I cinque centri termali più belli in Abruzzo

L'Abruzzo è ricco di centri termali dislocati in 5 zone strategiche, tutte da scoprire: ecco quali sono le terme abruzzesi più famose

L’Abruzzo è una regione ricca di possibilità e con una varietà paesaggistica davvero unica. Dalle località di montagna alle spiagge, passando per i borghi antichi e le zone vitivinicole: una vacanza in Abruzzo è perfetta in ogni stagione dell’anno e in particolare durante il periodo autunnale e invernale, quando ci si può dedicare a percorsi di benessere e salute in un centro termale. Le terme in Abruzzo si trovano in 5 centri principali, tutti situati in zone di grande interesse naturalistico o culturale: Caramanico, Raiano, Canistro, Popoli e Rivisondoli. Nei centri termali si possono trascorrere weekend o giornate all’insegna del benessere, del relax e della salute, senza dimenticare il contatto con la natura e con le tradizioni locali. Se hai mai pensato di trascorrere una vacanza nelle terme in Abruzzo, ecco i 5 centri più belli della regione!

Centri termali in Abruzzo per una vacanza di benessere

Piscine termali, trattamenti di bellezza, percorsi di salute e tanto relax: le terme in Abruzzo sono la soluzione ideale per chi desidera trascorrere una vacanza per ritrovare l’equilibrio fisico e mentale, ma al tempo stesso per chi desidera scoprire le bellezze di questa regione. Scegliere un pacchetto benessere in uno dei 5 centri termali più belli dell’Abruzzo ti permette di essere vicino a città come L’Aquila o Pescara, di immergersi nella bellezza dei parchi naturali incontaminati del centro Italia e di vivere le tradizioni abruzzesi, compresa la cucina tipica.

Terme di Caramanico

Il centro termale di Caramanico è situato nella Valle dell’Orfento, all’interno del Parco Nazionale della Majella. È il luogo perfetto per chi vuole vivere le terme in Abruzzo, in montagna. Il punto di forza di questo centro termale è sicuramente l’ambiente naturalistico: ci troviamo in una delle zone più belle d’Italia, con una ricca biodiversità che permette di ammirare fauna e flora tipiche del territorio. Questa è la zona dove cresce la Genziana, ma dove si possono avvistare anche orsi, lupi, cervi, camosci e l’aquila reale. Situate a 650 metri di altitudine, le Terme di Caramanico sono tra le poche terme in Italia a vantare ben due tipologie di acque: quelle sulfuree e quelle oligominerali, ottenendo quindi la certificazione dal Ministero della Salute per l’ottima qualità curativa delle acque. Il centro ha diverse aree, tra cui:

  • il centro sanitario;
  • il centro inalatorio;
  • il reparto per la fangobalneoterapia;
  • l’area benessere;
  • il centro riabilitativo;
  • la palestra;
  • i centri pediatrici.

L’area benessere propone massaggi, terapie riabilitative, sessioni di fitness ed estetica termale. All’interno del centro è presente inoltre un hotel per chi desidera soggiornare e trascorrere un intero weekend o una vacanza all’insegna del benessere. A rendere le Terme di Caramanico ancora più piacevoli per una vacanza all’insegna del relax è lo splendido parco in cui sono immerse, circondato a sua volta dalla natura incontaminata della Majella.

Terme di Raiano

Sogni da sempre di trascorrere una vacanza in un centro termale antico? Le terme di Raiano ti faranno fare un vero viaggio nel tempo: il centro infatti discende direttamente dalle antichissime terme di Ovidio, di origine romana e ancora oggi se ne possono individuare le tracce. L’antica sorgente La Solfa rifornisce il moderno hotel 4 stelle in cui si può soggiornare e beneficiare dei trattamenti termali. Le terme di Raiano si trovano a 10 km da Sulmona, in provincia dell’Aquila, esattamente al centro dei parchi naturali abruzzesi. La zona è strategica per poter scoprire il territorio e per potersi godere tutto il benessere di questa antica fonte.

L’hotel è situato adiacente al centro termale e chi vi soggiorna può scegliere di fare idropercorsi nella piscina termale, fare massaggi tonificanti o partecipare a sessioni di allenamento nella palestra interna.
Inoltre, le terme di Raiano hanno al loro interno un centro di medicina estetica termale. Tra le cure sanitarie disponibili ci sono anche le cure inalatorie, la fangobalneoterapia e la massoterapia. La piscina termale a 30°C, unita alle più avanzate terapie di benessere permettono di vivere un soggiorno perfetto per recuperare la forma fisica e per rilassare la mente. Non si deve dimenticare inoltre che il territorio circostante è uno dei più belli in Italia a livello paesaggistico.

