La malga più bella dell’Alto Adige

In un paesaggio idilliaco delle Alpi si trova un piccolo villaggio da cartolina

In un paesaggio idilliaco delle Alpi si trova un piccolo villaggio da cartolina. È il paese di Valles, a 1.739 metri di altitudine in Alto Adige, immerso nella natura con le splendide montagne a fare da cornice.

Qui si trova quella che è stata definita la malga più bella dell’arco alpino, la Malga Fane. Costruita nel Medioevo come asilo per i malati di peste e colera, oggi questa malga è una delle attrazioni della zona, sia d’inverno (anche se è chiusa la si può comunque raggiungere) sia d’estate.

Non si tratta di una sola costruzione, ma di un insieme di piccoli edifici di legno, fatto di baite, fienili, una piccola chiesa e alcuni rifugi, che un tempo formavano un micro villaggio. Appollaiato sulle cime dei monti è un luogo dal fascino unico.

È il punto di partenza per diverse escursioni in alta montagna, come per esempio il Picco Croce, la vetta più alta nei dintorni, che misura 3.135 metri) o la Cima di Valmala (3.015 m). Ma non solo, è anche il punto di partenza della gara di scialpinismo Wurmaul-Umrundung che si svolge ogni anno ad aprile.

Qui si svolgono alcuni degli eventi più folkloristici della zona ovvero la Sagra della Malga e la Festa del Latte.

Proprio al latte è dedicato un sentiero, il Sentiero del Latte, un itinerario didattico che attraversa boschi, malghe e torrenti e che dà informazioni sul latte e le mucche.

La malga è raggiungibile anche in auto percorrendo una strada stretta per 5 km dal paese di Valles ma esiste anche un pratico servizio navetta. È molto frequentata in ogni stagione dell’anno. Si può salire anche solo per il pranzo e assaggiare il tipico tris di canederli o altre specialità altoatesine.

La malga più bella dell’Alto Adige