L’High Line di New York si allunga: apre al pubblico “The Spur”

Il 5 giugno 2019 apre al pubblico l'ultimo tratto della celebre High Line: una gigantesca piazza, con l'arte nel cuore

Sin dalla sua apertura, l’High Line di New York si è subito aggiudicata un posto tra i luoghi più amati della Grande Mela. Dai turisti, ma anche (e soprattutto) dai cittadini. Oggi, la bella notizia: il parco sopraelevato sta per inaugurare una sua nuova sezione.

Parco lineare realizzato su una sezione in disuso della West Side Line, una vecchia ferrovia sopraelevata, l’High Line è davvero un luogo speciale. Una fusione perfetta tra natura, arte e storia che – inaugurata nel 2009 – si appresta ad assumere un aspetto tutto nuovo: sarà inaugurato mercoledì 5 giugno l’ultimo pezzo del parco, ribattezzato “The Spur” (lo sperone) e ispirato ai tratti tipici delle piazze europee.

The High Line

Il suo nome deriva dalla forma delle rotaie, che in questa zona vanno a formare un semicerchio: qui passavano i treni merci, che finivano fin dentro l’ufficio postale. Come si legge sul sito, The Spur è uno spazio pubblico disegnato dalla gente per la gente. A firmarlo è lo stesso team che ha progettato le altre sezioni dell’High Line (James Corner Field Operations Project Lead, Diller Scofidio + Renfro, and Planting Designer Piet Oudolf) che, per farlo, ha ascoltato le esigenze di cittadini e visitori. Cosa chiedevano gli interpellati? Più spazio per gli eventi pubblici, più punti d’accesso, più cibo, più arte, più piante.

Così, The Spur è stata progettato per favorire l’interazione tra le persone. E tra le persone e la natura. Tre le parti di cui si compone: il Coach Passage, un’area riservata alle piante e una grande piazza pubblica. Piazza in cui trova posto un enorme piedistallo (The Plinth) chiamato a sorreggere ora l’opera Brick House, una scultura alta cinque metri che è stata progettata dall’artista Simone Leigh e che raffigura una “mammy”, una donna afroamericana. Così ha raccontato all’Ansa Cecilia Alemani, curatrice d’arte per la High Line: «Abbiamo totalmente rubato l’idea a Londra e al Forth Plinth di Trafalgar Squar, e abbiamo lanciato un programma di arte pubblica che consente ad un artista selezionato tra vari di esporre la sua opera sul Plinth. Ogni 18 mesi ci sarà un lavoro diverso e non sarà necessariamente di carattere monumentale come Brick House».

Ecco dunque che, The Spur, cambierà spesso il suo volto. Esattamente come New York, che a stupire è sempre pronta.

The Spur

Fonte: Facebook (The High Line)

L’High Line di New York si allunga: apre al pubblico “The&...