In Slovenia sta per aprire un sentiero lungo 300 km sulle Alpi Giulie

Una buona notizia per gli appassionati di trekking: ad aprile 2019 verrà inaugurato il nuovo Sentiero delle Alpi Giulie

Buone notizie, per chi ama il trekking e i cammini: nell’aprile 2019 verrà inaugurato il Julian Alps Hiking Trail, il nuovo Sentiero delle Alpi Giulie.

In Slovenia, il nuovo tracciato – lungo 300 km – promette di diventare la mecca di trekkers, scalatori e amanti della bicicletta. Il tutto, in un Paese celebre per le sue bellezze naturali e facilmente raggiungibile dall’Italia. Suddiviso in tappe da 20 km l’una, il sentiero attraversa vette alpine e laghetti, foreste e antichi villaggi. Ma non è stato creato dal nulla: per realizzarlo, infatti, sono stati uniti diversi trail già esistenti, attraverso una massiccia opera di sistemazione e di segnalazione operata dall’ente turistico della Slovenia.

Mojstrana, Slovenia

Inizialmente pensato per essere percorso a piedi, presto il Sentiero delle Alpi Giulie integrerà anche percorsi cicloturistici. Dove inizia? A Rateče, sul confine tra la Slovenia e l’Italia, e lì ritorna dopo una full immersion straordinaria nella natura, attraverso agevoli sentieri adatti anche ad una vacanza coi bambini. Attraversa molti villaggi, questo sentiero ad anello, e poi boschi, prati e cascate. Fa bene all’anima, e lo si può percorrere – a seconda della preparazione – in tante brevi tappe giornaliere, oppure in macro-tappe più lunghe o, ancora, alternando giorni di cammino a tratti coi mezzi pubblici.

Quali sono le località toccate dal Sentiero delle Alpi Giulie? Da Rateče, passando dalle fonti carsiche di Sava Dolinka e da Kranjska Gora (considerato il punto d’accesso al trail), si raggiunge Mojstrana. A quel punto si prosegue verso la foresta che conduce a Jesenice, attraverso villaggi alpini e splendide vedute su Lubiana, e sfiorando quel lago di Bled famoso in tutto il mondo. Da qui, rientrando nel parco Triglav si attraversano le gole Pokljuka, si costeggia il lago  Bohinj e si passa dallo stagno Dobrava sino a raggiungere Vrh Bace.

Lago di Bled

Comincia poi la parte più impegnativa del percorso, che sale fino al Crna Prst per poi scendere verso Baska Grapa e risalire di nuovo, seguendo il corso del fiume Soča. Da qui si prosegue verso il lago di Tolmino e verso quella Kobarid in cui avvenne la disfatta italiana durante la I Guerra Mondiale.

Il Sentiero delle Alpi Giulie prosegue poi verso Bodec, paradiso europeo degli sport outdoor sito sul fiume Isonzo, e poi ancora verso il passo Predel, verso le miniere di Rajbelj (attraverso il confine italiano), e poi via verso quella Rateče da cui si è partiti. E in cui si torna pieni di felicità.

Fiume Soča

In Slovenia sta per aprire un sentiero lungo 300 km sulle Alpi Gi...