La mappa delle terme in Toscana: ecco dove andare

La Toscana è la regione italiana con più terme e centri per il benessere e relax: ecco un'utile mappa alle destinazioni più belle

Grazie alla presenza di numerosi giacimenti d’acqua termale, la Toscana è la regione d’Italia che vanta più stabilimenti termali.

Qui, grazie ad acque con una temperatura compresa tra i 25 e i 54°C, presentano molteplici proprietà benefiche per il corpo dell’uomo: curano i reumatismi, alleviano le patologie vascolari, regalano sollievo alle patologie respiratorie e del tratto urinario. E, spesso, grazie ai contesti naturali in cui sono inserite fanno bene anche all’anima.

Terme in provincia di Siena

La provincia che ospita il maggior numero di terme e di stabilimenti termali in Toscana è Siena con la splendida Val d’Orcia e il Monte Amiata un vulcano dormiente che dà origine alle acque termali della zona.

Tra gli stabilimenti che beneficiano di queste acque, spiccano i Bagni San Filippo (frazione di San Quirico d’Orcia), una zona termale libera e gratuita all’interno del torrente Fosso Bianco: ampie vasche termali e cascatelle presentano una temperatura di 50°C e sono ricchissime di minerali, il calcio su tutti. Ma è il loro contesto, ad essere una vera favola: immersi nel bosco, i Bagni San Filippo sono soprannominati “Balena Bianca”, grazie all’immensità del masso bianco che si getta nel torrente e che somiglia proprio ad una balena.

L’accesso è invece a pagamento a Bagno Vignoni, sempre a San Quirico d’Orcia: sorge qui uno degli stabilimenti termali più importanti di tutta la Toscana, l’albergo Posta Marcucci, con splendida vista sulla Rocca di Castiglione d’Orcia. La meta viene scelta dagli amanti delle terme low cost. È molto suggestiva la piazza delle Fontane al centro del paese dove si trova una vasca medievale circondata da edifici del Rinascimento che distribuisce l’acqua termale in tutto il paese. Luogo magnifico in cui però è vietato immergersi, è stato fonte di ispirazione per molti registi, a partire dal sovietico Andrej Arsen’evičTarkovskij negli anni ‘80: qui hanno recitato anche Carlo Verdone, Francesca Neri, Sergio Rubini, Christian De Sica e Rocco Papaleo.

Ci sono poi le Terme di Chianciano, curative per le patologie del fegato e dell’apparato gastrointestinale (il cui più antico e prestigioso impianto termale è rappresentato dal Parco Termale Acqua Santa e Fucoli), dove le terme sensoriali immerse nel verde del Parco Acqua Santa permettono di scegliere tra diversi percorsi con trattamenti di benessere.

Molto famose sono anche le Terme di Montepulciano che – ricche di zolfo e di bromo – aiutano chi soffre di problemi respiratori, arto-reumatici e della pelle. Qui l’attenzione è rivolta al concetto di prevenzione termale e resilienza allo stress quotidiano grazie a trattamenti specifici rilassanti, riequilibranti e tonificanti.

A Monticiano, le Terme di Petriolo, ad ingresso libero e con acqua a 43°C, sono tra le più amate della regione, soprattutto dai turisti stranieri; più chic sono invece i due stabilimenti di Rapolano Terme, l’Antica Querciolaia aperta tutto l’anno e le Terme di San Giovanni, famosi per quelle acque iper-termali che sono le più calde di tutta la Toscana (sgorgano dalla sorgente alla temperatura di 39°C) e resi eleganti dalle strutture in pregiato travertino.

Infine, San Casciano dei Bagni: con le sue 42 sorgenti termali, è al terzo posto in Europa per portata d’acqua ed è annoverato tra i borghi più belli d’Italia. Un luogo incantevole, in cui regalarsi un soggiorno di relax. Di questa località non tutti conoscono le terme libere raggiungibili andando oltre via della Fontanaccia e arrivando alle due vasche chiamate Bagno Grande e Bagno Boscolo.

Bagni San Filippo, Terme di Toscana

Terme in provincia di Firenze

Poco lontano da Firenze, Gambassi Terme ospita le Terme della Via Francigena ed è famoso per la sua acqua da bere, dalle alte proprietà depurative. Lo stabilimento sfrutta l’Acqua di Pillo, ed è particolarmente indicato per chi soffre di disturbi della digestione. L’acqua di Pillo scorre sotto terra per 50 anni e viene rilasciata ad una temperatura di 15°C: viene quindi classificata come “acqua termale fredda”. Veniva utilizzata già nei primi anni del ‘900 e molti sportivi erano soliti fare tappa per sfruttare queste eccezionali proprietà benefiche: tra questi il campione toscano di ciclismo Gino Bartali.

