Trekking: alla scoperta dei percorsi italiani

In montagna o al mare, scopri i percorsi di trekking italiani più belli

Nel nostro Paese sono sempre di più gli appassionati di trekking, che decidono di scoprire le bellezze naturali e paesaggistiche del nostro territorio, organizzando un viaggio a piedi nei luoghi più emozionanti della penisola. Dai sentieri tra le Alpi della Valle d’Aosta e del Trentino, alle escursioni nelle vallate del centro Italia e lungo le coste della Sicilia e della Sardegna, fare trekking in Italia è un’esperienza unica, che permette di ammirare luoghi di grande fascino e storia.

Percorsi di trekking in Italia: il Corno Grande e il parco del Velino

Una delle regioni più suggestive in Italia per il trekking è l’Abruzzo, dove si trova il meraviglioso percorso del Corno Grande. Si tratta di una camminata di circa 8 ore, dai Prati di Tivo fino al Rifugio di Campo Imperatore, situato a un’altezza di circa 2130 metri sul livello del mare. Il paesaggio è quello unico del massiccio del Gran Sasso, passando lungo il versante nord nella Sella dei due Corni per giungere al maestoso Corno Grande, un viaggio da affrontare in estate da giugno a settembre.

Altrettanto apprezzato in Abruzzo è il Cammino dei Briganti, un percorso che richiede almeno 7 giorni, per arrivare a Sante Marie partendo da Tagliacozzo. La traversata prevede passaggi nei territori della Marsica e del Cicolano, con dislivelli compresi tra gli 800 e i 1.300 metri di altezza, circa 100 Km per scoprire le bellezze paesaggistiche della Valle del Salto e di Monte Velino. Di pari interesse è il trekking nel Parco del Sirente/Velino, affrontando l’altopiano di Piani di Pezza, nelle vicinanze della rinomata stazione sciistica di Campo Felice.

Viaggi di trekking sulle Dolomiti: itinerari e percorsi

Le Dolomiti rappresentano uno scenario unico per fare trekking in Italia, considerate da molti appassionati come le montagne più belle del mondo. Uno degli itinerari più ambiti è l’escursione sulle Tre Cime di Lavaredo, un viaggio di circa 6 ore di media difficoltà, usando come base di partenza e di arrivo il Rifugio di Auronzo, a 2340 metri di quota. Di estrema bellezza naturalistica sono le Pale di San Martino, in Trentino Alto Adige, un cammino di poco meno di 5 ore ad un’altezza di 2.500 metri, per vedere i rilievi montuosi delle Tofane e del Monte Civetta.

Trekking Italia

Trekking sulle Tre Cime di Lavaredo

Per i più esperti c’è sempre la Marmolada, la regina delle Dolomiti, un percorso di trekking piuttosto impegnativo, con un dislivello di 1300 metri. Con questo trekking è possibile salire ai rifugi del Fedaia, tuttavia sono richiesti abilità minime di alpinismo e un’attrezzatura adeguata al tracciato impervio. Per i semplici appassionati del trekking c’è invece il cammino lungo il Lago di Braies, alle pendici delle Dolomiti, un luogo incantevole in ogni periodo dell’anno, un itinerario relativamente facile che richiede appena un paio d’ore.

Escursioni di trekking in Italia: le Gole di San Martino

Uno dei luoghi più suggestivi in Italia per il trekking sono le Gole di Fara San Martino, localizzate all’interno dello splendido Parco Nazionale della Maiella, in Abruzzo. Si tratta di un profondo canyon lungo circa 14 Km, dove si possono visitare gli antichi resti del Monastero di San Martino. Vero protagonista dell’escursione è il paesaggio della zona, in cui è presente un’atmosfera emozionante e un territorio che lascia sempre tutti a bocca aperta, mentre si attraversano le valli di Santo Spirito, Macchia Lunga e Cannella.

