In arrivo i sedili per l’aereo dallo schienale drittissimo

Si chiamano Skyrider 2.0, e sono frutto di un'idea italiana, i nuovi sedili per l'aereo dagli schienali dritti e l'ingombro ridotto

Presto, un nuovo modo di viaggiare in aereo potrebbe affacciarsi sul mercato. Sono in arrivo sedili che, più che poltrone, paiono sgabelli. E che regaleranno la sensazione di… viaggiare (quasi) in piedi!

Dietro questa piccola rivoluzione c’è un’azienda tutta italiana, Aviointeriors, leader da oltre quarant’anni nella produzione di interni di cabine e di sedili per aeromobili. All’Aircraft Interiors Expo 2018 ad Amburgo ha presentanto Skyrider 2.0, uno speciale sedile salvaspazio pensato per le Economy Class degli aerei, e per permettere di volare a quante più persone possibile.

In arrivo gli sgabelli per i posti in piedi in aereo

È un progetto, questo, che si inserisce in quella che in gergo è definita “ultra-high density”: la tendenza del mercato a far volare su di un singolo aereo quante più persone possibile. In realtà, non è la prima volta che un’idea di questo tipo vede la luce: nel 2010, Aviointeriors provò a lanciare dei sedili dal concetto simile, ma poi non se ne fece niente.

Rispetto alla versione precedente, Skyrider 2.0 ha una maggiore imbottitura e un telaio più saldo, con alti pali che collegano ciascuna fila al tetto dell’aereo e al pavimento. Riducendo lo spazio per le gambe da 71 a 58 cm, la promessa è quella di alloggiare il 20% di passeggeri in più in cabina. 

“Skyrider 2.0 è un sedile innovativo. Permette di aumentare la densità di una cabina aereo, e apre l’esperienza di volo a un maggior numero di persone. La sua caratteristica principale è il bottone che assicura una posizione più dritta, senza togliere nulla al comfort del passeggero“, si legge sul comunicato.

Inoltre, questi sedili pesano il 50% in meno dei tradizionali sedili da Economy Class e hanno bassissimi costi di manutenzione. Promettendo di regalare una nuova esperienza di volo e un nuovo significato al concetto di biglietto low cost.

Al momento, non si sa quali compagnie di volo siano interessate ad acquistare gli Skyrider 2.0, e tantomeno se li vedremo mai a bordo di un aereo. Tuttavia, l’idea di sedili come sgabelli è da tempo presa in considerazione dalle compagnie aeree. Ryanair ha condotto un sondaggio nel 2010, chiedendo a 120.000 persone un loro parere in merito all’utilizzo di sedili di questo tipo: 80.000 di loro dissero di prenderli in considerazione in caso fossero gratis, il 42% di essere favorevole in caso costassero la metà dei biglietti tradizionali.

In arrivo i sedili per l’aereo dallo schienale drittissimo