Itinerario per scoprire Lodi in un giorno

La città di Lodi, poco lontana da Milano, è ricca di cose da fare e da vedere: ecco le tappe per una giornata a Lodi

Una cittadina che sorge nel cuore della bassa Pianura Padana, poco lontana dalla grande Milano, ma che non si lascia offuscare dal capoluogo lombardo, con le sue tante peculiarità: stiamo parlando di Lodi, città ricca di tante cose da vedere. Ma dove si trova Lodi esattamente? Essa sorge sulla riva destra del Fiuma Adda intorno al 1158, su direttive di Federico Barbarossa. Una città che si sviluppa attorno a Piazza della Vittoria, cuore del suo centro storico. Proprio qui si affacciano i principali monumenti cittadini. Ecco un itinerario per visitare Lodi in un giorno.

Visitare Lodi città

Per visitare Lodi città in un giorno, il consiglio degli operatori turistici è quello di partire da Piazza della Vittoria (nota anche come piazza Maggiore), che conserva la pavimentazione del 700, realizzata con ciottoli di fiume e delimitata ai lati da alcune trottatoie che vanno a formare un disegno geometrico. Tra i principali edifici che vi si affacciano ci sono la Cattedrale e il Municipio. Tutto attorno sorgono case a portici, tra cui la più importante è Palazzo Vistarini.

La Cattedrale si presenta con un impianto romanico. L’edificio è stato restaurato completamente tra il 1958 e il 1965. Molto bella la facciata, con un portale sormontato da sculture e i leoni stilofori davanti, nonché un ampio rosone con due finestre rinascimentali. Il Municipio presenta una facciata in stile neoclassico, con tanto di portici e di loggiato. Sui due lati spiccano i busti dei fondatori: Pompeo e Federico Barbarossa. All’interno c’è il Broletto, un cortile al cui centro sorge un’antica fontana. Subito dietro sorge la piazza Mercato, dove per due giorni a settimana si svolge appunto il mercato cittadino.

Nel visitare Lodi non si può omettere il tempio rinascimentale, denominato dell’Incoronata: si tratta di una bellissima costruzione ottagonale con un interno a pianta centrale, capolavoro rinascimentale. Poco distante sorgono la chiesa dedicata a S.Maria del Sole, con la sua bella facciata barocca, l’ex Chiesa dell’Angelo e l’ex Chiesa di San Cristoforo.

Percorrendo Lodi centro, si può notare una certa armonia nel tessuto urbanistico, caratterizzato da abitazioni adornate da cancelli in ferro battuto, balconi e splendidi cortili. Tra le cose da vedere a Lodi, anche il Museo Civico, che ospita la Sezione Archeologia e la Sezione Ceramica, oltre alla Pinacoteca.

Le tradizioni artistiche di Lodi

Nell’elenco delle cose da vedere a Lodi, non possono mancare i richiami alle principali tradizioni artistiche cittadine. A partire dalla decorazione e lavorazione della ceramica, diventata una produzione importante già dall’età romana, grazie all’ampia presenza di argilla che caratterizza il territorio, e che ha fatto crescere un florido mercato di maioliche e ceramiche. Degne di nota le produzioni artistiche di maestri come Ferretti, Dossena, Rossetti e Coppellotti.

Altra lavorazione importante a Lodi città è quella del ferro battuto, come si evince dai numerosissimi manufatti che compaiono in centro, come cancellate, lampade balconi e via di seguito.

Il territorio Lodigiano

Scegliendo cosa vedere a Lodi, non si può dimenticare il territorio circostante, una piccola porzione della Pianura Padana delimitata tra i fiumi Po, Adda e Lambro. A Nord invece sorge il canale detto della Muzza, principale componente del sistema irriguo del territorio.

I corsi d’acqua sono quindi uno egli elementi portanti del paesaggio di questa terra, che è caratterizzata anche da molti esempi di arte e cultura, non solo a Lodi città ma anche nei paesi che la circondano, ricchi di castelli, palazzi storici, chiese, abbazie e via di seguito.

Dopo aver visitato la città, da non perdere il Parco Ittico Paradiso, un’area di oltre centomila metri quadri fittamente percorsa da canali di acqua sorgiva, dove si possono vedere moltissime specie di pesci. La superficie del parco è coperta da vegetazione spontanea e caratterizzata da una fauna piuttosto varia: folaghe, germani reali, aironi,  gallinelle d’acqua e tanti altri uccelli.

Cosa mangiare a Lodi

Nel visitare Lodi non si può non fare una sosta in qualche tipica trattoria, per assaggiare le tipicità del territorio, che si basa su tre ingredienti fondamentali; gli insaccati di maiale, il formaggio e il burro. Da assaggiare quindi il Grana Padano Dop, ma anche alcuni dolci tipici, come la Tortionata Pat, torta a base di mandorle, gli Amaretti Fanfullini, nonché i Baciotti di Lodi, ossia biscotti alla nocciola con panna e cacao. Moltissimi sono i ristoranti dove gustare le specialità lodigiane.

Itinerario per scoprire Lodi in un giorno