Case vacanza, come prenotarle in sicurezza: la guida anti-truffe

Volete prenotare la vostra casa vacanza online? Ecco tutti i consigli per farlo in sicurezza senza incappare in qualche truffa

Nel mondo del web possono nascondersi molte insidie, soprattutto quando si tratta di fare acquisti. E se la vostra intenzione è quella di prenotare online una casa vacanza, il rischio di rimanere truffati è consistente – e anche quello di vedersi completamente rovinato il viaggio. Quali sono i consigli per evitare questi pericoli?

La polizia postale, in collaborazione Altroconsumo e Airbnb, ha stilato una mini guida anti-truffa intitolata In vacanza come a casa: prenota e parti in tutta sicurezza. Con un incredibile aumento delle prenotazioni online per le case vacanza che si è verificato negli ultimi anni (una tendenza in costante crescita), sta diventando sempre più importante prevenire questo fenomeno così diffuso: proprio sul web è infatti più facile incappare in qualche raggiro che può costarvi l’intera vacanza.

La regola aurea per evitare problemi nelle prenotazioni online è leggere con attenzione quanto previsto dall’annuncio. Già da queste poche righe è possibile capire molto: una descrizione dettagliata e ben curata è probabilmente indice di maggior accuratezza anche nella gestione delle prenotazioni. Non bisogna poi lasciarsi abbindolare dalle offerte troppo convenienti, soprattutto se arrivano da profili creati da pochissimo tempo o che non hanno recensioni.

Se volete affidarvi alla piattaforma di Airbnb per trovare la vostra casa vacanze, fate attenzione di essere sul sito giusto. Vi sono infatti molte pagine cloni che nascondono truffe ben congegniate: la maggior parte di esse ha indirizzi web piuttosto complicati, che dovrebbero farvi scattare immediatamente un campanello d’allarme. È bene prestare particolare cura se siete in contatto con qualcuno, incontrato in giro per il web, che vi gira il proprio link di annuncio su Airbnb, perché potrebbe reindirizzarvi ad un sito fasullo.

Ricordate inoltre di non comunicare con il locatore al di fuori della piattaforma, soprattutto se a fronte di una promessa di sconto: così perderete la tutela di Airbnb e siete a rischio di truffa. Allo stesso modo, non accettate mai di pagare direttamente con bonifico o di inviare ad una caparra, perché contrario ai termini del servizio. le uniche modalità di pagamento alle quali dovreste acconsentire sono quelle previste esplicitamente dal sito.

Un altro problema tipico delle case vacanza è la presenza di alloggi esca: dopo aver prenotato la vostra sistemazione, giunti alla meta vi viene chiesto di accettare un cambio, di decisamente minor valore. Non credete alle possibili scuse come l’insorgenza di problemi alla casa originariamente da voi scelta, documentate piuttosto l’accaduto e contattate Airbnb per ottenere un rimborso totale.

La guida anti-truffa condivide poi tre profili tipici di truffatori online, per mettere in guardia gli acquirenti da possibili raggiri. Il primo è quello del finto proprietario trasferitosi all’estero, che vi chiede sin da subito i vostri documenti e un bonifico internazionale per caparra. Il secondo profilo è quello dell’host che, dopo aver creato un vero annuncio sul portale e aver “adescato” un possibile cliente, chiede di spostare la conversazione via e-mail e vi invia un nuovo link che porta ad un annuncio su sito fasullo.

Infine, c’è il proprietario amichevole, che vi tratta con tutta la cortesia del caso e vi propone un forte sconto se accettate di annullare la prenotazione su Airbnb e di trattare con lui privatamente. È il preludio ad un bonifico che non avrà mai come corrispettivo la vostra agognata casa vacanza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Case vacanza, come prenotarle in sicurezza: la guida anti-truffe