Cosa sapere se stai organizzando un viaggio in Irlanda

Dal 19 luglio l'Irlanda adotta il Digital Covid Certificate, meglio noto come "Green Pass"

Buone notizie per chi sogna di visitare l’affascinante Isola di Smeraldo: l’adozione da parte dell’Irlanda del Digital Covid Certificate, meglio conosciuto come Green Pass, renderà più fluidi i viaggi tra gli Stati membri dell’Unione Europea.

L’Irlanda aderirà al programma il 19 luglio e quindi, a partire da quella data, i viaggiatori residenti in UE in possesso del pass che attesta l’avvenuto vaccino, la guarigione dal Covid 19 negli ultimi 6 mesi o l’esito di un tampone negativo, potranno raggiungere l’isola senza necessità di sottoporsi alla quarantena o a ulteriori test.

In più, Tourism Ireland accoglie con favore l’impegno di estendere il pass ai viaggiatori vaccinati di altri Paesi non membri dell’Unione Europea come, ad esempio, la Gran Bretagna e il Nord America e ha pianificato la riattivazione dei viaggi internazionali apprestandosi a lanciare un’importante campagna promozionale per accogliere i visitatori e incentivare la ripresa dei flussi a livello internazionale.

A questo proposito, l’industria turistica dell’Irlanda si sta preparando per garantire ai turisti una vacanza perfetta già dai prossimi mesi del 2021 dando la priorità alla loro salute e sicurezza accompagnate dal tipico benvenuto irlandese.

Il CEO di Tourism Ireland, Neil Gibbons, ha così commentato: “L’annuncio di oggi è un passo estremamente gradito e importante per tutta la nostra industria turistica e per i turisti affinché già da quest’anno si torni a visitare l’Irlanda.  Per la prima volta dopo molti mesi, possiamo guardare al futuro con ottimismo”.

“La nostra ricerca di mercato ha evidenziato che nei mercati d’oltremare il desiderio di poter tornare sull’isola d’Irlanda il prima possibile, è presente e molto forte. Siamo anche consapevoli, tuttavia, che ci sarà una grande concorrenza nel settore: ogni meta turistica in tutto il mondo ha subito l’impatto del COVID-19 e si attiverà per recuperare le perdite subite. La nostra campagna di lancio dovrà quindi essere molto incisiva, emergere e stimolare immediatamente il desiderio di visitare l’Irlanda” ha poi aggiunto.

E infine: “Tutti noi di Tourism Ireland aspettiamo solo di riprendere pienamente le diverse attività per promuovere in tutto il mondo l’Irlanda quale destinazione sicura, accogliente e ‘assolutamente da visitare’. Nei prossimi mesi, lavoreremo a pieno ritmo, con tutti i nostri partner, per riattivare ogni ambito del nostro turismo. Il nostro messaggio è che non vediamo l’ora di ‘stendere il nostro tappeto verde’ e dare il benvenuto ai nostri visitatori stranieri.”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa sapere se stai organizzando un viaggio in Irlanda