Le compagnie aeree stanno ridisegnando i sedili per farli diventare più comodi

Presto il sedile centrale degli aerei diventerà il più ambito dai passeggeri, grazie alle modifiche che verranno apportate

Se avete mai viaggiato sul sedile centrale di un aereo saprete sicuramente come può rivelarsi scomodo e disagevole. Non ha la visuale del finestrino né l’accesso al corridoio, ci si ritrova stretti tra altre due persone (magari anche sconosciute) ed è sempre lotta per il bracciolo, nel tentativo di poggiare i gomiti.

E se presto questa situazione cambiasse? A quanto pare, ci sono progetti ormai a buon punto che riguardano proprio il comfort del sedile centrale: qualche piccola modifica qua e là per renderlo incredibilmente attraente anche agli occhi dei più scettici.

La Molon Labe Seating, azienda statunitense che si occupa di interni e attrezzature per aerei, è al lavoro ormai da 5 anni su un nuovo modello di sedile che coniughi comodità per il passeggero e necessità di compattezza per le compagnie aeree. Ad essere ridisegnato è principalmente il posto centrale di ogni fila, quello più scomodo e più odiato da ogni viaggiatore.

Il nuovo prototipo di sedile, chiamato S1, ha appena ricevuto l’approvazione della FAA, l’ente federale dell’aviazione americana, e presto verrà adottato da alcune compagnie aeree. Una in particolare, di cui non è ancora stato rivelato il nome, installerà gli S1 su ben 50 suoi aerei entro la fine del 2020.

Ma vediamo quali sono le novità di questo sedile. La prima riguarda le sue dimensioni: l’S1 è di circa 8 centimetri più largo rispetto agli altri (per la precisione, 3 pollici), un piccolo cambiamento che però farà la differenza. Grazie ad altri accorgimenti, ovvero l’idea di spostare il sedile leggermente più in basso e in posizione più arretrata in confronto a quelli laterali, ciò permetterà al passeggero di avere un maggior controllo del proprio spazio.

Anche i braccioli sono stati ridisegnati, per porre fine all’inevitabile guerra tra gomiti che colpisce tutti i viaggiatori (e non solo quello del posto centrale). Ogni bracciolo è idealmente suddiviso a metà – suddivisione che fisicamente trova espressione in una configurazione su due livelli, la parte anteriore più elevata e quella posteriore più bassa.

In questo modo, il passeggero centrale avrà a sua completa disposizione la parte più arretrata per i suoi gomiti, dal momento che anche il suo sedile è spostato indietro rispetto a quelli lato finestrino e lato corridoio. Insomma, un modello ideale per regalare ai viaggiatori una nuova esperienza di volo.

Attualmente, questi sedili sono progettati per voli brevi, di non più di qualche ora. Ma l’azienda è già al lavoro per due nuovi modelli, l’S2 e l’S3, che potranno essere utilizzati su voli a lungo raggio.

Sedili aereo

Le compagnie aeree stanno ridisegnando i sedili per farli diventare pi...