Museo del Balì ha trasformato l’Universo in una diretta Facebook

La scienza è bellezza e divertimento. Le dirette di questo science center lo confermano

La pandemia, il lockdown, l’impossibilità di viaggiare come prima, ci hanno resi inevitabilmente protagonisti di un cambiamento che ha coinvolto, non solo il comparto turistico, ma anche i musei, gli enti e le istituzioni culturali, i parchi archeologici e naturali e, in generale, la grande bellezza del mondo.

E così è stato. Mentre noi eravamo chiusi in casa, un po’ tutti si sono prodigati per diffondere arte, culture e meraviglie che appartengono al mondo che abitiamo attraverso tour virtuali, visite in 3D e altre iniziative a portata di click. È proprio attraverso una ricerca online, tra le cose da fare e da vedere anche da casa, che abbiamo scoperto le attività del Museo del Balì, il centro scientifico che ha trasformato l’Universo in un appuntamento sui social network.

Il Museo del Balì

Un luogo magico, per grandi e per piccini, inaugurato nel 2004 e totalmente rinnovato nel 2016. Il Museo del Balì, situato in provincia di Pesaro e Urbino, è un posto dedicato alla scienza e alla sua bellezza. Qui non esistono limiti di età e vige una sola regola: vietato non toccare.

museo del Balì

Museo del Balì

Immersa nel verde delle colline, a pochi chilometri dal mare, la Villa del Balì conserva ancora intatto il fascino di un’antica dimora del Settecento. Le sue quattro torri erano già all’epoca un perfetto punto di osservazione da cui i proprietari, i nobili Negusanti, amavano scoprire i segreti del cielo. Da allora la storia del Balì è legata alla passione per la scienza e l’astronomia tanto da ospitare oggi un moderno “science center”.

Nell’estate 2020, inoltre, è stato inaugurato il nuovissimo planetario digitale, una vera rivoluzione rispetto ai tradizionali sistemi ottico-meccanici per l’osservazione del cielo.

villa balì

Villa del Balì

Le iniziative online

Con l’arrivo della pandemia il Museo del Balì, come molti altri, ha dovuto chiudere le sue porte ai visitatori. Come poteva, quindi, trasmettere la stessa magia di quel luogo attraverso i canali di comunicazione online? Lo abbiamo chiesto direttamente a loro.

Tutto è nato durante il periodo di chiusura forzata. – ci raccontano – Il Museo non si è fermato e, attraverso i social network, ha deciso di tenere compagnia a tutte le persone rimaste a casa con dirette dal Museo, laboratori online e osservazione delle stelle.

Proprio le dirette su Facebook dall’Osservatorio astronomico, sono state molto seguite e apprezzate, perché hanno permesso alle persone di seguire gli spettacoli più belli degli astri e delle stelle con il commento degli esperti. Nelle scorse settimane, seguendo il Museo del Balì su Facebook, abbiamo osservato il sole al telescopio, scoperto le meraviglie di Orione e siamo andati a caccia delle stelle doppie.

Il museo in un click

Durante il periodo di chiusura, il Museo si è rinnovato, attivando anche una proposta virtuale per le scuole e per supportare gli insegnanti nella didattica a distanza: Il Museo in un click!

L’attività si propone di promuovere l’insegnamento delle materie STEM con il metodo della didattica informale, settore nel quale il Museo del Balì vanta una lunga esperienza.  La proposta consiste in una nuova modalità di fruizione delle sale del museo in cui sarà possibile effettuare un tour virtuale in diretta, una vera e propria visita guidata e interattiva direttamente in aula o da casa.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Museo del Balì ha trasformato l’Universo in una diretta Faceboo...