Hotel: i segreti che nessuno ti dirà mai (ma che devi sapere)

Nonostante a prima vista appaiano perfette, spesso le camere d'albergo nascondono spiacevoli sorprese

Non importa quante volte siete stati un hotel, c’è sempre qualcosa da imparare. Soprattutto sull’igiene delle camere d’albergo che, nonostante a prima vista appaiano perfette, spesso nascondono spiacevoli sorprese.

E non soltanto i due o tre stelle, ma anche gli hotel cinque stelle o più. Nessuno, purtroppo, è perfetto.

Ecco alcune dritte che, d’ora in avanti, vi aiuteranno a soggiornare in una stanza pulita, sicura e soprattutto dove potersi davvero rilassare (visto che si paga).

Attenzione al telecomando: è dove si annidano più batteri

È uno degli oggetti della camera che più viene toccato e che meno viene pulito. È proprio tra i tasti del telecomando della Tv o del condizionatore che si annidano i germi che è meglio non sapere da dove vengono (solo per fare un esempio, su alcuni sono stati trovati persino residui di sperma…). Il consiglio è quello di munirvi di disinfettante o di amuchina e, dopo aver preso un batuffolo di cotone dal kit in bagno o di un pezzo di carta igienica, date una bella passata sui tasti, ma anche su tutto il telecomando, compreso il retro, senza timore di mandare in tilt i circuiti interni che sono resistenti all’alcool che evapora subito. Usare acqua e sapone non servirà a nulla, tanto più che in quel cosa forse il telecomando davvero non funzionerà più.

Non bevete dai bicchieri della camera

Sembrano puliti e brillanti, ma in realtà non è detto che l’ospite prima di voi non abbia usato un bicchiere per bere dell’acqua e che lo abbia rimesso al suo posto senza che si vedesse nulla. E che, quindi, il personale dell’hotel che si occupa della pulizia delle camere non se ne sia nemmeno accorto e non lo abbia cambiato. Diffidate soprattutto quando l’albergo non dispone di un servizio ristorante: come vengono lavati e disinfettati i bicchieri se non c’è una lavastoviglie? Forse a mano. Ma saranno lavati bene? Nel dubbio, fatevene subito portare uno pulito e, semmai, dategli una bella lavata con il sapone che avete in bagno.

Non appoggiate il bagaglio sul letto

Oltre al fatto di lasciare eventuali tracce di sporco e germi sul copriletto e sulle lenzuola per gli ospiti che verranno dopo, è sul letto che si annidano acari e, magari, pulci che possono saltare dentro la valigia che poi porterete a casa o nei prossimi viaggi. A volte, neppure appoggiarla sul porta valigie che c’è nella maggior parte delle camere è una buona idea. Anche qui, se è troppo vicino al letto, potreste trovare dentro qualche “ospite” indesiderato. Non pensate minimamente di appoggiarlo sul divano. Il luogo più pulito (almeno, si spera) della camera dove lasciare il bagaglio è invece il bagno. Trovate uno sgabello o un posto dove lasciarlo, magari dopo averlo svuotato e aver disposto tutti gli indumenti nell’armadio.

Imbustate tutti gli indumenti

Partite da casa con i vostri indumenti già ben divisi in sacchetti di plastica. Ne vendono da viaggio e anche nella versione anti tarme che sono perfetti. Oltre a essere più comodi da gestire (tutte le T-shirt in un sacchetto, i maglioni in un altro e così via) sono più igienici quando vengono riposti sui ripiani dell’armadio della camera. Una volta estratto il capo da indossare, accertatevi di risigillare il sacchetto affinché nessun acaro possa entrare.

Lasciare sempre il cartello “Non disturbare” fuori dalla porta

Poiché il servizio di pulizie negli hotel inizia presto la mattina, onde evitare che qualcuno bussi alla porta troppo presto o che vi troviate il carrello in camera al ritorno dalla colazione, appendete sempre il cartello “Do not diturb” (“Non disturbare”) fuori dalla porta (e verificate di tanto in tanto che qualcuno non lo tolga per fare uno scherzo). Per essere certi, quando la porta dispone anche di una catenella, usate anche quella per imitare l’apertura della porta: a volte il personale non aspetta neppure che l’ospite risponda “Avanti!” per entrare in camera, magari mentre siete sotto la doccia. O peggio.

Non tutti i prodotti da bagno possono essere portati via

Si sa che, se è vietato portare a casa l’accappatoio (altrimenti viene addebitato sulla carta di credito), il più delle volte si possono prendere le mini confezioni di shampoo, balsamo, crema, sapone ecc che si trovano nel bagno della camera d’hotel. Ma non sempre. Sempre più alberghi aderiscono a campagne di sensibilizzazione per la salvaguardia del pianeta o per qualche causa benefica. A volte, il prodotto rimanente di queste boccette viene raccolto e devoluto a qualche associazione. Prima di appropriarvene, quindi, la prossima volta verificate che ciò non sia indicato da nessuna parte.

hotel-segreti

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hotel: i segreti che nessuno ti dirà mai (ma che devi sapere)