Terme di Canistro

Situate nel cuore della Valle Roveto, poco distanti dall’Aquila, le terme di Canistro sono il luogo perfetto in cui concedersi un weekend di benessere e salute, in tutte le stagioni dell’anno. La Valle Roveto infatti è un luogo incantato, dove poter ammirare un foliage straordinario in autunno, dove poter gustare i prodotti tipici del territorio e dove potersi godere meravigliose escursioni nella natura durante l’estate. Le terme di Canistro si trovano inoltre in una posizione strategica, al confine tra Abruzzo e Lazio, accessibile da diverse località turistiche come Civitella Roveto, Avezzano e la Riserva Zompo Lo Schioppo. Le terme di Canistro inoltre sono poco distanti anche dagli impianti di risalita di Camporotondo, perfetti per gli ama gli sport invernali.

Anche in questo caso, il centro termale è conosciuto già dal 1493 grazie alla presenza delle sorgenti Santa Croce e Sponga dalle quali sgorgano acque oligominerali. Il centro è inoltre specializzato in cure idropiniche focalizzate nel trattamento di patologie del fegato, dei reni, dell’intestino e dello stomaco. Il fatto che inoltre, Canistro sia letteralmente immersa nei boschi, nei pascoli e nella natura incontaminata della Valle Roveto, contribuisce a rendere questo centro termale abruzzese un’autentica oasi di benessere psico-fisico. L’acqua ipotermale che sgorga dalle sorgenti è a 9,5°C di temperatura ed è ricca di calcio, cloro e magnesio: un vero toccasana per le patologie del fegato. Per chi desidera quindi trascorrere una vacanza all’insegna del benessere non solo godendosi le terme, ma anche la natura e i paesaggi incontaminati del centro Italia, le terme di Canistro sono la destinazione ideale.

Terme di Popoli

Poco distante da Caramanico e Canistro, si trova anche un altro centro termale di grande importanza: le terme di Popoli. Sempre in provincia di Pescara, all’interno del Parco Nazionale della Majella e adiacenti al Parco Regionale Sirente-Velino, le terme di Popoli fanno parte del grande patrimonio storico del nostro paese. Distrutte nel 1944, furono poi interamente ricostruite per permettere alle persone di godere dei benefici delle sue acque termali. Nel territorio di Popoli, caratterizzato dal borgo antico e dai paesaggi collinari abruzzesi, ci sono tantissime sorgenti di acque sulfuree che vengono sfruttate per realizzare cicli di cure termali, percorsi benessere e terapie specifiche, sia per gli adulti, sia per i bambini.

Il centro termale non ha al suo interno un hotel, ma sono diverse le strutture ricettive del paese, convenzionate con le terme, che permettono ai visitatori di poter soggiornare per godersi i benefici delle acque termali, ma anche la bellezza dell’Abruzzo più autentico. Le terme di Popoli sono principalmente dedicati ai percorsi di salute e sono convenzionate con il sistema sanitario nazionale, pertanto sono la destinazione ideale per chi necessita di trascorrere dei periodi all’interno di centri termali per il recupero funzionale e per la cura di patologie e disturbi fisici. Da non perdere nelle vicinanze di Popoli è l’altopiano di Navelli, uno dei luoghi più suggestivi in Abruzzo e patria del pregiatissimo zafferano.

Terme di Rivisondoli

Infine, l’ultimo centro termale dell’Abruzzo sono le terme di Rivisondoli, situate vicino a Roccaraso, in provincia dell’Aquila. Le terme alte di Rivisondoli sono al confine tra Abruzzo e Molise, adiacenti al Parco Nazionale d’Abruzzo. Anche in questo caso, ci troviamo in uno degli scenari naturalistici più belli d’Italia: il luogo ideale in cui trascorrere una vacanza rigenerante per il corpo e per la mente.
L’alta presenza di zolfo nelle acque di Rivisondoli, unita alla presenza di un fango termale, rendono queste terme tra le più apprezzate in Abruzzo non solo per trattamenti di salute, ma soprattutto per trattamenti di bellezza. All’interno del centro infatti è presente una Spa con trattamenti estetici tra cui docce termali, docce emozionali, sauna, bagno turco, una vasca termale, massaggi e trattamenti di bellezza.

La particolarità del fango termale viene utilizzata anche per realizzare una linea di cosmetici indicati soprattutto per le pelli più sensibili. All’interno delle terme di Rivisondoli c’è anche un centro omeopatico e un ristorante che propone cucina tipica abruzzese. L’acqua termale utilizzata nel centro sgorga a 1400 metri sul livello del mare, dalla fonte Strapuzio e genera un’azione lenitiva e idratante sulla pelle. Anche il fango utilizzato per i trattamenti deriva dalla fonte Strapuzio e viene portato a galla dalla pressione dell’acqua. Qualunque sia la tua scelta per trascorrere un weekend o una vacanza a base di benessere alle terme in Abruzzo, hai ampia scelta. Ciò che non mancherà mai comunque è la natura selvaggia che caratterizza questa regione, insieme alle forti tradizioni e all’accoglienza che renderà unico il tuo viaggio.

Le terme d'Abruzzo

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I cinque centri termali più belli in Abruzzo