L’hotel scelto da X-Factor a Berlino per gli Home Visit

Il primo albergo in Europa ad essere interamente dedicato alla musica, progettato dal genio di Karim Rashid, diventa set di X-Factor

X-Factor fa scalo a Berlino per l’ultima fase delle selezioni dei talenti, che saliranno sul palco in questi ultimi mesi del 2019.

Tra 20 potenziali concorrenti, solo 12 usciranno vincitori approdando ai Live: questa volta, ogni artista  proporrà un brano scelto in autonomia, esibendosi davanti al suo giudice e ad un vero pubblico, per la prima volta presente agli Home Visit.

nhow Hotel

nhow Hotel, ph. Ufficio Stampa

Non solo, lo faranno in quattro location diverse della città di Berlino, centro musicale degli ultimi decenni da cui sono passati più o meno tutti i grandi artisti della musica internazionale: da David Bowie agli U2.

Come si divideranno? Il team di Malika Ayane si esibirà, insieme ad Axel Reinemer dei Jazzanova, in una delle sale cinematografiche più antiche della città, Delphi, oggi diventata centro culturale della capitale; Sfera Ebbasta sarà invece al Flux Club, cuore pulsante della vita underground della città dove ci sarà anche il pianista, composer e producer elettronico Dardust a sostenere gli aspiranti cantanti; Mara Maionchi, spalleggiata da Alessandro Cattelan, la si troverà all’aperto, su uno dei ponti di Berlino insieme ai Bamboo, band che suona con strumenti di riciclo; Samuel, insieme ai suoi pupilli, sarà sul palco dello storico S036 dove si sono esibiti negli anni personaggi come Lou Reed e Iggy Pop.

Lobby

La lobby, Ph. Ufficio Stampa

Unico luogo comune, l’iconico hotel nhow Berlino che sorge sulla riva del fiume Spree, proprio nel quartiere dedicato alla musica: progettato e disegnato dal genio di Karim Rashid è il primo hotel in Europa ad essere interamente dedicato alla musica. Ospitato in un edificio dal design classico, si trova nell’elegantissima zona situata tra Friedrichshain e Kreuzberg: il look futuristico e molto glam, traspare anche dalle sfumature di rosa presenti ovunque. Le camere includono dock per iPod e un minibar completo di smalto per le unghie: se qualcuno fosse ispirato, dal menù del servizio in camera 24 ore su 24 si possono ordinare anche tastiere e chitarre per comporre nuova musica.

Al suo interno vi sono ben due studi di registrazione creati in collaborazione con gli Hansa Studios di Berlino e sono considerati il top tra gli addetti ai lavori. La galleria d’arte, perfetta per ospitare eventi, regala un’atmosfera ricca di nhow-feeling e ogni primo sabato del mese, vi sono concerti serali di artisti emergenti.

In attesa di sapere i vincitori del primo step, stasera potremo anche assistere all’esibizione della cantautrice LP che improvviserà una performance live dei suoi maggiori successi e ci sarà la rentre anche di Luna Melis, che torna a X-Factor Italia, dopo essere arrivata terza alla scorsa edizione.

Music Lounge

Music Lounge, Ph. Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

L’hotel scelto da X-Factor a Berlino per gli Home Visit