Perché dovremmo viaggiare in treno di più

Sono tantissimi i motivi per cui dovremmo imparare a viaggiare in treno più spesso. Noi ve ne abbiamo elencati alcuni, vantaggi da non sottovalutare assolutamente

Ad oggi i trasporti sono una delle cause principali del cambiamento climatico. Ma la buona notizia è che ci sono diverse soluzioni che possono ridurre il surriscaldamento globale. Una di queste è il treno. Ma il rispetto dell’ambiente non è l’unico motivo per cui dovremmo imparare a viaggiarci di più. Scopriamo insieme alcuni delle ragioni per avventurarci più spesso in incredibili esperienze sui binari.

Treno: il mezzo ideale per tutta la famiglia

Partiamo da un’informazione che in molti, probabilmente, non sanno: il treno è uno dei mezzi di trasporto ideali per una donna in gravidanza. A livello generale, infatti, le compagnie di linea ferroviaria non hanno restrizioni per le viaggiatrici in dolce attesa. È buona pratica, ovviamente, chiedere e valutare la situazione con il proprio medico prima di qualsiasi partenza, ma una volta avuto il via libera si avrà un duplice vantaggio: potersi spostare velocemente e, allo stesso tempo, muoversi ogni volta che se ne sentirà il bisogno.

Condizioni che riducono notevolmente i fastidi alle gambe a cui sono soggette le donne incinte, ma anche di altri piccoli disturbi come le nausee.

Ma il treno si rivela ideale anche per viaggiare con i bambini in Europa e non solo. A bordo di alcuni convogli, infatti, è possibile avere a disposizioni fasciatoi, spazio per farli giocare e un paesaggio meraviglioso da fargli ammirare per distrarli. Del resto, in auto i più piccoli devono necessariamente stare fermi sul seggiolino per ore, in aeroporto rischiano di annoiarsi a causa delle diverse pratiche che bisogna fare. Senza parlare, poi, dell’eventuale paura del decollo, dei vuoti d’aria e delle turbolenze che inquietano un po’ tutti.

Treno in famiglia

In treno in famiglia

L’incognita dei bagagli

Viaggiare in aereo permette certamente di arrivare da una parte all’altra del globo in tempi piuttosto brevi. È vero e, probabilmente, è uno dei motivi per cui in molti – noi di SiViaggia compresi – amano viaggiare su un velivolo. Ma c’è sempre una grande incognita: i bagagli. Del resto, quando arriviamo in aeroporto siamo tutti sicuri di farli partire, ma mai certi al 100% del loro arrivo a destinazione.

Ciò vuol dire che viaggiare in treno offre diversi vantaggi anche rispetto all’aereo per quanto riguarda le valigie. Non solo per l’arrivo assicurato, ma anche per altre piccole preoccupazioni legate alle dimensioni del bagaglio e i liquidi consentiti al trasporto.

I tempi ridotti

Sì, l’aereo è certamente un mezzo velocissimo ma, nonostante questo, i tempi si dilatano per altre questioni come: la trafila al check-in, il controllo bagagli e passaporti che obbliga a presentarsi in aeroporto almeno due ore prima della partenza del volo e, infine, l’arrivo in scali, molto spesso, lontani dal centro città.

Con il treno, invece, l’importante è arrivare con almeno 10 minuti di anticipo rispetto alla chiusura delle porte per salire direttamente a bordo. Inoltre, nel 90% dei casi le stazioni si trovano proprio al centro della meta che stiamo raggiungendo. Ciò vuol dire che si può evitare di stiparsi su un bus o prendere al volo un taxi, come invece accade quando si arriva in diversi scali mondiali.

portare bagagli treno

Il vantaggio dei bagagli

In treno ci si può godere il viaggio

Detto così probabilmente suona male poiché ogni mezzo di trasporto consente di vivere il viaggio a 360° gradi. Esperienze ognuna diversa dall’altra e in grado di regalare emozioni indimenticabili. Tuttavia, il treno ha un vantaggio in più rispetto, per esempio, alla macchina: non c’è bisogno di preoccupasi del traffico, parcheggi, ZTL, code infinite ai caselli e così via.

Basta salire a bordo del proprio convoglio, affacciarsi al finestrino e godersi il viaggio (spesso molto comodo) mentre si aspetta di arrivare a destinazione. Ci sarà tutto il tempo per leggere un libro, navigare in internet gratuitamente o lavorare senza troppi pensieri – purtroppo in aereo non è ancora del tutto possibile -, guardare un film, schiacciare un pisolino o semplicemente rilassarsi. Tutte attività che non si possono di certo fare mentre si è alla guida, o mentre si viaggia nello spazio ridotto di un’automobile.

In treno per comprendere la cultura locale

Da non sottovalutare, inoltre, la possibilità di fare amicizia mentre si viaggia in treno. Ma non solo. Salendo a bordo di un convoglio locale si ha l’occasione di osservare la popolazione del luogo e comprenderne abitudini e modi di vivere. Prendere un treno in un Paese straniero vuol dire di entrare in contatto più facilmente con la gente del luogo a tal punto da poterci scambiare quattro chiacchiere e creare rapporti che, probabilmente, potrebbero svoltare la vacanza e non solo.

In fondo, condividere lo stesso scompartimento di un treno può mettere nella condizione di scoprirsi inaspettatamente uniti. Insomma, viaggiare in treno può essere sinonimo di vivere un’esperienza molto più autentica rispetto al tranquillo, ma asettico, abitacolo di una macchina a noleggio o di un’elegante cabina di un aereo.

viaggi in treno più bello

Il famoso treno dello Sri Lanka

L’impatto ambientale del treno

Infine, come vi avevamo accennato all’inizio, non c’è da sottovalutare l’impatto ambientale del treno: con soli 0,044 kg di CO2 per km percorso, questo mezzo di trasporto conquista il podio di mezzo più sostenibile. Essendo, inoltre, il settore dei trasporti più elettrificato, il sistema ferroviario ha una limitata dipendenza dai combustibili fossili che gli permette di ricorrere a fonti energetiche rinnovabili.

In termini di tutela ambientale, quindi, non ci sono dubbi: il treno è il mezzo di trasporto più sostenibile. Le emissioni di CO2 del viaggio su rotaie, ma anche il consumo di energia, sono nettamente inferiori agli spostamenti in aereo o su gomma. Il treno, pertanto, è una scelta che si rivela consapevole e, contemporaneamente, green.

Quelli di cui vi abbiamo parlato sono solo alcuni dei motivi per cui dovremmo viaggiare in treno di più. Nei fatti ce ne sono molti atri. Ciò che è certo è che le ragioni che vi abbiamo elencato sono tutte valide per farlo. Con questo non vogliamo dire che non bisogna più viaggiare con altri mezzi di trasporto, ma che quando c’è la possibilità vale la pena prendere in considerazione maggiormente il treno grazie ai suoi tempi di percorrenza ridotti, il comfort di viaggio che alle volte raggiunge livelli superiori, e la possibilità di vivere un luogo in maniera più autentica. Insomma, spostarsi su strade ferrate è una scelta consapevole, intelligente e conveniente da diversi punti di vista.

perché viaggiare in treno

Treno nel Parco Nazionale di Banff, Canada