Isole Chatham, dove il turismo è cresciuto a causa della pandemia

In questo remoto arcipelago della Nuova Zelanda il turismo è cresciuto esponenzialmente nel 2020, ecco spiegato il perché

Mentre la pandemia sta, in qualche maniera, oscurando il turismo nella maggior parte dei Paesi del mondo, ci sono alcuni che, dall’altro lato, hanno “approfittato” di questa situazione. E a tal proposito, qualche giorno fa, vi avevamo parlato della rinascita dell’Isola di Pasqua, mentre oggi vogliamo raccontarvi delle isole Chatham, un arcipelago neozelandese dove il turismo è cresciuto a causa della pandemia.

Siamo abbastanza certi che in molti non hanno mai sentito nominare questi fazzoletti di terra paradisiaci del nostro pianeta. Del resto parliamo di un remoto arcipelago dell’Oceano Pacifico quasi del tutto disabitato (sono circa 700 i residenti a tempo pieno).

Attualmente i confini neozelandesi sono per lo più chiusi e, proprio per questo motivo, si consiglia ai cittadini di non viaggiare all’estero. Ed è proprio questa situazione che ha fatto diventare le isole Chatham la meta più ricercata del 2020.

Un arcipelago che, in una condizione di normalità, sarebbe stato piuttosto ignorato a causa della notevole distanza con la Nuova Zelanda e dell’elevato costo che ha. Invece, in questo 2020 dove i viaggi sono quasi impossibili, la distanza si è trasformata in un un vantaggio, a tal punto che i neozelandesi stanno letteralmente affollando le isole. Il motivo è piuttosto semplice: atterrando in questi lembi di terra sembra quasi di stare in vacanza in un altro Stato, senza però doversi mettere in quarantena o fare un tampone.

Ma del resto non si possono biasimare. Le isole Chatham vantano uno scenario mozzafiato così incredibile che non fa rimpiangere tutti i soldi spesi. Basti pensare che si ritiene che Pitt Island (una delle isole dell’arcipelago) sia il primo luogo abitato al mondo a vedere il sorgere del sole ogni mattina.

Infatti, le Chatham erano il frammento più orientale del supercontinente di Gondwanaland, il che vuol dire che oggigiorno offrono dei terreni bellissimi e diversificati, tra cui colonne di basalto e coni vulcanici. Ma non è finita qui, le isole ospitano anche alcuni degli uccelli più rari al mondo, inoltre c’è una grande colonia di foche.

Insomma, le isole Chatham hanno visto un’impennata turistica in questo 2020 e il tutto a causa della pandemia, ma forse non è poi così un male, considerando che anche il resto del mondo ha ora scoperto dei veri e propri paradisi terrestri.

isole Chatham turismo 2020

Isole Chatham @Wikipedia – Ph: Ville Miettinen

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Isole Chatham, dove il turismo è cresciuto a causa della pandemia