Trekking Italia: il Selvaggio Blu in Sardegna

Tra i viaggi di trekking in Italia più spettacolari c’è il Selvaggio Blu in Sardegna , un must per gli amanti della montagna, uno dei percorsi più difficili del nostro Paese. Ideato all’incirca una ventina di anni fa, l’itinerario prevede un percorso che parte da Pedra Longa per giungere fino a Cala Sisine o Cala Luna, camminando tra le rocce di falesia lungo la costa di Baunei per circa 7 giorni. La Sardegna ha molto da offrire agli appassionati del trekking, tra cui le avventure all’interno del parco faunistico di Sa Portisca, le passeggiate sull’Altopiano del Golgo, le salite sul Supramonte e i sentieri dentro le Gole del Gorroppu.

Un viaggio particolarmente ricercato è la traversata nel Golfo di Orosei, una variante del Selvaggio Blu, che richiede almeno 5 giorni ma risulta decisamente più semplice da affrontare. Lungo la costa occidentale della Sardegna è possibile unirsi alle visite guidate sull’Iglesiente, con itinerari più o meno complessi a seconda del livello del gruppo, da 2/3 giorni fino a un massimo di 5 giornata per terminare il percorso completo. Quest’ultimo consiste in una camminata in quota, attraversando il Parco Geominerario da Portoscuso a Portixeddu.

Trekking in Italia

Il Golfo di Orosei in Sardegna

Percorsi di trekking in Italia: la Riserva dello Zingaro

Nella bellissima Sicilia è possibile visitare la Riserva dello Zingaro, un percorso di trekking emozionante all’interno di  un’area naturale protetta, lungo la costa nei pressi della rinomata località balneare di San Vito Lo Capo. Il sentiero è lungo poco più di 7 Km, un itinerario che consente di ammirare il bellissimo mare che bagna la Sicilia, dove trovare sulla strada diversi musei, tra cui quello di Punta della Capreria, della Manna e il museo della Civiltà Contadina.

Nell’isola si trova anche il percorso di trekking del Sicani, per scoprire la meravigliosa Abbazia di Santa Maria del Bosco, alle pendici del Monte Genuardo, gli itinerari nella Riserva Naturale di Alcamo, nelle vicinanze di Trapani, le escursioni lungo il vulcano di Stromboli, 5 ore di camminata per visitare una delle più belle isole delle Eolie, oppure i sentieri nel parco di Nebrodi, attraversando la natura incontaminata della zona, con fermate ai borghi storici di Longi e Sant’Agata Militello, passando per i laghi di Biviere, Trearie e Pisciotto.

Trekking in Italia alle Cinque Terre: le migliori escursioni

Un’esperienza emozionante è il trekking alle Cinque Terre, dove si trovano alcuni dei sentieri escursionistici più affascinanti d’Italia. Da non perdere la Strada dei Santuari, percorsi segnalati per chi desidera visitare a piedi località come Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso, che ospitano luoghi religiosi come il Santuario di Nostra Signora di Montenero e quello di Nostra Signora delle Grazie.

Particolarmente suggestivo è il Sentiero Azzurro, il più rinomato e frequentato, poiché permette di raggiungere tutti e cinque gli antichi borghi marinari, passando tra dirupi, vallate, tratti costieri impervi e la romantica Via dell’Amore. Nella zona si trova l’Alta Via delle Cinque Terre, conosciuta anche come Sentiero Rosso, un tratto da fare in circa 8/9 ore con un po’ di allenamento, con tappe nelle splendide cittadine arroccate sulle coste rocciose di Campiglia, Colle Marvede e Levanto.

Trekking in Italia: dove andare

Il Sentiero Azzurro delle Cinque Terre in Liguria

Il Sentiero degli Dei, uno dei percorsi di trekking più suggestivi d’Italia

Considerato uno degli itinerari più belli per il trekking in Italia, il Sentiero degli Dei si articola da Agerola a Nocelle, lungo la stupenda costa amalfitana. Per percorrere i quasi 8 Km del cammino servono all’incirca 3/4 ore, in base al grado di preparazione fisica, un tracciato assolutamente non adatto a chi soffre di vertigini. Tuttavia il grado di difficoltà è contenuto, infatti viene classificato come un itinerario adatto a tutti, in grado di regalare un panorama mozzafiato su Capri e i faraglioni della costa amalfitana.

