Visto turistico per la Birmania: dove richiederlo, costi e durata

Visto turistico per la Birmania: quando è necessario richiederlo, come e dove inoltrare la domanda, quali sono i costi e i tempi per ottenere il permesso e andare in vacanza

Il visto turistico per la Birmania, Myanmar, è richiedibile online esclusivamente sul sito ufficiale governativo. Il permesso è valido 3 mesi per una permanenza di 28 giorni e la procedura per ottenerlo è davvero molto semplice. Nel modulo di domanda bisogna indicare, oltre ai propri dati anagrafici, l’hotel in cui si soggiornerà, lo scopo e la durata della visita. Chi risiede a Roma o nelle vicinanze può recarsi all’Ambasciata e richiedere il visto prima di partire per la Birmania e riceverlo via corriere comodamente a casa. In questo caso è consigliabile organizzarsi in anticipo per non avere problemi.

Per ottenere il visto, bisogna produrre la fotocopia della propria carta di identità o della patente, il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, due foto tessera recenti e a colori e la ricevuta del versamento del diritto consolare pari a venti euro. Il costo del visto è di 50 dollari americani che vanno pagati in contanti al momento della richiesta. In media i tempi di rilascio si aggirano intorno ai dieci giorni. La possibilità di richiedere il visto online è di recente introduzione e in via sperimentale, realizzata allo scopo di snellire la burocrazia presso l’ufficio immigrazione.

Nel caso vi appoggiaste a un’agenzia accreditata i costi saranno maggiori, per il servizio ricevuto. Si ricorda che in Birmania non è possibile utilizzare la patente di guida, pertanto se avete intenzione di noleggiare una macchina, dovrete prenderla con autista. Inoltre, per precauzione, sarebbe meglio effettuare le vaccinazioni contro Epatite A e B, Difterite, Tetano e Febbre Tifoide. E’ consigliata la profilassi antimalarica se si prevede di soggiornare nelle zone rurali, lontano dalle città, anche perché le strutture sanitarie non possiedono un livello adeguato.

L’ e-Visa è previsto per 41 paesi, tra cui i 28 membri dell’Unione Europea e i 10 dell’Asean. Per visti diversi da quello turistico bisogna fare richiesta all’Ambasciata del Myanmar a Roma, in via Villa Grazioli 29. Il visto per affari ad esempio ha un costo di 35 euro e ha una validità di tre mesi per un soggiorno di 28 giorni, come per il visto turistico, e viene rilasciato entro 5 giorni dalla data di avvenuta richiesta presso le autorità preposte. Si ricorda che è assolutamente vietato esportare manufatti religiosi e frammenti di monumenti dalla Birmania.

Visto turistico per la Birmania: dove richiederlo, costi e durata