dove si svolgono mostre d’arte contemporanea, oltre a tutto l’aspetto gastronomico e quello legato al vino e si sa che gli italiani hanno una cultura molto alta del vino. Anche per quanto riguarda i costi è una vacanza molto competitiva. Abbiamo anche i centri termali, come le Terme Olimia che sono state appena ristrutturate e che sono aperte anche alle famiglia, quindi anche per bambini piccoli, ma con zone relax per le coppie. Intorno alle terme c’è il Glamping Olimia Adria village. Tra le novità della Slovenia ci sono proprio i glamping che piacciono molto perché sono strutture a contatto con la natura. Dal punto di vista escursionistico ci sono tante novità. Tra le nuove escursioni c’è quella nella Valle di Vipava (o Vipacco, in italiano) inserita da Lonely Planet tra le Best in Europe 2018 o quella nel Parco nazionale del Triglav che raggruppa le varie destinazioni di Kranjska Gora, Bled, Bovec (in italiano, Plezzo), la vallata di Logarska Dolina o Velika Planina, che si trova sopra Lubiana.
Tra le novità poi c’è un nuovo collegamento con il treno che permette di scoprire la Slovenia partendo da Udine e Trieste. Questo collegamento era stato chiuso nel 2011 ed è appena stato riaperto”.

Ptuj-slovenia-autunno

Ptuj

Cosa consiglia di vedere a una famiglia che viene in Slovenia con i bambini?
“Ci sono molti centri termali che sono adatti anche ai bambini, come le Terme di Čatež che sono perfette per le famiglie; le Grotte di Postumia sono ottime per i bambini, c’è sempre una guida che accompagna i gruppi. Le nostre spiagge sono tutte attrezzate, si possono noleggiare biciclette. Molti amano percorrere la Parenzana, la bellissima pista ciclabile che collega l’Italia alla Slovenia e che tocca diverse località turistiche slovene. E infine ci sono i treni storici a vapore che corrono lungo la vecchia linea di Bohinj”.

A parte l’estate, qual è il periodo migliore per andare in Slovenia e perché?
“La Slovenia è una destinazione adatta al turismo 365 all’anno: a ottobre-novembre ci sono i festival del vino, a dicembre c’è una grande offerta di mercatini, dicembre, gennaio e febbraio sono ottimi per sciare, a primavera iniziano le vacanze nella natura. Ci sono i carnevali con i ‘curenti’, le tipiche maschere slovene che sono un Patrimonio Unesco. La Pasqua è anche un momento importante per il mercato italiano. I centri termali comunque lavorano tutto l’anno. L’estate è sicuramente un periodo importante per la Slovenia, ma anche tutti gli altri periodi dell’anno”.

lubiana-slovenia.natale

Lubiana a Natale

Slovenia, dal mare alla montagna in un’ora soltanto