Escursioni di trekking in Italia: l’Alta Via dei Giganti

In Valle d’Aosta è presente un percorso piuttosto ambito, infatti sono numerosi gli amanti delle escursioni che vogliono cimentarsi con il trekking nell’Alta Via dei Giganti. Scenario incomparabile per la spettacolarità della natura e la bellezza del paesaggio, questo itinerario si sviluppa in 11 tappe singole, con partenza da Donnas e arrivo a Courmayeur, con una media giornaliera di 4/5 ore di camminata. Tra le tappe la caratteristica cittadina montana di Sassa e il santuario di Madonna della Guardia, mentre svettano lungo il percorso le cime del Cervino, del Monte Rosa e del Monte Bianco.

Percorsi trekking in Italia

Vista del Cervino durante un trekking in Val D’Aosta

Trekking in Italia: la Balconata del Monte Bianco

Tra i viaggi di trekking in Italia più spettacolari c’è la Balconata del Monte Bianco, un sentiero panoramico accessibile soltanto al termine dell’inverno. Situato a circa 4.800 metri d’altezza, in una delle zone più elevate delle Alpi, il cammino prevede una passeggiata tra le valli di Ferret e Vény, scoprendo lungo l’itinerario luoghi incantevoli, laghetti nascosti tra le cime dei rilievi montuosi e diversi esemplari di caprioli e cervi. L’escursione è abbastanza semplice e poco impegnativa, con diverse opzioni che permettono di personalizzare la camminata.

Altri percorsi emozionanti per fare trekking in Italia

L’Italia è un luogo incredibilmente vario, dove trovare tantissime possibilità per fare trekking dal nord a sud. Da provare sono i sentieri all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso, tra il Piemonte e la Valle d’Aosta, alcuni dei quali adatti anche ai bambini, mentre altri soltanto ai più esperti, come il Gran Tour del Gran Paradiso. Altrettanto impressionate è l’itinerario tra Jenne e Subiaco, che permette di attraversare la bellissima Valle dell’Aniene nel Lazio, incontrando lungo il cammino il Monastero del Sacro Speco, il Lago di San Benedetto e le Grotte dell’Inferno.

Da non perdere un’escursione nella zona del Lago di Como, ammirando uno dei laghi più affascinanti d’Europa e visitando le cittadine di Menaggio e Colonno, ad esempio percorrendo i 10 Km della Greenway del Lario. Tra Veneto e Trentino Alto Adige si trova invece il Sentiero Viel del Pan, con partenza da Canazei e tragitto da compiere in circa 3 ore, raggiungendo un’altezza massima di 2400 metri. Non meno suggestivo è il Parco delle Madonie, nella costa settentrionale della Sicilia, che mette a disposizione itinerari ideali per un’escursione a piedi con tutta la famiglia.

Viaggi di trekking organizzati in Italia: a chi rivolgersi

Naturalmente è possibile fare trekking da soli, senza appoggiarsi a tour operator e associazioni specializzate, tuttavia è importante affidarsi a guide esperte e gruppi organizzati. In questo modo si possono scoprire itinerari sconosciuti, visitare paesaggi nascosti e ammirare le bellezze del nostro Paese da una prospettiva diversa, approfittando dell’esperienza di appassionati e professionisti che battono da anni i sentieri del nostro Paese.

I viaggi di trekking organizzati sono in forte crescita, con proposte per tutti i gusti e le esigenze, dalle famiglie con bambini ai gruppi aziendali, con percorso naturalistici in pianura o in montagna. Senza tralasciare la sicurezza offerta da un team di supporto, in grado di far fronte a qualsiasi evenienza e intervenire in tempi rapidi in caso di necessità. Inoltre il trekking in gruppo rappresenta un’occasione speciale, per conoscere persone nuove e condividere una passione comune, camminando a piedi tra i sentieri più suggestivi di questo meraviglioso Paese.

Trekking: alla scoperta dei percorsi italiani