Quali medicinali portare in aereo e come trasportarli

Prima di partire per un viaggio è bene selezionare alcuni medicinali da portare con noi, ecco quali e dove metterli

Quando si è giovani si parte unicamente con uno zaino in spalla, complice un po’ di incoscienza e una scalpitante voglia di esplorare il mondo. È proprio durante queste occasioni che si impara una lezione agrodolce: l’importanza fondamentale di avere sempre dei medicinali con sé! Chi sta per intraprendere un viaggio, infatti, si ritrova sempre davanti alla necessità di organizzare la valigia e – di conseguenza – tutti i farmaci e le medicine che possono servire per varie eventualità.

Ma si possono portare tutti i medicinali in aereo? Alcuni medicinali in aereo non sono consentiti, mentre altri possono essere inseriti senza problemi nel bagaglio a mano. Vediamo insieme come portare medicinali in aereo senza incorrere a spiacevoli conseguenze, le tipologie di medicinali consigliati per una vacanza, e tutti i consigli per organizzare una valigia a prova di… malanno!

Farmaco nel bagaglio a stiva: regole principali

Forse non tutti sanno che il trasporto dei medicinali in aereo è soggetto a delle limitazioni, anche quando si tratta del bagaglio a stiva. Gli ipocondriaci possono comunque stare tranquilli: il quantitativo permesso è abbastanza flessibile per ciò che riguarda i medicinali in stiva dell’aereo, che ovviamente devono riguardare unicamente l’uso personale.

Prima di intraprendere un viaggio, però, è sempre meglio chiedere dirette informazioni sul paese da raggiungere: alcune nazioni limitano il trasporto dei farmaci per un uso che non superi i 3 mesi, e in paesi come l’India non è possibile introdurre psicofarmaci senza preciso iter da seguire in via preventiva.

Quali farmaci portare nel bagaglio a mano

Se i farmaci più comuni possono tranquillamente essere relegati al bagaglio da stiva, è probabile che possiate avere bisogno di alcuni medicinali “alla mano” in previsione del viaggio in aereo. Sono ammessi i medicinali in pastiglie in aereo così come i medicinali liquidi, che in aereo però devono sempre essere limitati ad un peso complessivo di 1 litro e suddivisi in boccette o contenitori che non superino i 100 ml.

Tutti i medicinali devono essere tassativamente presentati nella loro confezione originale e accompagnati dal loro foglietto illustrativo, mentre per farmaci specifici – come quelli per il diabete – è sempre bene presentare il certificato del proprio medico. Quest’ultimo sarebbe meglio averlo tradotto anche nella lingua del paese che dovrete visitare o, per comodità, in lingua inglese. Quindi la risposta è affermativa: si possono portare medicinali nel bagaglio a mano in aereo, a condizione che si seguano le regole appena descritte.

La lista dei maggiori medicinali da portare in aereo

Quando si cominciano a catalogare i possibili medicinali da portare in aereo, la lista sembra davvero lunghissima! Durante una vacanza può succedere di tutto, e ogni farmaco all’inizio ci sembra indispensabile. C’è anche il rischio contrario, ovvero che non si tenga presente quanto un banale medicinale possa magari risollevare una situazione potenzialmente fastidiosa che può verificarsi durante la propria villeggiatura. Ecco quindi una lista utilissima da tenere sempre sotto gli occhi, e la spiegazione ad ogni farmaco proposto!

Antibiotico a largo spettro

Un antibiotico non dovrebbe mai mancare nella vostra valigia. Pensate ad un improvviso mal di denti – molto comune – o a una febbre persistente: starete certamente più tranquilli sapendo di averlo con voi.

Medicinali anti diarroici e fermenti lattici

Il peggior nemico del viaggiatore è… l’impellenza di andare in bagno. Soprattutto quando quest’ultima si presenta con episodi diarroici e scariche. Vi consigliamo di acquistare questi farmaci e di portarli con voi nel bagaglio a mano, per averli vicini in caso di estrema necessità. Utili anche i fermenti lattici, da integrare alla somministrazione del farmaco anti diarroico per la perdita di liquidi.

Paracetamolo e Ibuprofene

È possibile che durante il viaggio si abbia una febbre fastidiosa e debilitante: quando il termometro arriva ad alte temperature, è meglio prendere una pasticca di paracetamolo – seguendo le indicazioni del foglietto illustrativo. L’ibuprofene si rivela particolarmente utile, ad esempio, se soffrite di forti mal di testa. Portateli entrambi con voi nel bagaglio a mano, sotto forma di pasticche.

Kit di pronto soccorso

Portate sempre con voi un piccolo kit di pronto soccorso che comprenda cerotti, garze e disinfettante. Se pensate di portare anche l’acqua ossigenata, tenete sempre a mente la regola dei liquidi valida per il bagaglio a mano, oppure preferite imbarcarla nel bagaglio a stiva.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quali medicinali portare in aereo e come trasportarli