La città americana che ti paga per trasferirti e lavorare da lì

Vuoi cambiare vita, e lavorare da remoto dagli Stati Uniti? Oggi, Oklahoma City ti paga per farlo

Ti piacerebbe cambiare vita, trasferirti all’estero e da lì lavorare (magari da casa)? In America c’è una città che ti paga per farlo.

Oklahoma City è una città degli Stati Uniti sita tra le contee di Oklahoma, Canadian, Cleveland e Pottawatomie, ed è la capitale dell’omonimo Stato. Qui, uno speciale programma intitolato Tulsa Remote, ha come obiettivo quello di portare in città creativi, imprenditori e lavoratori da remoto offrendo loro un contributo di 10.000 dollari (circa 8.800 euro) e tutta una serie di benifici. Cosa chiede in cambio, Oklahoma? Che, almeno per un anno, la persona lavori da qui.

Ed è questo, il punto fondamentale del programma: non che si lavori in una fabbrica o in ufficio della città, ma che si usi il territorio di Oklahoma come base per svolgere il proprio lavoro, anche e soprattutto se si lavora – da remoto – per aziende e agenzie di Paesi terzi. Quali sono i benefici offerti? Vivere in un appartamento nuovo e arredato di tutto punto all’interno del Tulsa’s Arts District, pagando solo il 33% del prezzo d’affitto. Per chi ne avesse la necessità, il programma offre la possibilità di ottenere gratuitamente l’accesso al 36 Desgrees North, spazio di coworking con Wi-Fi, scrivanie, sale riunioni e un fitto programma di incontri ed eventi. Inoltre, i prescelti potranno partecipare a cene, brainstorming e workshop dedicati a chi lavora da remoto.

I 10.000 dollari di contribituto saranno così distribuiti: 2.500 dollari per trasferirsi, 500 dollari al mese e i restanti 1.500 dollari alla fine dell’anno. Per candidarsi è necessario avere più di 18 anni, avere un’occupazione, lavorare per un’azienda che sia al di fuori della Contea di Tulsa, e poter vivere e lavorare qui per almeno un anno.

«Stiamo cercando persone talentuose ed energiche che non solo prenderanno in considerazione la possibilità di trasferirsi in maniera stabile nella Contea di Tulsa, ma che vogliano soprattutto fare qualcosa qui, per portare il loro dinamismo, le loro idee e il loro spirito in città» ha dichiarato Ken Levit della George Kaiser Family Foundation, ideatrice del programma.

L’idea è quella di iniziare con un piccolo gruppo di 10 – 15 persone, e arrivare poi a 300 lavoratori l’anno, dando la precedenza a chi lavora nel campo della tecnologia, della ricerca, della comunicazione. Oltre ad essere una città in costante sviluppo, Oklahoma City è nota per il suo accessibile costo della vita, per il suo essere a misura di famiglia (qui i college sono persino gratuiti!) e per cucinare i migliori hamburger d’America.

La città americana che ti paga per trasferirti e lavorare da lì

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La città americana che ti paga per trasferirti e lavorare da lì