Sta per partire il Samarkand Express, il treno più bello del mondo

Lungo l'antica e suggestiva Via della Seta, alla scoperta dell'Oriente, presto partirà il Samarkand Express: un treno extra lusso dall'itinerario unico al mondo

Foto di Giulia Sbaffi

Giulia Sbaffi

Web Content Editor

Web content writer, da sempre appassionata di storie e di viaggi.

Il turismo slow, a bordo di treni d’epoca, è ormai un trend molto diffuso: su questa scia, sta per partire il Samarkand Express per un’esperienza che non ha eguali. Si tratta di un viaggio in treno extra lusso, che affronta l’itinerario suggestivo dell’antica Via della Seta, in direzione delle terre d’Oriente. A progettare le carrozze sarà una compagnia ferroviaria italiana, che firmerà questo innovativo progetto in Asia. Scopriamo qualcosa in più.

Il Samarkand Express, lungo la Via della Seta

L’antica Via della Seta è uno degli itinerari più suggestivi dell’Asia, un viaggio incredibile che unisce Oriente e Occidente, lungo le strade carovaniere che in passato i mercanti percorrevano con grandi difficoltà per portare la preziosissima seta verso Roma. Oggi affrontare quest’avventura è una delle esperienze più belle del mondo: perché non farlo a bordo di un treno extra lusso? È da questa idea che sta per nascere il Samarkand Express, un progetto made in Italy che dovrebbe debuttare solamente nel 2026. E i primi dettagli che sono stati rivelati parlano di un viaggio spettacolare, alla scoperta dell’Uzbekistan.

Saranno quattro le tappe dove il Samarkand Express si fermerà. Si partirà da Tashkent, capitale uzbeka e uno dei principali centri culturali del Paese: situata all’estremità orientale, segna l’inizio di un itinerario che ci porterà tra mille meraviglie. Il treno fermerà poi a Samarcanda, storica città immersa nel paesaggio arido della steppa uzbeka, conosciuta soprattutto per la sua architettura incredibile, frutto di un mix di culture diverse – e per questo oggi considerata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Tappa successiva sarà Bukhara, uno dei più importanti centri economici dell’Uzbekistan, nonché dell’antica Via della Seta. Infine si arriverà a Khiva, in direzione Occidente.

L’Uzbekistan, che ha da poco aperto al turismo, ora punta ad accogliere visitatori provenienti da tutto il mondo. E il Samarkand Express è l’occasione perfetta, sfruttando il trend dei viaggi slow a bordo di treni che offrono un’esperienza unica. È così che la Arsenale, società italiana dedicata al turismo di lusso, ha firmato un accordo con le Ferrovie Uzbeke per il progetto di un convoglio made in Italy che dovrebbe partire nel 2026. L’idea è quella di fornire un’esperienza unica e promuovere così le bellezze del Paese, che vanta numerose città ricche d’arte e architettura.

Il nuovo treno made in Italy

Come sarà il Samarkand Express? Sono ancora poche le informazioni rilasciate dall’azienda che si occuperà della sua progettazione. I convogli saranno firmati da Arsenale, nel suo primo progetto riguardante il mercato asiatico, e saranno dotati della più alta ingegneria italiana e dell’artigianato made in Italy. Il treno sarà composto da almeno 13 carrozze, con 38 cabine arredate secondo uno stile ricco ed elegante. Ogni viaggio dovrebbe ospitare 66 passeggeri, rivelandosi così un viaggio esclusivo ed extra lusso.

“L’accordo rafforza ulteriormente il nostro piano di internazionalizzazione di un modello italiano di luxury slow tourism, unico sul mercato. The Samarkand Express permetterà di elevare il turismo di lusso nella condivisione della cultura dei nostri Paesi, rafforzando le relazioni transfrontaliere esistenti e, al contempo, modernizzando un servizio di ospitalità attraverso lo sviluppo dell’infrastruttura. Crescere all’estero, dopo il modello inaugurato in Italia, ci permetterà di rispondere come primo operatore italiano a cambiamenti strutturali del nuovo turismo di alta gamma” – ha affermato Paolo Barletta, Ad di Arsenale.