Il Trenino Verde della Sardegna viaggia anche d’inverno

I 5 itinerari di questa ferrovia storica mostrano alcuni dei tesori dell’isola meno noti ai vacanzieri delle spiagge

Il Trenino Verde della Sardegna è uno dei treni più belli ma meno conosciuti d’Italia. Fulco Pratesi, Presidente Onorario WWF Italia, l’ha definita “La ferrovia più bella del mondo”. Attraversa l’isola con una locomotiva degli Anni ’50 e carrozze di legno del 1913 perfettamente restaurate.

Gli itinerari percorsi da questa ferrovia storica mostrano alcuni dei tesori dell’isola meno noti ai vacanzieri delle spiagge e delle coste, tra panorami, storia e bellezze ambientali.

Non viaggia solo d’estate. Si può salire a bordo delle carrozze d’epoca e viaggiare alla scoperta, lenta, dell’isola anche d’inverno, quando c’è meno folla e ci si gode meglio il viaggio. Si va alla scoperta dell’interno, che regala paesaggi selvaggi e scorci naturalistici unici.

La rete ferroviaria percorsa da questo treno si sviluppa per 438 chilometri e collega tra loro quasi tutte le regioni geografiche dell’isola. Questa linea è stata ricavata dalle vecchie complementari costruite a cavallo tra ‘800 e ‘900, caratterizzate da opere ingegneristiche e architettoniche che si integrano perfettamente nel paesaggio selvaggio che si ammira dal finestrino del treno.

Di Trenini Verdi, in Sardegna, in realtà ce ne sono cinque, ciascuno con il proprio itinerario. C’è il Trenino Verde Tempio-Palau, il Macomer-Bosa, che costeggia anche il mare, l’Arbatax-Gairo, il Mandas-Laconi e Mandas-Sadali.

Alcune tratte partono già la domenica da gennaio (Mandas-Laconi e Mandas-Sadali) e febbraio 2020 (Mandas-Sadali e Macomer-Bosa), poi da marzo si intensificano le corse (tutti tranne l’Arbatax-Gairo). Il picco è durante i mesi estivi, quando il Trenino Verde parte quasi tutti i giorni (qui il calendario 2020). Ciascun percorso offre un’esperienza di viaggio all’insegna della lentezza e dell’autenticità, che da sola vale un viaggio.

È un modo originale per conoscere, in poche ore, alcuni degli angoli più suggestivi e meno noti della Sardegna, specie fuori stagione. Borghi e territori caratterizzati da straordinari paesaggi e ambienti naturali, profumi e sapori quasi scomparsi, sommergono il viaggiatore di emozioni profonde.

il 2020 è l’anno dei treni turistici, lo ha annunciato Dario Franceschini, Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo e sono tanti, ormai, quelli treni storici su cui si può viaggiare oggi in Italia, da Nord a Sud del Belpaese. Il Trenino Verde è sicuramente uno dei più suggestivi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Trenino Verde della Sardegna viaggia anche d’inverno