In Italia è nato un giardino botanico bellissimo

Affacciato sulle sponde di uno dei più suggestivi laghi italiani, nasce un bellissimo giardino botanico ricco di meraviglie: andiamo alla sua scoperta

Foto di Giulia Sbaffi

Giulia Sbaffi

Content writer

Web content writer, da sempre appassionata di storie e di viaggi.

Alcuni secoli fa, sulle sponde del lago d’Orta venne costruita una bellissima dimora circondata da un parco rigoglioso. Quello stesso parco, nel corso degli anni, si è impreziosito di piante e fiori incantevoli, offrendo un panorama unico al mondo – grazie anche agli scorci suggestivi sulle acque turchesi del lago. Il duro lavoro della famiglia Lorella e degli esperti che si sono presi cura di questo spazio verde ha portato alla nascita di uno splendido giardino botanico, che ora è aperto al pubblico. Andiamo a scoprire le sue meraviglie.

Giardino Lorella, un angolo di paradiso

Il lago d’Orta è uno dei panorami più belli del nostro Paese: incastonato tra le montagne, questo placido specchio d’acqua è una delle mete turistiche più apprezzate degli ultimi anni, grazie al suo fascino romantico e alle piccole spiaggette dove concedersi un po’ di relax estivo. È qui, tra le prime alture che si stagliano lungo la sponda meridionale, che sorge un’oasi paradisiaca. Il bellissimo Giardino Lorella si trova a Vacciago, una piccola frazione del comune di Ameno, che rientra a pieno titolo tra i più suggestivi borghi con vista mozzafiato sul lago.

Nel cuore del paese, si può ammirare Casa Lorella: si tratta di una dimora storica risalente al 1600, circondata da un enorme parco lussureggiante di ben 5 ettari. Lunghi sentieri curvilinei ci conducono alla scoperta di quest’ampia area verde, che nel corso degli anni è stata più e più volte rivisitata, sino a diventare un giardino botanico di rara bellezza. Grazie ad un clima mite e solatio, piante secolari e aiuole fiorite crescono rigogliosamente offrendo uno spettacolo davvero affascinante. E, naturalmente, di quando in quando ci appare davanti agli occhi un meraviglioso scorcio che immortala il lago d’Orta, la piccola isola di San Giulio e addirittura il Monte Rosa.

Dallo scorso anno, il giardino botanico ha aperto i suoi battenti al pubblico, con visite prenotabili sul sito ufficiale. Ci si può così immergere in un paesaggio che sembra quasi uscire da una favola: tra aceri giapponesi e querce maestose, antichi castagni (uno ha raggiunto addirittura i 600 anni!) e faggi dalle foglie verdi e rosse, la primavera diventa ancora più speciale. Non mancano poi decine di varietà di fiori coloratissimi e dal profumo inebriante. Giardino Lorella, d’altra parte, vanta non soltanto l’impegno dei suoi proprietari, ma anche di un grande esperto botanico come Gianfranco Giustina, che si è già preso cura dei giardini delle Isole Borromee.

Cosa vedere nei pressi del Giardino Lorella

Giardino Lorella è solo una delle meraviglie che possiamo ammirare lungo il lago d’Orta. Tappa imperdibile per chi vuole andare alla scoperta dei dintorni è la graziosa città di Omegna, dove nacque Gianni Rodari. Qui si trova il principale emissario del lago, il torrente Nigoglia: è davvero speciale, e non solo perché incastonato tra le Alpi, bensì per il suo scorrere verso nord, uno dei pochissimi fiumi italiani ad avere questa caratteristica. Un altro borgo romantico da visitare è poi quello di Orta San Giulio, che ha una bellissima piazza affacciata sull’acqua.

Da qui si può partire per una breve gita sul lago, alla scoperta dell’isola di San Giulio: antiche leggende affondano le loro radici proprio in questo fazzoletto di terra, che oggi è principalmente occupato da un monastero di clausura delle suore benedettine e da un’antica basilica romanica. Infine, un’ultima bellezza da non perdere: sulla sponda opposta del lago, parte una lunga salita che conduce al Santuario della Madonna del Sasso, arrampicata su uno sperone di roccia. Da quassù, il panorama è davvero incredibile.