Cosa accade quando virtuale e reale si incontrano? Succede a Lovanio

Attraversare un quadro, toccare con mano i suoi personaggi e immergervi nel panorama circostante: l'arte come non l'avete mai vista

E se vi dicessimo che da questo momento in poi potreste trovarvi nel bel mezzo di un incendio nella chiesa o imbattervi in Gesù con i dodici apostoli? O ancora ritrovarvi immersi nella meravigliosa Lovanio, la città eclettica dall’atmosfera vibrante e innovativa luogo originario dove i dipinti di Bouts sono stati commissionati? Quello che era, fino a poco tempo fa, un futuro utopico è ora realtà perché il visibile e l’invisibile, il reale e il virtuale si sono fusi in un’unica e straordinaria esperienza.

Succede in Belgio, esattamente a Lovanio, già Capitale Europea dell’Innovazione 2020, e non ci stupisce poi così tanto immaginare che tutto questo, presto, arriverà anche in Italia e nel resto del mondo.

Accade che, per la prima volta, un’attrazione culturale del Belgio, la Collegiata di San Pietro, sceglie di puntare tutto sulla tecnologia: un caschetto aerodinamico, dotato di un computer in miniatura, che proietta immagini in 3D sulle lenti degli occhiali ad esso abbinati.

l'arte in ologrammi

Il caschetto aerodinamico indossato dai visitatori – Fonte Ufficio Stampa

Il visitatore continua a vedere l’ambiente circostante, ma l’immagine in 3D si sovrappone a quella reale, diventando parte integrante dell’esperienza. Ed ecco che ci si ritrova protagonisti di un quadro che fino a questo momento avevamo potuto osservare solo da lontano.

I visitatori hanno potuto attraversare figurativamente L’Ultima Cena di Dierec Bouts e ammirare l’opera come se ci si trovassero realmente dentro.

Si apprezzano così piccoli scorci di una città del Quattrocento, probabilmente Lovanio, in una dimensione quasi familiare e quotidiana in quel paesaggio di sfondo che diventa, per la prima volta in un dipinto, così importante, tanto che Bouts è da molti considerato oggi il primo pittore di paesaggi.

Collegiata di San Pietro

Collegiata di San Pietro – Ufficio Stampa

L’esperimento, decisamente riuscito, è avvenuto in occasione della visita all’interno della Collegiata di San Pietro, ma non è certo la prima volta che reale e virtuale si incontrano come dimostra il The Flemish Masters Museum Tour, un viaggio esperienziale tra le collezioni d’arte delle Fiandre attraverso alcuni brevi video di approfondimento tenuti da curatori ed esperti d’arte.

Le opere di Bouts, e l’arte in generale, sono così rivitalizzate grazie alla tecnologia che regala un’esperienza immersiva totalmente inedita. Lovanio, in questo senso, è stata assoluta pioniera dell’arte in ologrammi, ma tutto ci fa pensare che seguirà presto una nuova avventura che coinvolge anche tutti gli altri capolavori d’arte dei maestri fiamminghi.

Lovanio

Vista su Lovanio – Fonte iStock

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa accade quando virtuale e reale si incontrano? Succede a Lovanio