Patrimoni dell’Unesco in Italia: la top 10

L'Onu aggiunge 27 luoghi alla lista dei Patrimoni dell'Umanità

L’Italia vanta il maggior numero di Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Ben 47 sono i siti attualmente presenti nell’elenco e altri 39 sono candidati e in attesa di entrare a far parte della prestigiosa lista. Difficile scegliere i migliori tra questi, ma sicuramente ve ne sono alcuni che sono molto famosi e iconici del nostro Paese.

1. Castel del Monte
Iscritto tra i Patrimoni Unesco nel 1996, è un edificio del XIII secolo che si trova in Puglia, vicino ad Andria, voluto dall’Imperatore Federico II. L’edificio, oltre a essere un esempio di costruzione precisa (la forma è quella di un ottagono), è anche carico di simbolismi che hanno appassionato molti studiosi.

2. Reggia di Caserta
Entrata a far parte dei Patrimoni nel 1997, il Palazzo Reale è una dimora storica appartenuta alla casa dei Borbone di Napoli. E’ ritenuta l’ultima grande realizzazione del Barocco italiano ed è famosa per il giardino all’italiana e per il giardino all’inglese.

3. Valle dei Templi
L’area archeologica di Agrigento, in Sicilia, fa parte dei Patrimoni dal 1997. E’ una delle mete più turistiche d’Italia per via dell’eccezionale stato di conservazione dei templi risalenti al periodo ellenico.

4. Trulli di Alberobello
Sono costruzioni di pietra a secco, coniche, di origini protostoriche tipiche ed esclusive della Puglia centro-meridionale e per questo elette tra i Patrimoni Unesco nel 1996. Erano edifici contadini con un solo piano. Oggi valgono milioni.

5. Sassi di Matera
E’ stato il primo sito dell’Italia meridionale iscritto nel 1993 e rappresenta un ecosistema urbano straordinario fatto di caverne, antiche e moderne, nel pieno centro di Matera.

6. Pompei
Insieme a Ercolano e a Torre Annunziata fa parte dell’Unesco dal 1997. La storia di Pompei ha origini antiche quanto quelle di Roma. Nell’area degli scavi archeologici è stata portata alla luce l’antica città romana distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

7. Ville palladiane
L’insieme delle ville venete, principalmente nella provincia di Vicenza, fa parte dei Patrimoni Unesco dal 1996. Sono state costruite nel 1500 da Andrea Palladio per le famiglie di aristocratici locali con un particolare tipo di architettura unico al mondo.

8. Monumenti paleocristiani di Ravenna
La città romagnola conserva un complesso di otto monumenti unici per ricchezza e qualità artistica delle decorazioni a mosaico. Sono Patrimonio Unesco dal 1996.

9. Villa d’Este
Capolavoro del Rinascimento italiano, figura nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco dal 2001. Si trova a Tivoli, in provincia di Roma, ed è famosa per i suoi giardini, per le grotte e le numerose fontane.

10. L’ultima cena
L’opera maestosa di Leonardo da Vinci si trova nel refettorio del convento della Chiesa di Santa Maria delle Grazie Milano. Entrambi fanno parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco dal 1980 e sono stati il secondo sito italiano, dopo il centro storico di Roma, a essere classificato.

L’Italia è seguita dalla Spagna, che ha 44 siti Unesco, e dalla Cina che ne ha 43. La lista dei Patrimoni è composta da un totale di 936 siti, di cui 725 beni culturali, 183 naturali e 28 misti presenti in 153 nazioni del mondo.

La Convenzione sul Patrimonio dell’Umanità, adottata dalla Conferenza generale dell’Unesco il 16 novembre 1972, ha lo scopo di identificare e mantenere la lista di quei siti che rappresentano delle particolarità di eccezionale importanza da un punto di vista culturale o naturale.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Patrimoni dell’Unesco in Italia: la top 10