Così cambierà il Musée d’Orsay, tra nuove collezioni e aree per bambini

Il progetto prevede numerose innovazioni: ecco come sarà il Musée d'Orsay tra qualche anno

Diventerà molto più grande e ricco di meraviglie artistiche, il famoso Musée d’Orsay: nei prossimi anni, lo spazio espositivo cambierà radicalmente e diventerà ancora più affascinante, tutto da esplorare. Tutto ciò sarà possibile grazie al generoso gesto di un benefattore che ha molto a cuore l’arte.

Il progetto si chiama Orsay Wide Open e verrà prevalentemente finanziato da una donazione di ben 22,6 milioni di dollari (circa 20 milioni di euro) da parte di un anonimo mecenate, che ha scelto di agire senza far trapelare il proprio nome passando attraverso l’associazione American Friends of Musée d’Orsay. I primi lavori inizieranno a breve, ma l’intera opera durerà parecchio tempo: si presume che l’ultima fase si concluderà solo nel 2026. Si tratta dunque di un progetto molto ambizioso, del quale sono trapelati già i primi dettagli.

L’idea è quella di ampliare lo spazio espositivo all’interno della struttura originaria, trasformandola completamente in un’area aperta al pubblico.  I circa 1.200 metri quadri attualmente impiegati come uffici amministrativi, al quarto piano, verranno convertiti in una nuova ala destinata ad accogliere centinaia di opere d’arte. La collezione del Musée d’Orsay ha infatti continuato a crescere negli ultimi anni. Basti pensare che nel 2016 il museo ha ricevuto in donazione le oltre 600 opere dei collezionisti statunitensi Marlene e Spencer Hays: splendidi dipinti appartenenti al periodo compreso tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, che hanno arricchito la galleria d’arte francese.

Ma il progetto prevede numerose altre innovazioni. La principale è la trasformazione di circa 650 metri quadri del quarto piano in un centro educativo dove la tecnologia digitale verrà utilizzata per fornire lezioni d’arte ai bambini, alle famiglie e ai gruppi scolastici. Inoltre nell’intero museo verranno aperti dei negozi e delle aree relax, oltre ad alcuni punti di ristoro dove acquistare cibi e bevande. Infine, verrà istituito un nuovo International Research and Resource Center, che troverà posto all’interno di un edificio del XVII secolo acquistato dal Musée d’Orsay nel 2018, a pochi minuti di distanza dalla struttura principale.

Il Musée d’Orsay è uno dei principali centri espositivi di Parigi, dove sono conservati numerosi capolavori dell’impressionismo e del post-impressionismo. Si trova quasi di fronte al Museo del Louvre, dall’altra parte della Senna, ed è ospitato all’interno di una vecchia stazione ferroviaria, la Gare d’Orsay. Ed è proprio l’ambientazione a donare grande fascino a questo edificio, che solo nel 2019 ha accolto ben 3,6 milioni di visitatori.

musée d'orsay

Il Musée d’Orsay – Foto: 123rf

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Così cambierà il Musée d’Orsay, tra nuove collezioni e aree p...