Viaggio in Uzbekistan, tra spezie, bazar e moschee

Ecco quali sono le maggiori cose da sapere e i posti da visitare in Uzbekistan

L’Uzbekistan è un paese in cui solamente il 10% delle terre sono sfruttate dall’uomo: il resto è ricoperto dal Kizilkum, un deserto tra i più estesi dell’Asia. Orograficamente parlando, a est è dominato da maestose montagne, e il territorio è diviso da due importanti fiumi, Amu Darya e Syr Darya. Le rive del Mare D’Aral, che si sono ritirate nell’entroterra per una lunghezza di circa 60-80 chilometri, hanno formato un altro deserto, però di tipo artificiale; un tempo il Mare d’Aral era il quarto nel mondo per grandezza.

La capitale Tashkent è la prima meta imperdibile per chi decide di visitare l’Uzbekistan. Anche se parte del suo territorio cittadino venne quasi distrutto da un forte terremoto negli anni ’60 e quindi non possiede una grande quantità di attrazioni, rimane sempre molto caotica ed affollata. Ogni giorno è presente l’immenso Bazar Chorsu, un mercato caratteristico e adatto per acquisti di ogni genere, nei pressi della Madressa di Kukeldash, la più grande della città. Inoltre, a Tashkent sono presenti i maggiori musei del paese.

A Samarcanda, storica città posta a metà strada tra Asia ed Europa sulla rotta della seta, rimarrete affascinati dalla splendida architettura e dal profumo di spezie proveniente dai vari mercati e da ogni angolo della città. I luoghi imperdibili da visitare sono sicuramente il Gran Bazar, lo Shahi-Zinda, il Registan, la Moschea di Bibi Khanym e il Mausoleo di Tamerlano, che contiene al suo interno le reliquie dell’imperatore e di alcuni suoi successori.

Un’alta tappa obbligata del vostro viaggio è la città di Khiva, perla dell’Uzbekistan occidentale. Questa storica cittadina sembra essersi fermata nel tempo e rende possibile ai turisti vedere come si poteva presentare una città come Khiva migliaia di anni fa agli occhi dei passanti. La parte storica della città, Ichon-Qala, è circondata da alte ed imponenti mura, nelle quali oltre al palazzo di Tosh-Khovli è possibile visitare le principali moschee e madresse di Khiva.

Ultima meta, ma non per importanza, è l’antica città di Bukhara, posta sulla strada della seta come Samarcanda e per questo motivo facilmente raggiungibile da essa. I luoghi più interessanti che racchiude al suo interno sono l’affollatissimo Mercato Coperto; la Labi-Hauz, punto di partenza da cui iniziare la visita delle Madressa, tra cui quella di Ulughbek, nipote di Tamerlano; il Minareto di Kalan, senza dubbio il luogo più importante della città. Da non perdere sono anche la Residenza dell’Ark e la Moschea Kalan.

Immagini: Depositphotos

Viaggio in Uzbekistan, tra spezie, bazar e moschee