Terme in provincia di Massa-Carrara

La fonte termale di Villa Undulna è frutto di una scoperta casuale a inizio del ventunesimo secolo durante degli scavi (si tratta dunque di uno degli stabilimenti termali più giovani d’Italia). A pochi chilometri da Viareggio e da Forte dei Marmi, Villa Undulna è un resort di lusso ed è l’emblema delle Terme della Versilia che, site a Cinquale, sono le uniche terme toscane insieme alle Terme dell’Elba ad affacciarsi direttamente sul mare. Alla provincia di Massa-Carrara appartengono anche le Terme di Equi, conosciute sin dalla Preistoria e immerse in un panorama da cartolina.

Terme in provincia di Pisa

Per chi decide di regalarsi una vacanza tra Pisa e Lucca, diverse sono le terme che – dalla celebre torre pendente – distano una manciata di chilometri. Casciana Terme è uno splendido villaggio il cui stabilimento, Villa Borri, oltre alle vasche termali ospita un centro benessere e un centro riabilitativo, e offre tutto il fascino di un’antica struttura agricola ristrutturata. L’altra località termale della provincia di Pisa è San Giuliano Terme, con le sue antichissime terme. Sorgono qui i Bagni di Pisa, lussuoso resort del gruppo Italian Hospitality Collection, di cui fanno parte anche Grotta Giusti di Monsummano e Fonteverde. Le piscine sono immerse in un contesto settecentesco ricco di affreschi e di stucchi, e l’effetto è straordinario.

Terme in provincia di Lucca

Un albergo e due antichi stabilimenti danno vita all’Hotel & Terme Bagni di Lucca, in passato uno degli impianti termali italiani più famosi d’Europa, nonché una delle uniche terme in Toscana a disporre di una grotta termale naturale.

Terme in provincia di Pistoia

Due sono anche le località termali della provincia di Pistoia. Innanzitutto, le Terme di Montecatini: frequentate da nobili e famosi di tutto il mondo fin dall’inizio del secolo, ospita lo stabilimento Tettuccio, tra i più importanti al mondo per la cura idropinica: le sue acque da bere sono rinomate ovunque, e sono estremamente efficaci in caso di disturbi dell’apparato digestivo. Situate in Valdinievole, una delle zone più umide dell’entroterra italiano, sono in una posizione strategica, a meno di 50 metri dalle località turistiche di Firenze, Pisa, Lucca, Siena e la Versilia.

L’altra destinazione è Monsummano Terme: il suo innovativo stabilimento termale, Grotta Giusti, prende il nome da una grotta naturale i cui vapori termali vengono utilizzati per curare malattie respiratorie e per offrire trattamenti di bellezza.

Terme in provincia di Livorno

Si trova in provincia di Livorno la prima struttura termale toscana a proporre un percorso di benessere diffuso, in cui i trattamenti termali rientrano in un più ampio percorso olistico di riequilibrio psico-fisiologico. All’interno dell’agriturismo La Cerreta, le Terme di Sassetta sono immerse in uno splendido bosco e coccolano i loro ospiti con un’alimentazione biodinamica. A pochi minuti dal mare, il centro termale di Venturina Terme si avvale invece delle acque della Sorgente Cratere, già note agli Etruschi e ai Romani e utili in caso di  malattie dell’apparato respiratorio, otorinolaringoiatriche, reumatiche, dell’apparato digerente e vasculopatie periferiche.

Sull’Isola d’Elba è possibile trovare un’incantevole piscina termale nella località San Giovanni che è facilmente raggiungibile a piedi una volta sbarcati a Portoferraio. Un’ottima occasione per visitare l’isola e godersi qualche ora di relax prima di rientrare.

Terme in provincia di Grosseto

Anche la provincia di Grosseto, nel cuore della Maremma Toscana, presenta diversi stabilimenti termali. A cominciare dalle dalle Terme di Saturnia, con le Cascate del Mulino che sono tra le più famose al mondo. Terme libere, amate per il contesto naturale in cui sono immerse, si compongono di gigantesche vasche calcaree formatesi nel corso dei secoli e sono super scenografiche. Immergersi nelle loro acque è davvero un’esperienza.

Nella cosiddetta “Zona del Tufo”, invece, le Terme di Sorano sorgono a poca distanza da Pitigliano e Sovana: il loro stabilimento è piccolo e intimo, ma ha il fascino dei tempi antichi, con quella vasca termale che i frati della Pieve utilizzavano già nel Medioevo.

Saturnia, Terme di Toscana

La mappa delle terme in Toscana: ecco dove andare